Relazione extraconiugale

Relazioni di coppia: esperienze, storie, delusioni, consigli

Regole del forum
Solo discussioni. Non annunci o ricerca di incontri per cui esistono gli altri forum
Ospite

Relazione extraconiugale

Messaggio da Ospite » 07/03/2019, 8:16

Due persone, sui 45 anni, intrattengono una relazione:

Lui: sposato con figli, fa di tutto per mantenere nascosta la relazione alla famiglia
Lei: single, chiede continuamente a lui "ma quando ti decidi a lasciare tua moglie?" e vuole un figlio da lui.

Chi dei due è peggio, e più pericoloso, secondo voi?

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4566
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 43

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da arietina76 » 07/03/2019, 9:30

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 8:16
Due persone, sui 45 anni, intrattengono una relazione:

Lui: sposato con figli, fa di tutto per mantenere nascosta la relazione alla famiglia
Lei: single, chiede continuamente a lui "ma quando ti decidi a lasciare tua moglie?" e vuole un figlio da lui.

Chi dei due è peggio, e più pericoloso, secondo voi?
"Pericoloso"? Nessuno dei due: il pericolo è un'altra cosa.
Quale dei due è peggio? Difficile dirlo: bisognerebbe conoscere davvero la loro situazione, e che persone sono.....

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 44

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da george clooney » 07/03/2019, 10:20

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 8:16
Due persone, sui 45 anni, intrattengono una relazione:

Lui: sposato con figli, fa di tutto per mantenere nascosta la relazione alla famiglia
Lei: single, chiede continuamente a lui "ma quando ti decidi a lasciare tua moglie?" e vuole un figlio da lui.

Chi dei due è peggio, e più pericoloso, secondo voi?
Per come la vedo io (senza passare da moralista), sbagliano entrambi. Ovviamente lui,avendo moglie e figli, dovrebbe farsi più scrupoli e pensare al dolore che potrebbe dare alla sua famiglia, qualors la cosa venisse a galla..Lei, pur essendo single, dovrebbe fermarsi un attimo e riflettere prima di mettersi con un uomo sposato..Non sempre infatti questi uomini sono disposti a lasciare la loro famiglia. La maggioranza preferisce tenere il piede in due scarpe, sperando di non essere beccati... :rolleyes:

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 14:11

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 8:16
Due persone, sui 45 anni, intrattengono una relazione:

Lui: sposato con figli, fa di tutto per mantenere nascosta la relazione alla famiglia
Lei: single, chiede continuamente a lui "ma quando ti decidi a lasciare tua moglie?" e vuole un figlio da lui.

Chi dei due è peggio, e più pericoloso, secondo voi?

Personalmente penso che occarra farsi gli affari propri :)))

Ritengo che siano persone adulte e come tali possano decidere della propria vita, nel bene e nel male, e che le uniche persone a cui devono dar conto solo soltanto loro stessi e coloro che possono esserne direttamente coinvolti, tutti gli altri farebbero bene a guardare dentro casa propria dal momento che nessuno è immune dal "peccato". Quanto al "peggio" e "pericoloso" penso siano termini inappropriati perchè pressupongono un giudizio morale :rolleyes: dato che, come detto, nessuno può ritersi "santo".
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4566
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 43

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da arietina76 » 07/03/2019, 15:24

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 14:11
Personalmente penso che occarra farsi gli affari propri :)))
Grandeeeeeeeeeee: sono caduta dalla sedia! [smilie=rotflmao.gif]

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7288
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tempest » 07/03/2019, 15:34

tropicsnow ha scritto:Personalmente penso che occarra farsi gli affari propri
Giusto.

Magari farei solo presente alla singnora che rimanere incinta a 45 anni richiede grandissima fortuna ( ograndissima sfiga , a seconda delle opinioni ) oppure lo Spirito Santo, per chi ci crede.

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4566
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 43

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da arietina76 » 07/03/2019, 15:40

tempest ha scritto:
07/03/2019, 15:34
Giusto.

Magari farei solo presente alla singnora che rimanere incinta a 45 anni richiede grandissima fortuna ( ograndissima sfiga , a seconda delle opinioni ) oppure lo Spirito Santo, per chi ci crede.
Qualcuna che conosco è rimasta incinta anche dopo (ne conosco un paio che hanno avuto un figlio a 46 anni, e una a 49), senza ricorrere a cure, ma sono casi sporadici: normalmente è parecchio difficile, come dici tu.
Oltre al fatto che la trovo un pochino azzardata come scelta, proprio per un discorso anagrafico.... anche se poi indubbiamente ogni caso è a sè.

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7288
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tempest » 07/03/2019, 15:46

arietina76 ha scritto:
07/03/2019, 15:40
Qualcuna che conosco è rimasta incinta anche dopo (ne conosco un paio che hanno avuto un figlio a 46 anni, e una a 49), senza ricorrere a cure, ma sono casi sporadici: normalmente è parecchio difficile, come dici tu.
Oltre al fatto che la trovo un pochino azzardata come scelta, proprio per un discorso anagrafico.... anche se poi indubbiamente ogni caso è a sè.
Io sapevo che la data fatidica del crollo delle fertilità fosse 43, poi anche con fecondazone assisitita è durissima. Strano che tu conosca ben due casi di maternità così tardiva...amiche dello Spirito Santo? ;)

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 15:54

tempest ha scritto:
07/03/2019, 15:34
Giusto.

