Il sesso e i moralisti

Relazioni di coppia: esperienze, storie, delusioni, consigli

Regole del forum
Solo discussioni. Non annunci o ricerca di incontri per cui esistono gli altri forum
Avatar utente
elixa
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 85
Iscritto il: 23 luglio 2012
Età: 36

Il sesso e i moralisti

Messaggio da elixa » 25/09/2012, 18:10

Dopo una accesa discussione con amici mi sono chiesta come mai all'alba del 2012 ci sono ancora persone che vedono il sesso come un tabù. Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. Secondo codeste persone "certe cose" come le chiamano loro andrebbero fatte solo ed esclusivamente con il "grande amore" o in alternativa il proprio partner. Conoso però altrettante persone, in particolare donne, che lo fanno ma non lo vogliono ammettere altrimenti sarebbero considerate "facili" dal popolo di pecoroni.
Mi batto spesso per la libertà di espressione e di pensiero e la vedo in maniera completamente diversa.
Per me il sesso è qualcosa di sublime, cerebrale e altamente erotico e se fatto in questo modo, a mio avviso, è tutto fuorchè fare sport!! Non capisco perchè dovrei precludermi l'oppurtunità di una serata piacevole in compagnia di una persona che mi piace, mi affascina anche se so perfettamente che dopo non ci sarà nulla di più di questo.
E quando affermo queste cose vengo spesso bollata non come quella che la pensa diversamente ma anzi, come quella "facile" "senza dignità" e che "sicuramente ci sta con chiunque" dunque non seria.
Detto questo per dire...
voi che idea avete del sesso? lo vedete come un tabù oppure come il naturale processo dei nostri istinti?
...ha l'eleganza del riccio: fuori è protetta da aculei, una vera e propria fortezza, ma ho il sospetto che dentro sia semplice e raffinata come i ricci, animaletti fintamente indolenti, risolutamente solitari e terribilmente eleganti...

cinque
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1370
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 44

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da cinque » 25/09/2012, 18:37

elixa ha scritto:Dopo una accesa discussione con amici mi sono chiesta come mai all'alba del 2012 ci sono ancora persone che vedono il sesso come un tabù. Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. Secondo codeste persone "certe cose" come le chiamano loro andrebbero fatte solo ed esclusivamente con il "grande amore" o in alternativa il proprio partner. Conoso però altrettante persone, in particolare donne, che lo fanno ma non lo vogliono ammettere altrimenti sarebbero considerate "facili" dal popolo di pecoroni.
Mi batto spesso per la libertà di espressione e di pensiero e la vedo in maniera completamente diversa.
Per me il sesso è qualcosa di sublime, cerebrale e altamente erotico e se fatto in questo modo, a mio avviso, è tutto fuorchè fare sport!! Non capisco perchè dovrei precludermi l'oppurtunità di una serata piacevole in compagnia di una persona che mi piace, mi affascina anche se so perfettamente che dopo non ci sarà nulla di più di questo.
E quando affermo queste cose vengo spesso bollata non come quella che la pensa diversamente ma anzi, come quella "facile" "senza dignità" e che "sicuramente ci sta con chiunque" dunque non seria.
Detto questo per dire...
voi che idea avete del sesso? lo vedete come un tabù oppure come il naturale processo dei nostri istinti?
Ti sei infilata in una discussione con degli amici in cui molti fanno, ma non dicono. E' difficile uscire da certi retaggi per una donna, definita' una che ci sta con tutti'. A me piace parlare di sesso, non lo ritengo celebrale, ma una panacea per molti disagi e nervosismi e sovrastrutture ' da paranoia'.
Piu' sesso sarebbe meglio per tutti. Non so pero' dirti cosa farei io. Sono fidanzata, tra uno e l' altro ,oramai da 13 anni ed ho sempre fato fatica ad accettare, come quasi tutte le donne che conosco, il dopo del sesso senza amore( il durante e' grandioso, forse anche migliore del sesso con amore, per quanto riguarda le mie esperienze). Senza sesso pero' non vorrei vivere.
Se tu stai bene con te stessa fregatene....

marcy71973
Nuovo Iscritto
Messaggi: 0
Iscritto il: 23 settembre 2012
Età: 45

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da marcy71973 » 25/09/2012, 18:49

per me il sesso non e un tabu ne parlo liberamente, preso dalla parte dei maschi il piu delle volte e meccanica e non ci si ferma a pensare che dall'altra parte ce una donna e questo e un male. per quanto concerne la tua domanda dentro di noi scattano dei processi chimici che non possiamo controllare e puo capitare di ritrovarsi a letto facendo del sesso con persone diverse. l'uomo passa per cacciatore e la donna per facili costumi

Avatar utente
Mister71
MailAmicissimo
MailAmicissimo
Messaggi: 1649
Iscritto il: 18 marzo 2008
Età: 47

