Cent'anni di solitudine

Nuovi e vecchi, scrittori, titoli. Le vostre opinioni, critiche, suggerimenti... Per farsi una cultura 'vecchio stile'

Moderatore: Sabrina

Regole del forum
No pubblicità, grazie
Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Cent'anni di solitudine

Messaggio da Sabrina » 17/09/2004, 21:59

Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D

Avatar utente
Andyphone
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4115
Iscritto il: 11 settembre 2004
Sesso:
Età: 48

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Andyphone » 19/09/2004, 11:38

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D
Io non l'ho letto... Ma se dici brevemente di cosa parla, magari mi incuriosisco :-) Certo, non farmi il riassunto totale :-P

Ciao!
- Andy 'Andyphone' - Moderatore e Admin di MailAmici.it -
* leggete sempre le Linee Guida di MailAmici *

Avatar utente
Zenigata
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 38
Iscritto il: 14 settembre 2004
Età: 41


Messaggio da Zenigata » 19/09/2004, 11:55

Autore García Márquez Gabriel
Editore Mondadori
Descrizione
E' la storia centenaria della famiglia Buendia e della città di Macondo. In un intreccio di vicende favolose, secondo il disegno premonitorio tracciato nelle pergamene di un indovino, Melquiades, si compie il destino della città dal momento della sua fondazione alla sua momentanea e disordinata fortuna, quando i nordamericani vi impiantarono una piantagione di banane, fino alla sua rovina e definitiva decadenza. La parabola della famiglia segue la parabola di solitudine e di sconfitta che sta scritta nel destino di Macondo, facendo perno sulle 23 guerre civili promosse e tutte perdute dal colonnello Aureliano, padre di 17 figli illeggittimi e descrivendo in una successione paradossale le vicende e le morti dei vari Buendia.

Tratto da [url=http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=1&c=NGFPGXJGP94TK]Internet Book Shop Italia[/url]

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50


Messaggio da Sabrina » 30/09/2004, 20:25

Bravo Zenigata carino il riassunto!!!!! ma a nessuno interessa mi sa :(

Avatar utente
Zenigata
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 38
Iscritto il: 14 settembre 2004
Età: 41


Messaggio da Zenigata » 30/09/2004, 20:38

Sabrina, come ho scritto in fodno al messaggio, ho solo copiato da un sito internet il riassunto. :)

??? quando andrò in librearia comprerò il libro.

mara

anche io l'ho letto

Messaggio da mara » 04/10/2004, 22:49

di Marquez ho letto molto ma certamente "cent'anni di solitudine"è quello più famoso


ora sto leggendo "la forza della ragione" della Fallaci.....e mi sembra di ricevere tanti pugni nello stomaco (ma che lo leggi a fare...direte voi) :roll: :roll: :roll:

soleilsd


Messaggio da soleilsd » 11/10/2004, 16:35

ho letto il libro "cent'anni di solitudine", ero molto giavane ed è il libro più brutto che avessi mai letto.
Mi spiego: sono restata impressionata dalla crudeltà delle immagini descritte e dalla desolazione dei vari personaggi.
non ho più avuto il coraggio di rileggerlo.
Silvana

d.rieudi

Cent'anni di solitudine

Messaggio da d.rieudi » 15/10/2004, 13:57

Per suscitarmi delle emozioni che sono poi quello che lo scrittore "vive"o vuole descrivere, il romanzo deve essere collocato in uno spazio e tempo ben definiti. che mi permetta di inserirlo in un contesto identificabile. Sono stato un lettore accanito di fantascienza, ma anche in quei romanzi ho sempre cercato dei punti di riferimento. Cent’anni di solitudine non è riuscito a mettermi in “ contatto” con l’autore.
Lo lessi vent’anni fa e decisamente non mi piacque . Se dovessi rileggerlo adesso penso che il giudizio non cambierebbe, nonostante il premio Nobel assegnato all’autore per il libro.

ciao
Dino

Miki

100 anni di solitudine

Messaggio da Miki » 17/10/2004, 18:46

Terribile. L'ho inziato un paio di volte e mai completato. Abbastanza bello invece NESUUNO SCRIVE AL COLONNELLO dello stesso autore

Kiki


Messaggio da Kiki » 22/10/2004, 15:54

Io ho letto "Cent'anni di solitudine" almeno quattro o cinque volte e l'ho trovato molto bello. Ma certamente non è il mio libro preferito .. Io adoro Stephen King, forse il mio scrittore preferito, ma anche Anne Rice che con le sue "Cronache di vampiri" ha creato un mito .. basta andare su internet e cercare e si trovano una marea di siti dedicati ai personaggi dei libri, e poi sono anni che colleziono i libri di Marion Zimmer Bradley, una grandissima scrittrice secondo me; è riuscita a creare una storia infinita bellissima ..