Magari farei solo presente alla singnora che rimanere incinta a 45 anni richiede grandissima fortuna ( ograndissima sfiga , a seconda delle opinioni ) oppure lo Spirito Santo, per chi ci crede.

...o forse è solo una donna innamorata che sogna una vita insieme coronata da un figlio come legame indissolubile :rolleyes:

...e non è poi impossibile avere un figlio in tarda età :rolleyes:
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4566
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 43

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da arietina76 » 07/03/2019, 16:02

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 15:54
...o forse è solo una donna innamorata che sogna una vita insieme coronata da un figlio come legame indissolubile :rolleyes:

...e non è poi impossibile avere un figlio in tarda età :rolleyes:
Può essere che, in effetti, abbia questo sogno.
Ribadisco però che a 45 anni lo troverei azzardato, innanzitutto (come dicevo) per un discorso di età: ovvio che a 45 non si è vecchi, anzi.... Ma da lì a pensare di avere un figlio e di crescerlo....
Anche perchè immaginiamo che lui oggi stesso lasci la moglie: io, al posto della fanciulla, non è che cercherei di rimanere incinta il giorno dopo.... Lascerei il tempo al mio compagno di separarsi, sistemando tutte le questione che inevitabilmente ci sono se ha già dei figli (economiche, e di affidamento), e lascerei un pochino anche sedimentare gli animi, per evitare di mettere al mondo una creatura che si trovi catapultata in una situazione ancora calda e spinosa.
Per cui, passerebbe ancora del tempo e si andrebbe ancora più in là con l'età.

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 16:16

arietina76 ha scritto:
07/03/2019, 16:02
Può essere che, in effetti, abbia questo sogno.
Ribadisco però che a 45 anni lo troverei azzardato, innanzitutto (come dicevo) per un discorso di età: ovvio che a 45 non si è vecchi, anzi.... Ma da lì a pensare di avere un figlio e di crescerlo....
Anche perchè immaginiamo che lui oggi stesso lasci la moglie: io, al posto della fanciulla, non è che cercherei di rimanere incinta il giorno dopo.... Lascerei il tempo al mio compagno di separarsi, sistemando tutte le questione che inevitabilmente ci sono se ha già dei figli (economiche, e di affidamento), e lascerei un pochino anche sedimentare gli animi, per evitare di mettere al mondo una creatura che si trovi catapultata in una situazione ancora calda e spinosa.
Per cui, passerebbe ancora del tempo e si andrebbe ancora più in là con l'età.

Se lei è single probabilmente non ha neppure figli e magari il suo è un "sogno nel cassetto": si è innamorata e fantastica sulla potenziale famiglia che potrebbe avere senza star lì a pensare al tempo di cui lui avrebbe bisogno per metabolizzare lo stravolgimento della sua vita :rolleyes:

Ad ogni modo qui non era in discussione il suo desiderio di maternità quanto il "peggio" e "pericoloso" che, ribadisco, trovo aberrante perchè significa giudicare dall'esterno in maniera superficiale e moralista. Situazioni come questa sono tristi, o meglio, io le trovo tristi piuttosto che riprovevoli perchè penso ci sia molta sofferenza da parte di ambedue e le motivazione sottese sono più complesse di un semplice "prurito".
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Ospite

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da Ospite » 07/03/2019, 16:25

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 16:16
Ad ogni modo qui non era in discussione il suo desiderio di maternità quanto il "peggio" e "pericoloso" che, ribadisco, trovo aberrante
Se non si vuole parlare di un argomento nessuno è obbligato, ce ne sono altri, si tira avanti.
Non capisco il voler impedire agli altri di intervenire o di parlare di quello che vogliono.
In ogni caso basta dirlo una volta sola, non c'è bisogno di ripeterlo all'infinito.

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4566
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 43

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da arietina76 » 07/03/2019, 16:33

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 16:16
Ad ogni modo qui non era in discussione il suo desiderio di maternità quanto il "peggio" e "pericoloso" che, ribadisco, trovo aberrante perchè significa giudicare dall'esterno in maniera superficiale e moralista. Situazioni come questa sono tristi, o meglio, io le trovo tristi piuttosto che riprovevoli perchè penso ci sia molta sofferenza da parte di ambedue le parti e le motivazione sottese sono più complesse di un semplice "prurito".
Mi trovi d'accordo, e infatti ho scritto che bisognerebbe conoscere il loro vissuto.
E' vero, talvolta si tratta solo di un "prurito", ma molto spesso invece ci sono dietro altre motivazioni o vissuti.
Non che sia una cosa di cui andarne fiera o che a priori approvo, ma ogni situazione è a sè.
Ricordo, ad esempio, che una mia amica qualche anno fa ha iniziato una relazione extraconiugale, finita dopo alcuni mesi: sebbene le avessi detto di pensarci bene perchè aveva una famiglia, nello stesso tempo mi sono domandata cosa avrei fatto io al posto suo, con il marito che aveva.
Non che fosse un delinquente, intendiamoci.... ma era il classico marito che deve discutere su ogni cosa. Una persona con cui non potevi esprimere il tuo pensiero su nulla, perchè scoppiava subito la lite, condita da urla e qualche insulto.
Non potevi neanche definirlo un uomo violento nel vero senso della parola: era più che altro un uomo che non sapeva accettare il dialogo e il confronto, ritenendo (perchè te lo diceva pure!) di avere in tasca l'obiettività e la verità assoluta su tutto. Quindi non accettava che qualcuno la pensasse in modo diverso su niente.
Ho pensato che era facile da parte mia predicare che - avendo una famiglia - doveva ponderare bene e non buttarsi con leggerezza, ma mi sono anche detta che con una situazione così forse avrei "ceduto" anch'io: non perchè fosse giusto o perchè io fossi amorale, ma semplicemente per non impazzire.
Come dicevo, la storia non ha avuto vita lunga. forse perchè era, in fondo, solo un modo per trovare un'oasi di pace (pace che ha trovato, per inciso, quando ha deciso di separarsi).

