Nostalgia del passato

Il forum dove parlare un po' di tutto e di più ( o del + e del - ) Tutti assieme nella nostra piazza virtuale su MailAmici

Regole del forum
Se la discussione tratta un tema specifico potrebbe essere spostata nell'eventuale forum inerente
Rispondi
Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5193
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 44

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da arietina76 » 19/06/2020, 9:25

tempest ha scritto:
18/06/2020, 22:15

Un'altra volta mio conoscente che era andato in USA a girarare dei porno gay per il mercato delle videocasette, vedendo la mia curiosità per il suo racconto e suoi ottimi guadagni mi chiese se fossi interessata a provare nel genere "lolita", che forse c'era richiesta... :DD :DD
Declinai cortesemente.
Ma tu guarda se una deve rifiutare così delle offerte di lavoro..... :DD :DD :DD :DD :DD :DD :DD :DD :DD
Quando ho letto questo tuo post, sono rotolata.... [smilie=rotflmao.gif]

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 19/06/2020, 10:34

tempest ha scritto:
19/06/2020, 9:06
Io moltissimo invece.
Dal 1988. Quando é arrivata l'extasy. Però non ovunque, solo in certin locali. Quelli meno "in" avevano meno droghe.
I posti colle pasticche non li ho mai frequentati per fortuna. La cocaina mi avranno visto in faccia e avranno capito che di soldi non ce n ' erano.

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 19/06/2020, 11:22

arietina76 ha scritto:
19/06/2020, 9:25
Ma tu guarda se una deve rifiutare così delle offerte di lavoro..... :DD :DD :DD :DD :DD :DD :DD :DD :DD
Quando ho letto questo tuo post, sono rotolata.... [smilie=rotflmao.gif]
'sti giovani che non vogliono lavorare..eh...che roba... :nonono: :DD
Ricordo che dissi: "no, non potrei mai"
E lui: "ma nemmeno con uno che ti piace?"
E io: "No, proprio NO, grazie"

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 19/06/2020, 11:32

cinque ha scritto:
19/06/2020, 10:34
I posti colle pasticche non li ho mai frequentati per fortuna. La cocaina mi avranno visto in faccia e avranno capito che di soldi non ce n ' erano.
Io invece ero semrpe l'unica "sana" in un mare di impasticcati [smilie=s.gif]

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 19/06/2020, 12:26

tempest ha scritto:
19/06/2020, 11:32
Io invece ero semrpe l'unica "sana" in un mare di impasticcati [smilie=s.gif]
Ti piaceva la musica house ? Scusa l ignoranza , ma io la chiamavo techno.
Ci andai qualche volta in disco con l house in spagna...

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 19/06/2020, 12:26

tempest ha scritto:
19/06/2020, 11:32
Io invece ero semrpe l'unica "sana" in un mare di impasticcati [smilie=s.gif]
Tu ascoltavi musica techno ? Scusa l' ignoranza, ma ci andavo in spagna

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 19/06/2020, 12:43

cinque ha scritto:
19/06/2020, 12:26
Tu ascoltavi musica techno ? Scusa l' ignoranza, ma ci andavo in spagna
Non mi piaceva ma andava per la maggiore purtroppo. Soprattutto se andavo fuori città o all'estero.
Nella mia città invece andavo in locali più "commerciali" con musica più revival, dance, poca house...lì era un ambiente molto più tranquillo quanto a pasticche.

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 19/06/2020, 15:07

tempest ha scritto:
19/06/2020, 12:43
Non mi piaceva ma andava per la maggiore purtroppo. Soprattutto se andavo fuori città o all'estero.
Nella mia città invece andavo in locali più "commerciali" con musica più revival, dance, poca house...lì era un ambiente molto più tranquillo quanto a pasticche.
Per cui tu ballavi 'pulita ' la techno ?

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 19/06/2020, 16:02

cinque ha scritto:
19/06/2020, 15:07
Per cui tu ballavi 'pulita ' la techno ?
Assolutamente "pulita", sempre, mai preso una pasticca in vita mia. Ma non era il mio massimo la techno, non ballavo continamente come con altri generi musicali.