Bè, basta così, potrei andare avanti delle ore a parlare di libri!!!!!

manu

leggete...

Messaggio da manu » 06/12/2004, 10:32

Leggete "L'ultimo disco dei Cure" il romanzo di massimiliano nuzzolo. è di un giovane autore italiano e soprattutto è un romanzo bellissimo. questa non è una pubblicità faziosa, è una passione sbocciata spontaneamente dalla lettura. ho semplicemente comprato il libro da feltrinelli, stava là appoggiato ad uno scaffale, me ne sono innamorata per il titolo e appena l'ho portato a casa mi sono incollata a quelle pagine meravigliose. Me lo sono portata in ufficio e ovunque andassi.
E' una storia all'apparenza semplice, ma di una potenza che non avevo mai trovato prima. Sarà la sincerità, sarà la penna dolce ed energica di questo scrittore ma ti affezioni ai personaggi da subito e vivi e ti emozioni per e con le loro vicende, seguendoli ovunque lungo le righe che si impennano, si arrotolano, si compongono come note nella pagina, raccontando una storia di vita, di ricerca ed esperienza e d'amore, il tutto condito da tanta bella musica e un po' di nostalgia. Per me è stata una scoperta, una volta tanto uno splendido libro e soprattutto italiano. "L'ultimo disco dei Cure" è un libro bello, una favola dolce, intrigante, magnetica, cinica, commovente, Pensate che sono addirittura andata a vedere una presentazione sonora del romanzo, in cui l'autore e il gruppo che l'accompagna, i soluzione, si esibiscono in una specie di concerto-reading letterario che ti cala in modo quasi magico nel libro. ce ne vorrebbero di più di questi libri e queste cose, la gente leggerebbe di più.complimenti!!

simone

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da simone » 10/03/2005, 10:34

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D
Sabrina io l'ho letto e l'ho amato moltissimo. L'ho studiato, assaporato, digerito, sniffato, ci sono girato intorno cento volte, e quando ho scritto il mio romanzo ho fatto una fatica enorme a non restarne schiacciato e intriso dal punto di vista stilistico, strutturale... Il mio "Stojan Decu" deve moltissimo a Gabo e ai suoi Buendia. Bello trovare gente che ama tutto questo...Ciao. :P
S :P

simone


Messaggio da simone » 10/03/2005, 18:19

bello, lilli, anche se il secondo libro più bello di Marquez è L'autunno del patriarca. Un libro di un'intensità di scrittura e di una forza emotiva credo davvero impareggiabili. Do anche un personalissimo consiglio a chi (ho letto sopra) non è riuscito a leggerlo: io l'ho iniziato tre volte e senza andare avanti. alla quarta sono letteralmente enrato nella tranche della storia e delle sue ambientazioni, psicologiche e fantastiche, e da allora l'ho letto un numero incalcolabile di volte. davvero un numero enorme di volte.
Ma anche L'amore ai tempi del colera è bello. Molto.
Un saluto.
Simone :P

simone


Messaggio da simone » 14/03/2005, 10:27

lilli1001 ha scritto:Un libro può essere più o meno bello e coinvolgente anche a seconda del momento in cui si legge. Comunque proverò a riprendere L'autunno del patriarca. Grazie
lilli
www.paginegialle.it
:roll: no, beh, su questo non c'è dubbio Lilli, hai perfettamente ragione. Avrei dovuto forse specificarlo. Anche per me, quando iniziai Cent'anni di solitudine, non era il momento. Il romanzo non c'entrava... ero io che non c'ero... per l'Autunno del Patriarca invece, stranamente, dato il testo, ho aperto il libro ed ero già lì, nella storia. Alcuni libri sono maggiormente ostici, altri meno. Di solito, però, i libri al cui interno si entra con qualche difficioltà, sono quelli dai quali non si vorrebbe più uscire.
Ciao Lilli.
Buona lettura a tutti.
S.

dani78


Messaggio da dani78 » 14/03/2005, 19:49

a me cent'anni di solitudine è piaciuto un sacco, :wink:

perceval

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da perceval » 21/04/2005, 22:10