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7288
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tempest » 07/03/2019, 16:34

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 16:16

Ad ogni modo qui non era in discussione il suo desiderio di maternità quanto il "peggio" e "pericoloso" che, ribadisco, trovo aberrante perchè significa giudicare dall'esterno in maniera superficiale e moralista. Situazioni come questa sono tristi, o meglio, io le trovo tristi piuttosto che riprovevoli perchè penso ci sia molta sofferenza da parte di ambedue le parti e le motivazione sottese sono più complesse di un semplice "prurito".
Concordo sui termini.
Ho fatto un commento sul progetto maternità perchè parte della ipotetica situazione ma non era il discorso principale
Scusate il leggero off topic

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 16:37

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 16:25
Se non si vuole parlare di un argomento nessuno è obbligato, ce ne sono altri, si tira avanti.
Non capisco il voler impedire agli altri di intervenire o di parlare di quello che vogliono.
In ogni caso basta dirlo una volta sola, non c'è bisogno di ripeterlo all'infinito.
1. esiste la libertà di parola e io ho espresso il mio pensiero
2. non ho impedito un bel niente!
3. non mi pare ci siano infinite ripetizioni!
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 16:41

tempest ha scritto:
07/03/2019, 16:34
Concordo sui termini.
Ho fatto un commento sul progetto maternità perchè parte della ipotetica situazione ma non era il discorso principale
Scusate il leggero off topic


Figurati tempest, il mio non voleva essere uno stop ma semplicemente la constatazione che ci stavamo perdendo in ipotesi, quando il tema era un altro...
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Ospite

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da Ospite » 07/03/2019, 16:45

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 16:37
1. esiste la libertà di parola e io ho espresso il mio pensiero
2. non ho impedito un bel niente!
3. non mi pare ci siano infinite ripetizioni!
Torno a ripetere che se pensi che non se ne debba parlare, nessuno ti obbliga, magari lascia liberi gli altri di farlo

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 16:56

arietina76 ha scritto:
07/03/2019, 16:33
Mi trovi d'accordo, e infatti ho scritto che bisognerebbe conoscere il loro vissuto.
E' vero, talvolta si tratta solo di un "prurito", ma molto spesso invece ci sono dietro altre motivazioni o vissuti.
Non che sia una cosa di cui andarne fiera o che a priori approvo, ma ogni situazione è a sè.
Ricordo, ad esempio, che una mia amica qualche anno fa ha iniziato una relazione extraconiugale, finita dopo alcuni mesi: sebbene le avessi detto di pensarci bene perchè aveva una famiglia, nello stesso tempo mi sono domandata cosa avrei fatto io al posto suo, con il marito che aveva.
Non che fosse un delinquente, intendiamoci.... ma era il classico marito che deve discutere su ogni cosa. Una persona con cui non potevi esprimere il tuo pensiero su nulla, perchè scoppiava subito la lite, condita da urla e qualche insulto.
Non potevi neanche definirlo un uomo violento nel vero senso della parola: era più che altro un uomo che non sapeva accettare il dialogo e il confronto, ritenendo (perchè te lo diceva pure!) di avere in tasca l'obiettività e la verità assoluta su tutto. Quindi non accettava che qualcuno la pensasse in modo diverso su niente.
Ho pensato che era facile da parte mia predicare che - avendo una famiglia - doveva ponderare bene e non buttarsi con leggerezza, ma mi sono anche detta che con una situazione così forse avrei "ceduto" anch'io: non perchè fosse giusto o perchè io fossi amorale, ma semplicemente per non impazzire.
Come dicevo, la storia non ha avuto vita lunga. forse perchè era, in fondo, solo un modo per trovare un'oasi di pace (pace che ha trovato, per inciso, quando ha deciso di separarsi).

Ecco... quanto il tuo quotidiano è fatto di (in)sofferenza e incontri chi sembra regalarti una boccata di aria fresca, la prendi al volo pensando anche di poter gestire la cosa per poi accorgersi di essere impelagati più di quanto preventivato.
Credere poi, che la fedeltà debba essere assoluta, beh lo trovo utopistico. La fedeltà è verso se stessi piuttosto che verso un'altra persona ossia la fedeltà è verso un sentimento che viene incarnato in una persona, se viene meno e dentro di sè non si sente più, a cosa si è fedeli? :rolleyes: facile poi dire che occorre separarsi, ma a tutte le conseguenze economiche e affettive soprattutto quando ci sono dei figli di mezzo, non consentono di fare scelte così a cuor leggero, sarebbe davvero da incoscienti e irresponsabili.
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 16:57

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 16:45
Torno a ripetere che se pensi che non se ne debba parlare, nessuno ti obbliga, magari lascia liberi gli altri di farlo

Klaus solo una domanda: tu ci sei o ci fai? :thinking:
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7288
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tempest » 07/03/2019, 17:02

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 16:45
Torno a ripetere che se pensi che non se ne debba parlare, nessuno ti obbliga, magari lascia liberi gli altri di farlo
Dove ha detto che non se ne deve parlare?