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 19/06/2020, 17:21

tempest ha scritto:
19/06/2020, 16:02
Assolutamente "pulita", sempre, mai preso una pasticca in vita mia. Ma non era il mio massimo la techno, non ballavo continamente come con altri generi musicali.
Ballavi commerciale ? Con la techno io ci avevo provato a ballare techno in spagna sobria, ma era dura farlo a lungo. Neanche Gli uomini erano passabili in quelle disco e alla fine parlavo col fidanzato italiano della cubista e dei suoi drammi di gelosia.

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 19/06/2020, 17:26

cinque ha scritto:
19/06/2020, 17:21
Ballavi commerciale ? Con la techno io ci avevo provato a ballare techno in spagna sobria, ma era dura farlo a lungo. Neanche Gli uomini erano passabili in quelle disco e alla fine parlavo col fidanzato italiano della cubista e dei suoi drammi di gelosia.
Sì, col commericale parevo il pupazzetto delle pile duracell. E anche con il revial anni 70! Non mi fermavo più. :DD Con la techno molto meno.

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5777
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da george clooney » 19/06/2020, 19:00

tempest ha scritto:
19/06/2020, 16:02
Assolutamente "pulita", sempre, mai preso una pasticca in vita mia. Ma non era il mio massimo la techno, non ballavo continamente come con altri generi musicali.
Idem. E neanche mai provato a fumare una sigaretta. Ai miei tempi la techno andava per la maggiore, quindi si ballava quella..Di droga ne girava parecchia..

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 19/06/2020, 23:25

george clooney ha scritto:
19/06/2020, 19:00
Idem. E neanche mai provato a fumare una sigaretta. Ai miei tempi la techno andava per la maggiore, quindi si ballava quella..Di droga ne girava parecchia..
Io ho iniziato ad andare in discoteca a 15 anni ( a 15 e 16 anni ci andavo solo di pomeriggio però :DD ), quindi mi sono "goduta" il 1985,1986, 1987 e inizio 1988 SENZA TECHNO, poi è arrivata la techno .
Voi che eravate "piccoline" vi siete beccate solo la techno :)

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 20/06/2020, 8:32

tempest ha scritto:
19/06/2020, 23:25
Io ho iniziato ad andare in discoteca a 15 anni ( a 15 e 16 anni ci andavo solo di pomeriggio però :DD ), quindi mi sono "goduta" il 1985,1986, 1987 e inizio 1988 SENZA TECHNO, poi è arrivata la techno .
Voi che eravate "piccoline" vi siete beccate solo la techno :)
Il pomeriggio era da tamarro andare in discoteca. Ci andavano quelli delle scuole tecniche o della provincia. :-)
Ma non e' vero quel che dici. Sei sicura ? A Milano e in Italia solo in certi posti si ballava techno ( il Number One del lago di Iseo per esempio o alcune di Riccione o alcune discoteche alternative dove forse andavi tu). Tu sei abituata troppo all' estero , in cui tutto era avanti, e li' potevano girare le pasticche, immagino da subito. Nei posti famosi mediamente fighetti la musica era solo commerciale, prima ancora che arrivasse il latino. La coca girava ma dovevi essere nel giro o cercarla.
Nelle grandi discoteche commerciali non vedevi gente strafatta, ubriaca magari ( ma se eri uomo ubriaco ti sbattevano fuori ) ma non sfatta. Ti parlo del celebrita' ( quella degli 883)' , studio zeta, roba famosa in tutta Italia, etc
Il revival era per lo più anni 80. Che ballavi degli anni 70'? Intendi John Travolta, Abba, donna Summer, gloria Gaynor ?

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 20/06/2020, 9:05

Infatti l'ho detto, nei posti dove ballavo dance e commerciale negli anni 90-95 non giravano tanto le pasticche. Nelle discoteche grandi e più famose si, li si suonava più techno.
Versilia, Rimini/Riccione ad esempio. Lí ci andavano i miei conoscenti. Ma non solo. Io ti posso dire che certa gente che frequentravo io prendeva extasy tutti i sabati.
Io a 15 e 16 anni non andavo a ballare di notte, andavo al pomeriggio nei locali dove c'era musica dark, new wave ( prima della techno). E mi portavo i libri per ripassare Manzoni!
Si io amavo molto la dance anni 70 e se c'era qualche serata (gay di solito) dove mettevano anche questo genere io ci andavo. Tu non hai idea di come si sballa la clientela gay a ballare "dancing queen" o "I will survive"! O forse si.
Che voglia di andare a ballare mi viene a pensarci!!!



