Trilogia della vendetta, Park Chan-wook

Film, nuove uscite, vecchie uscite, attori, attrici, presentatori, palinsesti, canali tv, show, spettacoli... Recensioni, suggerimenti, opinioni e critiche

Moderatore: Sabrina

Rispondi
Avatar utente
Etere
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 3588
Iscritto il: 21 gennaio 2013
Sesso:
Età: 45

Trilogia della vendetta, Park Chan-wook

Messaggio da Etere » 20/06/2014, 1:50

"Se sei solo può succedere di vedere le formiche. A tante persone veramente sole che ho conosciuto è capitato di vedere delle formiche prima o poi. Ho provato a capire perchè. Le formiche si muovono in gruppo, lo sai? Credo sia questo il motivo per cui molte persone sole pensano alle formiche".

Park Chan-wook, "Old boy".

La Trilogia della vendetta del regista Park Chan-wook consta di tre films, Mr. Vendetta, Oldboy e Lady Vendetta.

Mr. Vendetta ('Sympathy for Mr. Vengeance') è il primo capitolo, il più geniale (secondo il mio parere) della trilogia girata dal regista sudcoreano...
Senza il sol nulla son io

Avatar utente
Etere
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 3588
Iscritto il: 21 gennaio 2013
Sesso:
Età: 45


Messaggio da Etere » 20/06/2014, 23:45

Tre cose saltano immediatamente all'occhio guardando Mr. Vendetta ("Vendetta con la V maiuscola, come un cognome, una stirpe, una generazione di discendenti a raccontare la storia di un comportamento che da solo non può innescarsi", scrive A. Antonelli):

1) la regia assolutamente mostruosa di Park Chan-wook , un vero Maestro, un fuoriclasse. Montaggio, fotografia... tutto stupendo, da urlo: roba da far vedere nelle scuole di cinematografia dalla mattina alla sera.

2) L'uso a effetto, assolutamente spiazzante, della tecnica dell'ellissi e il carattere marcatamente grottesco che connota l'intero canovaccio di questa piccola gemma cinematografica.

3) La linea di demarcazione tra il vendicatore e chi subisce la vendetta non è netta nè tantomeno tratteggiata: non si riesce a distinguere quale tra i due sia il vendicatore.

La scena finale è il massimo: sembra chiara nelle motivazioni che spingono i protagonisti in questione, ma in realtà c'è un piccolo enigma gustosissimo. Sfido chiunque a capire chi sono realmente i loschi figuri che compaiono nel finale drammatico ;)

[URL=http://www.imagebam.com/image/e9b35c334283257][img]http://thumbnails110.imagebam.com/33429/e9b35c334283257.jpg[/img][/URL]
Senza il sol nulla son io

Avatar utente
Etere
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 3588
Iscritto il: 21 gennaio 2013
Sesso:
Età: 45

Re: Trilogia della vendetta, Park Chan-wook

Messaggio da Etere » 21/06/2014, 23:31

Etere ha scritto:
Park Chan-wook, "Old boy".
"Old boy" è il secondo capitolo della trilogia. E' considerato dalla critica e dalla maggior parte degli estimatori del regista sudcoreano il capolavoro della trilogia della vendetta. E' stato premiato con il "Grand Prix Speciale della Giuria" al Festival di Cannes 2004 (Quentin Tarantino, presidente della giuria, ha detto di Old Boy: « è il film che avrei voluto fare»), ma sinceramente non mi è piaciuto, l'ho trovato piuttosto cervellotico, contorto. In particolare la vicenda che ha scatenato la vendetta mi ha lasciato piuttosto perplesso. Insomma mi ha convinto poco questo film, motivo per cui delle due l'una: o Tarantino non capisce un ***** di cinema oppure i coreani dell'entourage di Park Chan-wook gli hanno promesso una Jaguar (o una "Giuguar" come dice un mio amico :DD ). Decisamente molto, ma molto meglio, invece "Lady Vendetta", il terzo capitolo della trilogia...

http://www.youtube.com/watch?v=NVoOQJK3iaE
Senza il sol nulla son io

Avatar utente
Etere
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 3588
Iscritto il: 21 gennaio 2013
Sesso:
Età: 45

Re: Trilogia della vendetta, Park Chan-wook

Messaggio da Etere » 22/06/2014, 22:11

Etere ha scritto:[...]


"Lady Vendetta", il terzo capitolo della trilogia...

http://www.youtube.com/watch?v=NVoOQJK3iaE
[URL=http://www.imagebam.com/image/a912d2334640264][img]http://thumbnails112.imagebam.com/33465/a912d2334640264.jpg[/img][/URL]

Qui la vendetta, a differenza dei due precedenti capitoli, da privata diventa collettiva (o meglio, privatamente collettiva). E' il capitolo più "psicologico" della trilogia della vendetta.
La candeggina, i ninnoli del cellulare, la traduzione dal coreano all'inglese, la parola chiave "atonement", la scena da incubo, terrificante, nella scuola abbandonata, le due torte (quella nera e quella bianca), la nevicata finale. Il lirismo, il noir, il kitsch, il barocco. Pazzesco, indimenticabile...
Senza il sol nulla son io