Ospite

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da Ospite » 07/03/2019, 17:20

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 16:57
Klaus solo una domanda: tu ci sei o ci fai? :thinking:
No, guarda che sei tu che o ci sei o ci fai

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 44

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da george clooney » 07/03/2019, 17:33

arietina76 ha scritto:
07/03/2019, 16:33

Ricordo, ad esempio, che una mia amica qualche anno fa ha iniziato una relazione extraconiugale, finita dopo alcuni mesi: sebbene le avessi detto di pensarci bene perchè aveva una famiglia, nello stesso tempo mi sono domandata cosa avrei fatto io al posto suo, con il marito che aveva.
Non che fosse un delinquente, intendiamoci.... ma era il classico marito che deve discutere su ogni cosa. Una persona con cui non potevi esprimere il tuo pensiero su nulla, perchè scoppiava subito la lite, condita da urla e qualche insulto.
Non potevi neanche definirlo un uomo violento nel vero senso della parola: era più che altro un uomo che non sapeva accettare il dialogo e il confronto, ritenendo (perchè te lo diceva pure!) di avere in tasca l'obiettività e la verità assoluta su tutto. Quindi non accettava che qualcuno la pensasse in modo diverso su niente.
Ho pensato che era facile da parte mia predicare che - avendo una famiglia - doveva ponderare bene e non buttarsi con leggerezza, ma mi sono anche detta che con una situazione così forse avrei "ceduto" anch'io: non perchè fosse giusto o perchè io fossi amorale, ma semplicemente per non impazzire.
Come dicevo, la storia non ha avuto vita lunga. forse perchè era, in fondo, solo un modo per trovare un'oasi di pace (pace che ha trovato, per inciso, quando ha deciso di separarsi).
Ls cosa migliore da fare in questi casi è lasciarsi,, non cercare conforto o comprensione fra le braccia altrui secondo me..Anche perchè non si risolve nulla; i problemi con il proprio partner rimangono se si ha una relazione extra coniugale..

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4566
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 43

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da arietina76 » 07/03/2019, 18:00

george clooney ha scritto:
07/03/2019, 17:33
Ls cosa migliore da fare in questi casi è lasciarsi,, non cercare conforto o comprensione fra le braccia altrui secondo me..Anche perchè non si risolve nulla; i problemi con il proprio partner rimangono se si ha una relazione extra coniugale..
Mi trovi assolutamente d'accordo: non è di sicuro così che si risolve la situazione.
In quei momenti, però, spesso non si è lucidi perchè si è troppo coinvolti (come è naturale che sia), e ci si auto convince della possibilità di risolvere le cose.... Quando invece l'unica cosa da fare è lasciarci, e darsi la possibilità di rifarsi una vita.
Ma appunto, quando si è coinvolti (perchè si tratta di sè) non è così facile....

Ospite

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da Ospite » 07/03/2019, 19:33

george clooney ha scritto:
07/03/2019, 10:20
Per come la vedo io (senza passare da moralista), sbagliano entrambi. Ovviamente lui,avendo moglie e figli, dovrebbe farsi più scrupoli e pensare al dolore che potrebbe dare alla sua famiglia, qualors la cosa venisse a galla..Lei, pur essendo single, dovrebbe fermarsi un attimo e riflettere prima di mettersi con un uomo sposato..Non sempre infatti questi uomini sono disposti a lasciare la loro famiglia. La maggioranza preferisce tenere il piede in due scarpe, sperando di non essere beccati... :rolleyes:
Ti dico come la penso io: premesso che entrambi sbagliano, e sono d'accordo con te, ma per me la peggiore dei due e, di gran lunga la più pericolosa è lei, e molto più di lui.

Lui è vero che sbaglia, ma comunque vuole solo "divertirsi", senza per questo sfasciare una famiglia, ripeto la fedeltà è un valore, ed un valore in cui io credo (non ho mai messo corna in vita mia), e quindi lui si comporta male nei confronti di lei. Lui, nel suo immaginario, vuole solo divertirsi e fare una cosa circoscritta, ma non si rende conto che, qualora lo venissero a sapere la moglie o i figli, si fa presto a perdere la loro fiducia, e c'è il rischio che la famiglia, che lui vuole preservare, vada a gambe all'aria. Non gliel'ha detto il dottore di avere relazioni extraconiugali, e di dover consumare per forza, anche se la relazione con la moglie non è delle più allegre.
C'è comunque da dire che lui, se moglie e figli non lo vengono a sapere prima, è sempre a tempo a chiudere e a rientrare nella retta via.