PS per capire quanta gente prendeva pastiglie, bastava guardare quanti avevano la bottiglietta d'acqua in mano invece degli alcolici. Tantissimi nei primi anni 90.

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5777
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da george clooney » 20/06/2020, 15:44

Ragazze, negli anni 90 girava tantissima eroina..Quanti ragazzi si sono presi l'hiv e sono successivamente morti di aids infettandosi con le siringhe o i rapporti sessuali..Ricordo che una ragazza che era nella mia compagnia di allora si mise con uno che, scoprimmo ben presto, che faceva uso di eroina..Era bergamasco, lo ricordo ancora adesso..L'aveva conosciuto in discoteca..Ricordo che rubò dei soldi a un mio caro amico..Mi arrabbiai non poco e le dissi che non aveva cervello a portare un eroinomane nella nostra compagnia..Voleva "salvarlo dalla droga " a detta sua..Figuriamoci..Dopo 3/4 mesi sparì..

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 20/06/2020, 16:41

george clooney ha scritto:
20/06/2020, 15:44
Ragazze, negli anni 90 girava tantissima eroina..Quanti ragazzi si sono presi l'hiv e sono successivamente morti di aids infettandosi con le siringhe o i rapporti sessuali..Ricordo che una ragazza che era nella mia compagnia di allora si mise con uno che, scoprimmo ben presto, che faceva uso di eroina..Era bergamasco, lo ricordo ancora adesso..L'aveva conosciuto in discoteca..Ricordo che rubò dei soldi a un mio caro amico..Mi arrabbiai non poco e le dissi che non aveva cervello a portare un eroinomane nella nostra compagnia..Voleva "salvarlo dalla droga " a detta sua..Figuriamoci..Dopo 3/4 mesi sparì..
In base alla mia esperienza, essendo io di qualche anno più grande di voi, direi che nei primi anni 90 l'eroina, quando io avevo sui 20 anni, era abbastanza in disuso, considerata in certi ambienti una droga sporca e assolutamente da sfigati. Però due miei conoscenti di quei tempi ho saputo che hanno poi fatto la cavolata di inziare con l'eroina qualche anno dopo, io non li frequentavo più da parecchio, ma mi è stato riferito...erano di Bergamo anche loro, combinazione...

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 20/06/2020, 21:50

tempest ha scritto:
20/06/2020, 9:05
Infatti l'ho detto, nei posti dove ballavo dance e commerciale negli anni 90-95 non giravano tanto le pasticche. Nelle discoteche grandi e più famose si, li si suonava più techno.
Versilia, Rimini/Riccione ad esempio. Lí ci andavano i miei conoscenti. Ma non solo. Io ti posso dire che certa gente che frequentravo io prendeva extasy tutti i sabati.
Io a 15 e 16 anni non andavo a ballare di notte, andavo al pomeriggio nei locali dove c'era musica dark, new wave ( prima della techno). E mi portavo i libri per ripassare Manzoni!
Si io amavo molto la dance anni 70 e se c'era qualche serata (gay di solito) dove mettevano anche questo genere io ci andavo. Tu non hai idea di come si sballa la clientela gay a ballare "dancing queen" o "I will survive"! O forse si.
Che voglia di andare a ballare mi viene a pensarci!!!