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D

io l'ho letto e penso sia uno dei più bei libri che abbia letto!forse chi non lo aprezza non è riuscito ad entrare nel vero senso di questo libro speciale!
poi il suo finale e fantastico,per non parlare del cononello.....!!!
il tuo personaggio preferito?

perceval


Messaggio da perceval » 21/04/2005, 22:15

lilli1001 ha scritto:Ho amato tantissimo Cent'anni di solitudine. Ma un altro libro di Marquez, mi sembra poco conosciuto, vale la pena di essere letto: L'amore ai tempi del colera
lilli
www.paginegialle.it

e da un pò che l'ho comprato questo libro,ma tutte le volte poi iniziavo un'altro!me lo consigli?

se non l'hai letto io ti consiglio "la mala ora" mi è piaciuto tantissimo!

ross

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da ross » 29/09/2005, 18:55

perceval ha scritto:[...]




io l'ho letto e penso sia uno dei più bei libri che abbia letto!forse chi non lo aprezza non è riuscito ad entrare nel vero senso di questo libro speciale!
purtroppo non sono mai riuscita a superare la metà di questo libro che mi è stato così decantato e sono di solito una lettrice accanita.
mi sembra troppo "denso" e quindi pesante da leggere. Forse davvero non ho capito lo spirito dell'autore.
ciao

machestoadì?


Messaggio da machestoadì? » 23/09/2006, 14:52

perceval ha scritto:[...]




e da un pò che l'ho comprato questo libro,ma tutte le volte poi iniziavo un'altro!me lo consigli?

se non l'hai letto io ti consiglio "la mala ora" mi è piaciuto tantissimo!
Cent'anni di solitudine è il libro più bello che abbia mai letto!!!!!
Te lo consiglio vivamente....

P.S. Anche a me è piaciuto molto la mala ora...

Angelhearth

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Angelhearth » 23/09/2006, 20:03

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D
Ho letto quasi tutti i libri di Marquez e "Cent'anni di solitudine" è stato quello che mi è piaciuto di più. Superiore agli altri di una spanna, secondo me.

Cherry

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Cherry » 05/10/2006, 14:33

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D
Io l'ho letto ed è bellissimo!!!!
All'inizio è difficile perchè ti trasporta in nuova dimensione, l'autore riesce veramente a portarti a Macondo, dopo ho letto "Vivere per raccontarla" la sua autobiografia, dove, dalla sua vita capisci molti dei suoi personaggi, veramente straordinario, capisci cosa lo ha ispirato, dove inizia le sua vita da scrittore...magnifico!

Sims
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1328
Iscritto il: 28 maggio 2006
Età: 38

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Sims » 05/10/2006, 21:46

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D
Letto pure io. Bello... come ogni saga ben scritta ti fa volare lontano dal mondo reale!

Avatar utente
Eckhart
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 710
Iscritto il: 06 maggio 2006
Età: 48

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Eckhart » 06/10/2006, 22:04

Sims ha scritto:[...]



Letto pure io. Bello... come ogni saga ben scritta ti fa volare lontano dal mondo reale!
condivido. :D
però forse, quando ti sei allontanato dalla realtà per raggiungere una dimensione vagamente mitica, cominci un po' a girare in tondo..
tanto che hai la sensazione che 50 pagine in piu' o in meno farebbero poca differenza.. :'(

(ovviamente con questo non voglio certo negare che Marquez sia un grande scrittore. :D )
è tempo che amando ci liberiamo dell'amato restando frementi; come la freccia, che è tesa alla corda, raccolta nello scatto, per essere oltre e più di se stessa (R.M. Rilke)

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Sabrina » 06/10/2006, 23:03

Eckhart ha scritto:[...]



condivido. :D
però forse, quando ti sei allontanato dalla realtà per raggiungere una dimensione vagamente mitica, cominci un po' a girare in tondo..
tanto che hai la sensazione che 50 pagine in piu' o in meno farebbero poca differenza.. :'(

(ovviamente con questo non voglio certo negare che Marquez sia un grande scrittore. :D )

A Macondo il tempo scorre e gira su se stesso, corre e si ferma allo stesso tempo. Arrivi alla fine e scopri l'inizio.. insomma giri in tondo in un certo senso. E questo il bello del racconto..

ciao ciao

Sims
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1328
Iscritto il: 28 maggio 2006
Età: 38

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Sims » 07/10/2006, 0:12

Eckhart ha scritto: condivido. :D
però forse, quando ti sei allontanato dalla realtà per raggiungere una dimensione vagamente mitica, cominci un po' a girare in tondo..
tanto che hai la sensazione che 50 pagine in piu' o in meno farebbero poca differenza.. :'(