Detto ciò su di lui, verso il quale sono comunque severo, ciò non toglie che lei è di gran lunga peggiore e molto più pericolosa, in quanto è una grandissima egoista che pensa che il semplice essere "innamorata" le dia la facoltà di fare qualsiasi cosa, senza farsi il minimo scrupolo, senza pensare alla moglie di lei, e men che meno ai figli, per lei esiste solo lei ed il suo desiderio. Non le importa del fatto che la moglie di lui perderebbe la persona alla quale ha giurato fedeltà "finché morte non ci separi", non le interessa di quanto i figli di lui possono sentire la mancanza del padre, e di quanto possano sentirsi destabilizzati per lo sfascio della loro famiglia (anche se oggi va sempre più di moda dire che per loro, non solo è indolore, ma sono talmente "moderni" oggi i ragazzi, che sono anche più contenti che i genitori si separano perché così possono "rifarsi la vita").
Lei essendo un'egoista senza scrupoli (se avesse mirato solo a farsi una sco*ata ogni tanto, sarebbe stata meno peggio di lui e meno peggio in assoluto, perché avrebbe dimostrato di avere qualche scrupolo) sicuramente nemmeno si vergognerebbe di dirlo in giro, giustificandosi anche del fatto che "lo vuole fare seriamente e alla luce del sole", come se uno che ruba un portafoglio davanti al danneggiato sia migliore di chi lo fa con destrezza senza farsi accorgere, per fare un esempio.
Il bagaglio di idee di lei è composto da:
- il mio desiderio deve essere esaudito e non mi interessa degli altri
- quello che succederà alla moglie di lui non mi interessa, che si arrangi
- quello che succederà ai figli di lui non mi interessa, che si arrangino
- sicuramente penserà anche che se poi lui i figli non li vede più, meglio così, almeno non ci sono intralci sulla mia via, lui deve pensare solo al figlio che faremo noi
- non mi interessa di quello che può significare per lui il mandare all'aria la sua famiglia
- non mi devo vergognare di niente, perché lo dico apertamente e quindi sono una persona seria
- non mi devo vergognare di niente perché tanto "nessuno è un santo" quindi perché mi devo fare problemi?
- non mi devo vergognare di niente perché tanto oggi divorziare è normale, e quindi per la moglie di lui è pure meglio, almeno finisce l'ipocrisia, e poi si può sempre rifare una vita, mica glielo impedisco
- non mi devo vergognare di niente, tanto meno per i figli di lui, perché tanto oggi i ragazzi sono moderni e sono di larghe vedute, mica come succedeva una volta, oggi, anzi, sono anche contenti che il padre si rifaccia una vita, ma come sono intelligenti i ragazzi di oggi (erano i nostri genitori, nonni, bisnonni, etc. che erano tutti stupidi!)

Una che si costruisce un popo' di bagaglio del genere, sicuramente non pensa a quello che può significare per lui avere figli con 2 donne diverse, e quello che i figli penserebbero di questa cosa, vedendo il padre conteso qua e là (e non ho nemmeno contemplato il caso in cui lei abbia figli avuti in precedenza), come è molto probabile che non si farebbe il minimo scrupolo, qualora lui volesse troncare, di ricattarlo, dicendo tutto alla moglie, con il risultato che lei tanto non otterrebbe quello che voleva, e in più sfascia una famiglia, facendolo buttare fuori di casa, e facendolo spennare dall'avvocato della moglie, e tutto solo per una irresponsabile vendetta.

Mettiamo poi che lui, si faccia convincere da lei, e quindi a perdere la famiglia, perdere la fiducia dei figli, dover passare il mantenimento alla ex moglie (e sentirsi le sue giustissime ramanzine), dover decidere se, come e quando vedere i suoi figli, dovendo conciliare anche con quello che sono le "esigenze" della nuova moglie, mettere al mondo un altro figlio, e quindi dover sempre valutare su come deve comportarsi con gli uni e con il nuovo...problemi su problemi...e quindi non comincia sotto i migliori auspici, anzi, siamo sicuri che la signora "io sono il centro del mondo", un bel giorno non decida che "basta, tra noi è finita"? Come ne ha sfasciata una di famiglia, non credo abbia problemi a sfasciarne un'altra, oltretutto è la sua quindi ha anche "più diritto" di farlo, se pensa che i figli "non ne risentano perché oggi nascono supermoderni", che gliene frega di quello che pensa la "nuova" creatura.

...e lui si trova a pagare due mantenimenti.

Ovviamente non v'è certezza, magari potrebbe nascere la più bella storia d'amore possibile, ma, visto come ragiona tanta gente, io sono molto pessimista.

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4287
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tropicsnow » 07/03/2019, 19:51

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 19:33


Lui è vero che sbaglia, ma comunque vuole solo "divertirsi", senza per questo sfasciare una famiglia, ripeto la fedeltà è un valore, ed un valore in cui io credo (non ho mai messo corna in vita mia), e quindi lui si comporta male nei confronti di lei. Lui, nel suo immaginario, vuole solo divertirsi e fare una cosa circoscritta, ma non si rende conto che, qualora lo venissero a sapere la moglie o i figli, si fa presto a perdere la loro fiducia, e c'è il rischio che la famiglia, che lui vuole preservare, vada a gambe all'aria. Non gliel'ha detto il dottore di avere relazioni extraconiugali, e di dover consumare per forza, anche se la relazione con la moglie non è delle più allegre.
C'è comunque da dire che lui, se moglie e figli non lo vengono a sapere prima, è sempre a tempo a chiudere e a rientrare nella retta via.