PS per capire quanta gente prendeva pastiglie, bastava guardare quanti avevano la bottiglietta d'acqua in mano invece degli alcolici. Tantissimi nei primi anni 90.
Scusa ma stavo camminando . Sono stanchissima.
L eroina e la tragedia ha l falcidiato la fine degli anni 70 e gli anni 80, non I 90 in cui gli ultimi eroinomani degli anni 80 morivano : quanta gente brava si e' persa, quante famiglie distrutte e quanto disprezzo dalla gente. Molti anni dopo l eroina si fuma.
Ho iniziato verso il 95 in disco e ti perdono sulla disco al pomeriggio perche '-non so cosa sia il dark e il new wave. :-)
Ballavo il revival perche'-piaceva alle amiche che erano molto provinciali per andare al plastic o a una discoteca gay (-che ho frequentato solo a mikonos , tranne un locale sadomaso gay il cui buttafuori non mi fece entrare ). Ora se fossi piu giovane andrei da sola in un locale gay ( la mia amica si e'-imborghesita ).,sono andata in disco fino ai 35 anni .
So bene cosa voleva dire essere omosessuale negli anni 90, anche in Centro di milano, anche se sei out, convivi colla tua donna, sei ricca e di sinistra , cioe' se sei la persona gay piu ' fortunata di italia. Adesso mi chiedo perche ' non sono mai andata in una disco gay. Cosa mi saro ' persa ?a parte mio padre ( un comunista omofobo ) la mia famiglia materna ( anche mia nonna ipercattolica )-ha sempre visto l omosessualita come normale e quindi e' probabile che associassi I locali gay alle pasticche ( droga che odio ).

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5777
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da george clooney » 21/06/2020, 6:51

cinque ha scritto:
20/06/2020, 21:50

L eroina e la tragedia ha l falcidiato la fine degli anni 70 e gli anni 80, non I 90 in cui gli ultimi eroinomani degli anni 80 morivano :
Vero, negli anni 90 sono morti come le mosche coloro che un decennio prima prendevano l'eroina. Negli anni 90 vedevi un sacco di ragazzi completamente rovinati dall'eroina che andavano a prendere il metadone nei centri appositi; qui da me c'era un centro dove venivano da tutto l'Oltrepò Pavese a farsi somministrare il metadone, però so di alcuni ragazzi che, malgrado lo prendessero, se riuscivano a trovare la dose di eroina se la iniettavano ugualmente..Quando facevo la pendolare negli anni 90 per recarmi al lavoro, prendevo un treno regionale che era pieno di questi ragazzi che venivano nella mia città a prendere il metadone...Li osservavo; gente distrutta, alcuni senza denti o con i denti marci, automi che camminavano..Che tristezza.

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5777
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da george clooney » 21/06/2020, 7:00

tempest ha scritto:
20/06/2020, 16:41
direi che nei primi anni 90 l'eroina, quando io avevo sui 20 anni, era abbastanza in disuso, considerata in certi ambienti una droga sporca e assolutamente da sfigati.
Si, era considerata così..ma a mio avviso tutta la droga è da sfigati...Le pasticche e la cocaina, tanto in voga fra i ricchi, non fanno altro che distruggere la vita di chi le assume e di chi ti sta accanto..Chi assume droghe, di qualunque genere, è un debole, e fondamentalmente alla base ha qualche problema di insicurezza , che vuole coprire con le sostanze..

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 21/06/2020, 15:57

cinque ha scritto: .,sono andata in disco fino ai 35 anni .
Beata te.
Io invece a 25-26 già non andavo più a ballare perché non avevo con chi andare [smilie:(.gif]
Ero sempre sola.

cinque
SuperAmico
SuperAmico
Messaggi: 2301
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da cinque » 21/06/2020, 20:51

tempest ha scritto:
21/06/2020, 15:57
Beata te.
Io invece a 25-26 già non andavo più a ballare perché non avevo con chi andare [smilie:(.gif]
Ero sempre sola.
Gia', ma io ho avuto una fiammata da tardona. Se trovassi qualcuno andrei anche ora, credo.

marcos76
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 177
Iscritto il: 05 agosto 2009
Età: 43

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da marcos76 » 25/06/2020, 19:45

Di storie da raccontare ne avete dai…
Io nonostante la depressione, l'emarginazione ed i rifiuti sono sempre riuscito ad evitare i rischi di un certo tipo…
Molto probabilmente (o forse no) questo mi ha evitato una fine prematura (un mio cugino amico d'infanzia ci è finito dentro ed è morto di overdose poco prima di mio padre l'anno scorso) ma non mi ha costruito opportunità sociali di alcun tipo…
Personalmente visto quello che ho passato ritengo di essere stato molto forte a rifiutare certe sostanze (che mi venivano dipinte come il paradiso in terra) ma nessuno, e nemmeno la vita stessa, mi ha riconosciuto questa forza…
Sono stato definito e sono rimasto uno sfigato…
Anche ora che sono morte tutte le persone a me care…
La vita continua…
Buona serata a tutte voi!!!