(ovviamente con questo non voglio certo negare che Marquez sia un grande scrittore. :D )
Concordo con la tua affermazione. Ma diversamente da quanto sembra essere il tuo parere, a me questi racconti piacciono proprio per questo: si entra a far parte della storia, la si conosce tanto bene da non volersene più staccare. Proprio perché 50 pagine in più o in meno non farebbero differenza, arrivata all’ultima pagina mi trovo a chiedere perché lo scrittore non avrebbe potuto scriverne ancora della altre, per non obbligarmi a staccarmi da quel libro. :rolleyes:

Avatar utente
Eckhart
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 710
Iscritto il: 06 maggio 2006
Età: 48

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Eckhart » 07/10/2006, 17:43

Sims ha scritto:[...]



Concordo con la tua affermazione. Ma diversamente da quanto sembra essere il tuo parere, a me questi racconti piacciono proprio per questo: si entra a far parte della storia, la si conosce tanto bene da non volersene più staccare. Proprio perché 50 pagine in più o in meno non farebbero differenza, arrivata all’ultima pagina mi trovo a chiedere perché lo scrittore non avrebbe potuto scriverne ancora della altre, per non obbligarmi a staccarmi da quel libro. :rolleyes:
..si entra nella storia..
o forse si esce dalla Storia con la "s" maiuscola? :thinking:
è tempo che amando ci liberiamo dell'amato restando frementi; come la freccia, che è tesa alla corda, raccolta nello scatto, per essere oltre e più di se stessa (R.M. Rilke)

Ospite

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Ospite » 20/11/2006, 2:38

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D
L'ho letto quattro volte, smontato pezzo per pezzo, e girano parecchie critiche che ho fatto.
Il maggior pregio? La creazione della circolarità del romanzo.
Senza dubbio uno dei libri che più ha segnato la mia esistenza.
Ottime traduzioni. Ma chi capisce lo spagnolo, consiglio naturalmente la versione in lingua originale. Anche un minimo di cultura storica sulla Colombia non farebbe male, naturalmente.

Avatar utente
ruby.sunday
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 773
Iscritto il: 14 gennaio 2007
Età: 53

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da ruby.sunday » 14/01/2007, 17:07

Sabrina ha scritto:Chiedo se qualcuno ha letto sto libro e se vi è piaciuto. Io lo adoro e lo ho letto più volte. :D
Questo è un libro straordinario, un capolavoro assoluto.

Ho letto libri che mi sono gustati anche di più, ma "Cent'anni di solitudine" lascia il segno. Un mio amico mi ha detto di averlo letto quattro-cinque volte. Via, io non sono per le esagerazioni: una volta basta: di libri ce ne sono a milioni (come quelli che vanno in vacanza sempre nello stesso posto...).

A molti non è piaciuto, ho visto... che dire?

Bè... come quella famosa pubblicità... per molti, ma non per tutti!!!

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da Sabrina » 14/01/2007, 20:31

ruby.sunday ha scritto:[...]



Questo è un libro straordinario, un capolavoro assoluto.

Ho letto libri che mi sono gustati anche di più, ma "Cent'anni di solitudine" lascia il segno. Un mio amico mi ha detto di averlo letto quattro-cinque volte. Via, io non sono per le esagerazioni: una volta basta: di libri ce ne sono a milioni (come quelli che vanno in vacanza sempre nello stesso posto...).

A molti non è piaciuto, ho visto... che dire?

Bè... come quella famosa pubblicità... per molti, ma non per tutti!!!
Ehmmm pure io lo ho letto più di una volta.. direi anche più di due.. ehmmm anzi sicuramente più di tre.... :shy:

fati
Nuovo Amico
Nuovo Amico
Messaggi: 318
Iscritto il: 12 febbraio 2005
Età: 60

Re: Cent'anni di solitudine

Messaggio da fati » 14/01/2007, 21:52

Sabrina ha scritto:[...]



Ehmmm pure io lo ho letto più di una volta.. direi anche più di due.. ehmmm anzi sicuramente più di tre.... :shy:

Ho letto "Cent' anni di solitudine" quando avevo 18 anni e mi è così tanto piaciuto che non l' ho mai più riletto per paura di spezzare l' incantesimo del ricordo splendido che mi è rimasto. Lo consiglio sempre a tutti quanti e....chissà, forse un giorno lo rileggerò anch'io....