Detto ciò su di lui, verso il quale sono comunque severo, ciò non toglie che lei è di gran lunga peggiore e molto più pericolosa, in quanto è una grandissima egoista che pensa che il semplice essere "innamorata" le dia la facoltà di fare qualsiasi cosa, senza farsi il minimo scrupolo, senza pensare alla moglie di lei, e men che meno ai figli, per lei esiste solo lei ed il suo desiderio. Non le importa del fatto che la moglie di lui perderebbe la persona alla quale ha giurato fedeltà "finché morte non ci separi", non le interessa di quanto i figli di lui possono sentire la mancanza del padre, e di quanto possano sentirsi destabilizzati per lo sfascio della loro famiglia (anche se oggi va sempre più di moda dire che per loro, non solo è indolore, ma sono talmente "moderni" oggi i ragazzi, che sono anche più contenti che i genitori si separano perché così possono "rifarsi la vita").
Lei essendo un'egoista senza scrupoli (se avesse mirato solo a farsi una sco*ata ogni tanto, sarebbe stata meno peggio di lui e meno peggio in assoluto, perché avrebbe dimostrato di avere qualche scrupolo) sicuramente nemmeno si vergognerebbe di dirlo in giro, giustificandosi anche del fatto che "lo vuole fare seriamente e alla luce del sole", come se uno che ruba un portafoglio davanti al danneggiato sia migliore di chi lo fa con destrezza senza farsi accorgere, per fare un esempio.
Il bagaglio di idee di lei è composto da:
- il mio desiderio deve essere esaudito e non mi interessa degli altri
- quello che succederà alla moglie di lui non mi interessa, che si arrangi
- quello che succederà ai figli di lui non mi interessa, che si arrangino
- sicuramente penserà anche che se poi lui i figli non li vede più, meglio così, almeno non ci sono intralci sulla mia via, lui deve pensare solo al figlio che faremo noi
- non mi interessa di quello che può significare per lui il mandare all'aria la sua famiglia
- non mi devo vergognare di niente, perché lo dico apertamente e quindi sono una persona seria
- non mi devo vergognare di niente perché tanto "nessuno è un santo" quindi perché mi devo fare problemi?
- non mi devo vergognare di niente perché tanto oggi divorziare è normale, e quindi per la moglie di lui è pure meglio, almeno finisce l'ipocrisia, e poi si può sempre rifare una vita, mica glielo impedisco
- non mi devo vergognare di niente, tanto meno per i figli di lui, perché tanto oggi i ragazzi sono moderni e sono di larghe vedute, mica come succedeva una volta, oggi, anzi, sono anche contenti che il padre si rifaccia una vita, ma come sono intelligenti i ragazzi di oggi (erano i nostri genitori, nonni, bisnonni, etc. che erano tutti stupidi!)

Una che si costruisce un popo' di bagaglio del genere, sicuramente non pensa a quello che può significare per lui avere figli con 2 donne diverse, e quello che i figli penserebbero di questa cosa, vedendo il padre conteso qua e là (e non ho nemmeno contemplato il caso in cui lei abbia figli avuti in precedenza), come è molto probabile che non si farebbe il minimo scrupolo, qualora lui volesse troncare, di ricattarlo, dicendo tutto alla moglie, con il risultato che lei tanto non otterrebbe quello che voleva, e in più sfascia una famiglia, facendolo buttare fuori di casa, e facendolo spennare dall'avvocato della moglie, e tutto solo per una irresponsabile vendetta.

Mettiamo poi che lui, si faccia convincere da lei, e quindi a perdere la famiglia, perdere la fiducia dei figli, dover passare il mantenimento alla ex moglie (e sentirsi le sue giustissime ramanzine), dover decidere se, come e quando vedere i suoi figli, dovendo conciliare anche con quello che sono le "esigenze" della nuova moglie, mettere al mondo un altro figlio, e quindi dover sempre valutare su come deve comportarsi con gli uni e con il nuovo...problemi su problemi...e quindi non comincia sotto i migliori auspici, anzi, siamo sicuri che la signora "io sono il centro del mondo", un bel giorno non decida che "basta, tra noi è finita"? Come ne ha sfasciata una di famiglia, non credo abbia problemi a sfasciarne un'altra, oltretutto è la sua quindi ha anche "più diritto" di farlo, se pensa che i figli "non ne risentano perché oggi nascono supermoderni", che gliene frega di quello che pensa la "nuova" creatura.

...e lui si trova a pagare due mantenimenti.

Ovviamente non v'è certezza, magari potrebbe nascere la più bella storia d'amore possibile, ma, visto come ragiona tanta gente, io sono molto pessimista.
Perchè dovrebbe preoccuparsi lei della famiglia di lui??? È lui che ha una famiglia e dei doveri ed è lui che dovrebbe preoccuparsene non chi non ce l'ha!

Come al solito l'uomo è sempre giustificato, tanto vuole solo "divertirsi", mentre la donna è la classica sfascia famiglia, egoista e insensibile. Inoltre l'uomo è anche uno incapace di intendere e di volere facendosi convincere a lasciare la povera moglie dall'arpia egoista che potrebbe anche mettere in mezzo a una strada il poveretto inconsapevole e incolpevole... del resto lui cerca solo divertimento e non può assumersi alcuna responsabilità perché alla sua povera moglie e ai figli deve pensarci lei!