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 25/06/2020, 21:39

marcos76 ha scritto:
25/06/2020, 19:45
Di storie da raccontare ne avete dai…
Io nonostante la depressione, l'emarginazione ed i rifiuti sono sempre riuscito ad evitare i rischi di un certo tipo…
Molto probabilmente (o forse no) questo mi ha evitato una fine prematura (un mio cugino amico d'infanzia ci è finito dentro ed è morto di overdose poco prima di mio padre l'anno scorso) ma non mi ha costruito opportunità sociali di alcun tipo…
Personalmente visto quello che ho passato ritengo di essere stato molto forte a rifiutare certe sostanze (che mi venivano dipinte come il paradiso in terra) ma nessuno, e nemmeno la vita stessa, mi ha riconosciuto questa forza…
Sono stato definito e sono rimasto uno sfigato…
Anche ora che sono morte tutte le persone a me care…
La vita continua…
Buona serata a tutte voi!!!
Chi é per te "lo sfigato"? Cosa intendi? Che caratteristiche ha il cosiddetto "sfigato"?

Avatar utente
airlander
MegaAmico
MegaAmico
Messaggi: 2565
Iscritto il: 26 dicembre 2009
Età: 68

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da airlander » 27/06/2020, 7:50

chi non ha nostalgia dei propri trascorsi, fa parte della vita, certo è che avendo fatto parte del 68 e quindi di una intera rivoluzione epocale ne ho viste e fatte di tutti i colori, ovviamente facendo dannare i mie genitori, uno scapestrato che tra l'altro ha frequentato anche compagnie non proprio di santi...ho anche perso alcuni amici in maniera drammatica e se oggi sono ancora vivo penso sia dovuto solo al fatto che il destino non ha voluto accanirsi.
potrei scrivere un libro e oggi devo ammettere che la mia fortuna è che essendo divenuto padre molto presto ho anche dovuto mettere la testa apposto, ovviamente restano anche i rimpianti per tutto ciò che non è stato e avrebbe potuto essere, tuttavia la cosa importante è di non rinnegare mai la propria esistenza nel bene e nel male cercando di rimanere coerenti il più possibile con se stessi.
non cercare di diventare un uomo di successo ma piuttosto un uomo di valore
albert einstein
http://www.youtube.com/watch?v=8kaC4yCRR48

marcos76
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 177
Iscritto il: 05 agosto 2009
Età: 43

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da marcos76 » 27/06/2020, 20:32

tempest ha scritto:
25/06/2020, 21:39
Chi é per te "lo sfigato"? Cosa intendi? Che caratteristiche ha il cosiddetto "sfigato"?
Beh è un termine che mi porto dietro fin dall'adolescenza...
Una ragazza (molto meno violente fisicamente ma molto più crudeli cerebralmente dei ragazzi) mi disse testualmente in mezzo ad una folla gaudente che per gli sfigati come me la soluzione più opportuna sarebbe stato il suicidio..(ci sono andato molto vicino a 19 anni ma ho evitato l'ultima spinta all'ultimo secondo)...
Che dire per rispondere alla tua domanda...
I "casi umani" (termine molto in voga oggigiorno nelle ragazze) sono per l'appunto gli sfigati...
Quelli innocui, che non farebbero male ad una mosca, con una fedina penale pulita, quelli che non meritano una seconda possibilità (a differenza dei galeotti) perchè non hanno avuto nemmeno la prima per poter essere felici, quelli con cui non andresti nemmeno se fossero gli ultimi uomini sulla terra, quelli che non ispirano emozioni (come direbbe una mia amica che non fanno scattare la scintilla) manco si impegnassero allo spasimo, quelli che non fumano, non bevono, quelli che se si lamentano di lutti (io dal 2009 ho perso sette persone care fra cui i genitori, il mio nipotino acquisito di 14 anni per un cancro e una cara amica giovanissima in un incidente in moto) o sfighe varie sono solo dei piagnina lamentoni su cose su cui inevitabilmente passeremo tutti...(ho visto, giuro sulla tomba dei miei, molta più partecipazione per un tipo che aveva perso il gatto...Certo era un figo )...
Ho letto in giro del fenomeno degli INCEL (involuntary celibate) ecco io penso di esserlo salvo per il fatto che le mie lamentele lasciano il tempo che trovano e sono confinate negli spazi web e che nella vita di tutti i giorni per motivi lavorativi o comunque legati al mio quotidiano io con le donne interagisco senza problemi e senza difficoltà...
E anche perchè non mi interessa più avere una storia dopo la morte dei miei e del mio migliore amico l'anno scorso la mia anima e le mie speranze sono morte anch'esse..
Vivo per le mie passioni potendomelo permettere e fino a che me lo permetteranno...
Ho letto che arriveranno delle gran patrimoniali per i risparmiatori quindi anche da quella parte avrò problemi...
Ma li affronterò sul momento...

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5777
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 45

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da george clooney » 27/06/2020, 21:25

marcos76 ha scritto:
27/06/2020, 20:32
Beh è un termine che mi porto dietro fin dall'adolescenza...
Una ragazza (molto meno violente fisicamente ma molto più crudeli cerebralmente dei ragazzi) mi disse testualmente in mezzo ad una folla gaudente che per gli sfigati come me la soluzione più opportuna sarebbe stato il suicidio..(ci sono andato molto vicino a 19 anni ma ho evitato l'ultima spinta all'ultimo secondo)...
Che dire per rispondere alla tua domanda...
I "casi umani" (termine molto in voga oggigiorno nelle ragazze) sono per l'appunto gli sfigati...
Quelli innocui, che non farebbero male ad una mosca, con una fedina penale pulita, quelli che non meritano una seconda possibilità (a differenza dei galeotti) perchè non hanno avuto nemmeno la prima per poter essere felici, quelli con cui non andresti nemmeno se fossero gli ultimi uomini sulla terra, quelli che non ispirano emozioni (come direbbe una mia amica che non fanno scattare la scintilla) manco si impegnassero allo spasimo, quelli che non fumano, non bevono, quelli che se si lamentano di lutti (io dal 2009 ho perso sette persone care fra cui i genitori, il mio nipotino acquisito di 14 anni per un cancro e una cara amica giovanissima in un incidente in moto) o sfighe varie sono solo dei piagnina lamentoni su cose su cui inevitabilmente passeremo tutti...(ho visto, giuro sulla tomba dei miei, molta più partecipazione per un tipo che aveva perso il gatto...Certo era un figo )...
Ho letto in giro del fenomeno degli INCEL (involuntary celibate) ecco io penso di esserlo salvo per il fatto che le mie lamentele lasciano il tempo che trovano e sono confinate negli spazi web e che nella vita di tutti i giorni per motivi lavorativi o comunque legati al mio quotidiano io con le donne interagisco senza problemi e senza difficoltà...
E anche perchè non mi interessa più avere una storia dopo la morte dei miei e del mio migliore amico l'anno scorso la mia anima e le mie speranze sono morte anch'esse..
Vivo per le mie passioni potendomelo permettere e fino a che me lo permetteranno...
Ho letto che arriveranno delle gran patrimoniali per i risparmiatori quindi anche da quella parte avrò problemi...
Ma li affronterò sul momento...
Lascia perdere quello che ti è stato detto durante il periodo dell'adolescenza da qualche bullo/a..So che a quell'età si da molto peso alle parole e al giudizio altrui, ma per delle frasi infelici sparate a vanvera da qualche cretino, non vale la pena essersi convinti di essere degli sfigati ...Ora che non sei più adolescente, credo che guarderai quegli spiacevoli episodi sotto un'altra ottica..
Se poi, aver avuto dei gravi lutti in famiglia e nella propria cerchia stretta di amicizie, ci fa considerare sfigati, allora il mondo è pieno di sfigati Marcos..
Sul fatto che molte donne vengono attratte da uomini difficili, complicati , che non rispecchiano propriamente l'immagine del "bravo ragazzo", ti do ragione; è così da sempre, ma poi queste donne finiscono anche inevitabilmente per leccarsi le numerose ferite..
Dici che parli disinvoltamente con le donne nella vita quotidiana, uno sfigato probabilmente non ci riuscirebbe..
Quali sono le tue passioni di cui parlavi, se posso permettermi di chiedere.. Ami viaggiare? Con i risparmi ci stanno mettendo davvero in croce; in questo ultimo periodo mi sto chiedendo dove metterli. Banca, posta, fondi integrativi pensionistici, investirli in borsa...un labirinto...