Trovo il tuo discorso molto sessista e offensivo. Smettetela di scaricare sempre colpa sulle donne!
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 44

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da george clooney » 07/03/2019, 20:22

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 19:33
Sono d'accordo con te sul fatto che ci sono donne che sono delle vere e proprie sfascia famiglie, che non si fanno alcun problema ad andare con uomini sposati..Però vedi, l'amante non conosce la moglie e i figli, quindi non è loro affezionata, non ha alcun rapporto con loro, per cui è molto improbabile che si preoccupi per loro e si faccia degli scrupoli..Questo non vuole assolutamente giustificare da parte mia il ruolo dell'amante..Anch'io infatti non sono molto per le famiglie allargate del giorno d'oggi..L'uomo invece, ha giurato fedeltà alla moglie, ha visto nascere e crescere i propri figli; è lui che si è preso un impegno formandosi una famiglia. Per esperienza personale ti posso dire che quando finì il mio matrimonio, io me la presi con il mio ex marito, perchè era con lui che credevo di aver instaurato un rapporto di amore e di fiducia che sarebbe dovuto durare per tutta la vita..Era da lui che pretendevo rispetto, non da una probabile amante che neanche mi conosceva..Mi sono spiegata? Spero di si, visto che mi sono dilungata..

Ospite

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da Ospite » 07/03/2019, 20:45

george clooney ha scritto:
07/03/2019, 20:22
L'uomo invece, ha giurato fedeltà alla moglie, ha visto nascere e crescere i propri figli; è lui che si è preso un impegno formandosi una famiglia. Per esperienza personale ti posso dire che quando finì il mio matrimonio, io me la presi con il mio ex marito, perchè era con lui che credevo di aver instaurato un rapporto di amore e di fiducia che sarebbe dovuto durare per tutta la vita..Era da lui che pretendevo rispetto, non da una probabile amante che neanche mi conosceva..Mi sono spiegata?
Sottoscrivo quanto hai detto, infatti tu avevi tenuto fede all'impegno preso, e lui, invece, non ha tenuto fede (e, se vi siete sposati in chiesa, lo avete preso davanti a Dio, non certo a Pinco Pallino), quindi tu hai subito un danno enorme da lui, ed è giusto che tu indichi lui come il principale responsabile, dal tuo punto di vista è inoppugnabile, ma guarda che anche lei ci ha messo molto del suo, sia perché l'uomo nella grande maggioranza dei casi, si fa facilmente manipolare (fidati...è così ;) ), e perché io sono dell'idea che non bisogna andare dietro a persone sposate, men che meno per strapparli alle altre, se ti avesse rubato il portafoglio ti avrebbe fatto un danno molto minore.
Chiaramente non voglio certo giustificare lui, in quanto un adulto deve saper controllare le sue pulsioni, ci mancherebbe. Anche per questo io dico sempre di evitare relazioni extraconiugali.

Tempo fa, durante uno scambio di mail, parlai di questi scenari con una donna sposata con figli, e lei era fondamentalmente d'accordo, e mi disse
io - da donna - sono abbastanza d'accordo con lei. Secondo me - e lo dico da donna - l'uomo è un po' "farlocco" e la donna è lei che "comanda" nelle relazioni amorose.
Insomma, se mi consente l'espressione volgare, se uno è un "porcello" è perché dietro c'è una "zocc..."

Però, sono altrettanto convinta che la responsabilità è individuale. Non sta né in Cielo né in terra il voler giustificare un tradimento, neanche se lui (o lei) si comporta poi da angelo con il coniuge tradito e con i figli.
Neanche se lui (e magari qualche volta può succedere anche a una lei) è "vittima" delle arti magiche di un grande seduttore/ seduttrice: la vita non è un film né un romanzo rosa. Gli istinti e le pulsioni le persone adulte devono essere in grado di controllarle (forse il problema è che ormai viviamo in un mondo sessocentrico, per cui si ragiona con quel che c'è dalla cintola in giù?)

Ultima cosa: sia che sia maschio, sia che sia femmina, il single che si "innamora" di una persona sposata per me è da galera.E se ci sono di mezzo dei figli anche un po' da tortura.
Sottoscrivo ogni parola di quanto ha scritto, soprattutto con l'ultima parte.

Avatar utente
Etere
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 3728
Iscritto il: 21 gennaio 2013
Sesso:
Età: 46

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da Etere » 07/03/2019, 21:04

tropicsnow ha scritto:
07/03/2019, 19:51
Perchè dovrebbe preoccuparsi lei della famiglia di lui??? È lui che ha una famiglia e dei doveri ed è lui che dovrebbe preoccuparsene non chi non ce l'ha!

Come al solito l'uomo è sempre giustificato, tanto vuole solo "divertirsi", mentre la donna è la classica sfascia famiglia, egoista e insensibile. Inoltre l'uomo è anche uno incapace di intendere e di volere facendosi convincere a lasciare la povera moglie dall'arpia egoista che potrebbe anche mettere in mezzo a una strada il poveretto inconsapevole e incolpevole... del resto lui cerca solo divertimento e non può assumersi alcuna responsabilità perché alla sua povera moglie e ai figli deve pensarci lei!

Trovo il tuo discorso molto sessista e offensivo.
Gli eritrei sono più evoluti di Klaus [smilie=asd.gif]
Senza il sol nulla son io

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7288
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tempest » 07/03/2019, 21:10

Ultima cosa: sia che sia maschio, sia che sia femmina, il single che si "innamora" di una persona sposata per me è da galera.E se ci sono di mezzo dei figli anche un po' da tortura.
Orrore....

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7288
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Relazione extraconiugale

Messaggio da tempest » 07/03/2019, 21:20

Klaus72 ha scritto:
07/03/2019, 19:33
Ti dico come la penso io: premesso che entrambi sbagliano, e sono d'accordo con te, ma per me la peggiore dei due e, di gran lunga la più pericolosa è lei, e molto più di lui.

Lui è vero che sbaglia, ma comunque vuole solo "divertirsi", senza per questo sfasciare una famiglia, ripeto la fedeltà è un valore, ed un valore in cui io credo (non ho mai messo corna in vita mia), e quindi lui si comporta male nei confronti di lei. Lui, nel suo immaginario, vuole solo divertirsi e fare una cosa circoscritta, ma non si rende conto che, qualora lo venissero a sapere la moglie o i figli, si fa presto a perdere la loro fiducia, e c'è il rischio che la famiglia, che lui vuole preservare, vada a gambe all'aria. Non gliel'ha detto il dottore di avere relazioni extraconiugali, e di dover consumare per forza, anche se la relazione con la moglie non è delle più allegre.
C'è comunque da dire che lui, se moglie e figli non lo vengono a sapere prima, è sempre a tempo a chiudere e a rientrare nella retta via.

Detto ciò su di lui, verso il quale sono comunque severo, ciò non toglie che lei è di gran lunga peggiore e molto più pericolosa, in quanto è una grandissima egoista che pensa che il semplice essere "innamorata" le dia la facoltà di fare qualsiasi cosa, senza farsi il minimo scrupolo, senza pensare alla moglie di lei, e men che meno ai figli, per lei esiste solo lei ed il suo desiderio. Non le importa del fatto che la moglie di lui perderebbe la persona alla quale ha giurato fedeltà "finché morte non ci separi", non le interessa di quanto i figli di lui possono sentire la mancanza del padre, e di quanto possano sentirsi destabilizzati per lo sfascio della loro famiglia (anche se oggi va sempre più di moda dire che per loro, non solo è indolore, ma sono talmente "moderni" oggi i ragazzi, che sono anche più contenti che i genitori si separano perché così possono "rifarsi la vita").
Lei essendo un'egoista senza scrupoli (se avesse mirato solo a farsi una sco*ata ogni tanto, sarebbe stata meno peggio di lui e meno peggio in assoluto, perché avrebbe dimostrato di avere qualche scrupolo) sicuramente nemmeno si vergognerebbe di dirlo in giro, giustificandosi anche del fatto che "lo vuole fare seriamente e alla luce del sole", come se uno che ruba un portafoglio davanti al danneggiato sia migliore di chi lo fa con destrezza senza farsi accorgere, per fare un esempio.
Il bagaglio di idee di lei è composto da:
- il mio desiderio deve essere esaudito e non mi interessa degli altri
- quello che succederà alla moglie di lui non mi interessa, che si arrangi
- quello che succederà ai figli di lui non mi interessa, che si arrangino
- sicuramente penserà anche che se poi lui i figli non li vede più, meglio così, almeno non ci sono intralci sulla mia via, lui deve pensare solo al figlio che faremo noi
- non mi interessa di quello che può significare per lui il mandare all'aria la sua famiglia
- non mi devo vergognare di niente, perché lo dico apertamente e quindi sono una persona seria
- non mi devo vergognare di niente perché tanto "nessuno è un santo" quindi perché mi devo fare problemi?
- non mi devo vergognare di niente perché tanto oggi divorziare è normale, e quindi per la moglie di lui è pure meglio, almeno finisce l'ipocrisia, e poi si può sempre rifare una vita, mica glielo impedisco
- non mi devo vergognare di niente, tanto meno per i figli di lui, perché tanto oggi i ragazzi sono moderni e sono di larghe vedute, mica come succedeva una volta, oggi, anzi, sono anche contenti che il padre si rifaccia una vita, ma come sono intelligenti i ragazzi di oggi (erano i nostri genitori, nonni, bisnonni, etc. che erano tutti stupidi!)

Una che si costruisce un popo' di bagaglio del genere, sicuramente non pensa a quello che può significare per lui avere figli con 2 donne diverse, e quello che i figli penserebbero di questa cosa, vedendo il padre conteso qua e là (e non ho nemmeno contemplato il caso in cui lei abbia figli avuti in precedenza), come è molto probabile che non si farebbe il minimo scrupolo, qualora lui volesse troncare, di ricattarlo, dicendo tutto alla moglie, con il risultato che lei tanto non otterrebbe quello che voleva, e in più sfascia una famiglia, facendolo buttare fuori di casa, e facendolo spennare dall'avvocato della moglie, e tutto solo per una irresponsabile vendetta.

Mettiamo poi che lui, si faccia convincere da lei, e quindi a perdere la famiglia, perdere la fiducia dei figli, dover passare il mantenimento alla ex moglie (e sentirsi le sue giustissime ramanzine), dover decidere se, come e quando vedere i suoi figli, dovendo conciliare anche con quello che sono le "esigenze" della nuova moglie, mettere al mondo un altro figlio, e quindi dover sempre valutare su come deve comportarsi con gli uni e con il nuovo...problemi su problemi...e quindi non comincia sotto i migliori auspici, anzi, siamo sicuri che la signora "io sono il centro del mondo", un bel giorno non decida che "basta, tra noi è finita"? Come ne ha sfasciata una di famiglia, non credo abbia problemi a sfasciarne un'altra, oltretutto è la sua quindi ha anche "più diritto" di farlo, se pensa che i figli "non ne risentano perché oggi nascono supermoderni", che gliene frega di quello che pensa la "nuova" creatura.

...e lui si trova a pagare due mantenimenti.
Ti sei fatto tutto il film [smilie=shocked.gif]