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8480
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da tempest » 28/06/2020, 10:48

Marcos,
ti ho chiesto cosa intendi per "sfigato" e mi dai delle definizioni che hai preso dai bulli 30 anni fa...mi dici che é uno sfigato chi ha la fedina penale pulita, quello che non ha mai fatto male a nessuno....??
Tu a 40 anni suonati pensi questo?
La mia impressione é che tu batta sempre sul tasto del non avere relazioni e non averne avute, io penso che farsi definire da ciò sia molto riduttivo.
OK, non piaci alle donne, ci sono molte persone che non attirano da questo punto di vista, ma la vita non é solo questo.
Se davvero credi che gli "sfigati" siano quelli che hai descritto, non posso che prenderne atto e notare come diversa sia la mia idea di "sfigato".
Per me lo "sfigato" é quello senza idee proprie, l'ignorante e felice di esserlo, quello che vive in simbiosi con i social, che segue il gossip, che non sa parlare di niente se non dei suoi tatuaggi, del calcio e della f#*@.
Se il suddetto ha avuto 10 amori travolgenti e 100 storie di sesso é irrilevante e ciò non lo salva dalla condizione di "sfigato" ai miei occhi. Anzi.
Naturalmente esiste la versione femminile del suddetto.
Le persone tranquille, single, con idee, interessi, sensibilità...non rientrano nella categoria sfigati. Per me.

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5193
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 44

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da arietina76 » 29/06/2020, 19:12

marcos76 ha scritto:
27/06/2020, 20:32
Beh è un termine che mi porto dietro fin dall'adolescenza...
Una ragazza (molto meno violente fisicamente ma molto più crudeli cerebralmente dei ragazzi) mi disse testualmente in mezzo ad una folla gaudente che per gli sfigati come me la soluzione più opportuna sarebbe stato il suicidio..(ci sono andato molto vicino a 19 anni ma ho evitato l'ultima spinta all'ultimo secondo)...
Che dire per rispondere alla tua domanda...
I "casi umani" (termine molto in voga oggigiorno nelle ragazze) sono per l'appunto gli sfigati...
Quelli innocui, che non farebbero male ad una mosca, con una fedina penale pulita, quelli che non meritano una seconda possibilità (a differenza dei galeotti) perchè non hanno avuto nemmeno la prima per poter essere felici, quelli con cui non andresti nemmeno se fossero gli ultimi uomini sulla terra, quelli che non ispirano emozioni (come direbbe una mia amica che non fanno scattare la scintilla) manco si impegnassero allo spasimo, quelli che non fumano, non bevono, quelli che se si lamentano di lutti (io dal 2009 ho perso sette persone care fra cui i genitori, il mio nipotino acquisito di 14 anni per un cancro e una cara amica giovanissima in un incidente in moto) o sfighe varie sono solo dei piagnina lamentoni su cose su cui inevitabilmente passeremo tutti...(ho visto, giuro sulla tomba dei miei, molta più partecipazione per un tipo che aveva perso il gatto...Certo era un figo )...
Ho letto in giro del fenomeno degli INCEL (involuntary celibate) ecco io penso di esserlo salvo per il fatto che le mie lamentele lasciano il tempo che trovano e sono confinate negli spazi web e che nella vita di tutti i giorni per motivi lavorativi o comunque legati al mio quotidiano io con le donne interagisco senza problemi e senza difficoltà...
E anche perchè non mi interessa più avere una storia dopo la morte dei miei e del mio migliore amico l'anno scorso la mia anima e le mie speranze sono morte anch'esse..
Vivo per le mie passioni potendomelo permettere e fino a che me lo permetteranno...
Ho letto che arriveranno delle gran patrimoniali per i risparmiatori quindi anche da quella parte avrò problemi...
Ma li affronterò sul momento...
Concordo con Tempest: questa non è la definizione di sfigato, anzi...
Lo può essere solo per una donna vuota, letteralmente priva di contenuto e spessore umano, perchè in quello che hai descritto non c'è nulla di "sfigato", o che non vada.
Sai, una volta ho discusso con Tropic, perchè diceva che anche noi contribuiamo a formare l'immagine che gli altri hanno di noi, e che quindi se non stiamo bene con noi stessi in qualche modo (anche involontario o inconscio) lo trasmettiamo agli altri.
Be', a distanza di anni devo dire che aveva ragione (ma non dirglielo, se no si gasa.... :DD ).
Parlo in generale e riferendomi a me, perchè non ti conosco personalmente e quindi non mi permetto...
Io a lungo mi sono considerata sfigata: anzi, anche li altri mi hanno considerato così per anni.
Ho provato il bullismo a scuola, perchè ero timida e remissiva (anche se oggi sono l'opposto). A 9 anni ho perso quella che era la mia migliore amica, per un male incurabile che se l'è portata via in poche settimane. E così sono passata dall'avere un'amichetta simile a me, anche per carattere, con cui giocare e stare in compagnia, sono passata a non averne. E il bullismo, venuto dopo, non mi ha aiutato a farmene di nuovi, di amici.
Anzi, quando tutti in preda all'adolescenza e agli ormoni uscivano e si facevano i primi fidanzatini (insomma, mentre Tempst ballava sui cubi :DD ), io facevo la reclusa in casa: per mia scelta, sia chiaro... perchè in qualità di sfigata non credevo che valesse la pena nemmeno di provarci...
Poi un bel giorno, dopo un lungo percorso fatto con me stessa in solitaria durato qualche annetto, ho deciso almeno di provarci: sono partita frequentando un paio di associazioni di volontariato in cui rendermi utile.... un giorno oggi, un giorno domani, e prima o poi vai a prenderti un gelato con qualcuno che hai conosciuto lì, e che magari rimarrà un signor nessun, ma magari invece diventerà un futuro amico/a.
Così come ho iniziato a frequentare qualche evento culturale: niente di che, perchè io abito in un paesino circondato da altri paesi, ma la presentazione di un libro o una mostra di pittura prima o poi la si trova anche qui. Ho pensato: "Che cos'ho da perdere? Al massimo ammazzo un pò il tempo."
E così via, un passino alla volta...
Io ho molte delle caratteristiche che tu hai indicato: sono astemia (e ti dirò: qualche anno fa un ex mi ha mollato proprio per questo motivo, o almeno così diceva lui), ho la fedina penale pulita, mi lamento dei lutti perchè soffro (ho scritto proprio oggi in un altro topic che ho perso di recente un amico, e che ancora non ho la forza di fargli visita al cimitero, perchè non me ne capacito).
Sono sfigata??? Boh, forse qualcuno lo penserà: non si può piacere a tutti.
ma ho davvero un sacco di affetti oggi, e per loro non credo di esserlo "sfigata"...... :D

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5193
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 44

Re: Nostalgia del passato

Messaggio da arietina76 » 29/06/2020, 19:13

tempest ha scritto:
28/06/2020, 10:48

Per me lo "sfigato" é quello senza idee proprie, l'ignorante e felice di esserlo, quello che vive in simbiosi con i social, che segue il gossip, che non sa parlare di niente se non dei suoi tatuaggi, del calcio e della f#*@.
Se il suddetto ha avuto 10 amori travolgenti e 100 storie di sesso é irrilevante e ciò non lo salva dalla condizione di "sfigato" ai miei occhi. Anzi.
Naturalmente esiste la versione femminile del suddetto.
Le persone tranquille, single, con idee, interessi, sensibilità...non rientrano nella categoria sfigati. Per me.
Brava, ben detto: "sfigato" è una persona priva di contenuto, vuota come una zucca...
quello sì che è sfigato: che abbia avuto mille storie, o che abbia fatto voto di castità.