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Mister71 » 25/09/2012, 19:55

elixa ha scritto:Dopo una accesa discussione con amici mi sono chiesta come mai all'alba del 2012 ci sono ancora persone che vedono il sesso come un tabù. Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. Secondo codeste persone "certe cose" come le chiamano loro andrebbero fatte solo ed esclusivamente con il "grande amore" o in alternativa il proprio partner. Conoso però altrettante persone, in particolare donne, che lo fanno ma non lo vogliono ammettere altrimenti sarebbero considerate "facili" dal popolo di pecoroni.
Mi batto spesso per la libertà di espressione e di pensiero e la vedo in maniera completamente diversa.
Per me il sesso è qualcosa di sublime, cerebrale e altamente erotico e se fatto in questo modo, a mio avviso, è tutto fuorchè fare sport!! Non capisco perchè dovrei precludermi l'oppurtunità di una serata piacevole in compagnia di una persona che mi piace, mi affascina anche se so perfettamente che dopo non ci sarà nulla di più di questo.
E quando affermo queste cose vengo spesso bollata non come quella che la pensa diversamente ma anzi, come quella "facile" "senza dignità" e che "sicuramente ci sta con chiunque" dunque non seria.
Detto questo per dire...
voi che idea avete del sesso? lo vedete come un tabù oppure come il naturale processo dei nostri istinti?
Ciao...

Questo è un argomento molto vasto... E' molto difficile parlarne mettendo prima da parte i propri condizionamenti, soprattutto quelli di cui non si ha coscienza.

Non è detto che sia un tabù soltanto perché lo si vive come qualcosa che va gestito e non lasciato a briglia sciolta, però se a te va di farlo con chi ti capita a tiro senza pensarci troppo, e non hai legami che soffrirebbero per questo, allora l'unica a trarne benefici e perdite sarai tu, quindi va bene così.

Mi sorge una domanda: se tu sei abituata ad essere "libera" in quel senso, e godi di questa libertà senza fronzoli, che accade nel momento in cui qualcosa di questa libertà viene meno perché nella tua vita entra una persona?

Sei capace, abbastanza rapidamente, ad accettare di essere meno libera? Se hai un legame con qualcuno e un altro uomo ti fa venire voglia, cosa fai? Come ti comporteresti?

Il concetto di "smetto quando voglio" quanto è applicabile al tuo modo di vivere, quando sarà necessario farlo?

Ciao...

alilad81
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 153
Iscritto il: 21 marzo 2012
Età: 37

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da alilad81 » 26/09/2012, 0:32

elixa ha scritto:Dopo una accesa discussione con amici mi sono chiesta come mai all'alba del 2012 ci sono ancora persone che vedono il sesso come un tabù. Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. Secondo codeste persone "certe cose" come le chiamano loro andrebbero fatte solo ed esclusivamente con il "grande amore" o in alternativa il proprio partner. Conoso però altrettante persone, in particolare donne, che lo fanno ma non lo vogliono ammettere altrimenti sarebbero considerate "facili" dal popolo di pecoroni.
Mi batto spesso per la libertà di espressione e di pensiero e la vedo in maniera completamente diversa.
Per me il sesso è qualcosa di sublime, cerebrale e altamente erotico e se fatto in questo modo, a mio avviso, è tutto fuorchè fare sport!! Non capisco perchè dovrei precludermi l'oppurtunità di una serata piacevole in compagnia di una persona che mi piace, mi affascina anche se so perfettamente che dopo non ci sarà nulla di più di questo.
E quando affermo queste cose vengo spesso bollata non come quella che la pensa diversamente ma anzi, come quella "facile" "senza dignità" e che "sicuramente ci sta con chiunque" dunque non seria.
Detto questo per dire...
voi che idea avete del sesso? lo vedete come un tabù oppure come il naturale processo dei nostri istinti?
Io credo che anche la concezione del sesso sia assolutamente personale. E' innegabile che si possa fare sesso senza amore (se ci si riesce, perchè ci sono anche donne che, in questo caso, presentano problemi oggettivi e materialmente non ce la fanno). In definitiva è la semplice applicazione di una tecnica ed un quindicenne potrebbe farlo senza problemi con una sessantenne. C'è chi trae appagamento dal momentaneo, c'è chi viene distrutto dal momentaneo nel senso che, vedendo deluse le proprie aspettative di pienezza, viene colpito da frustrazione e da nausea, tanto da pensare che siano preferibili dieci anni senza sesso che un attimo di strazio.
Anche io vedo il sesso come qualcosa di assolutamente sublime, come dici tu, ed il naturale processo dei miei istinti. Si tende spesso a considerare il momento del concepimento e della nascita di un bambino come miracoloso. Io ritengo che lo sia ancor di più l'attrazione per un uomo: sentire il proprio corpo che emette dei richiami, anche se egli si trova a mille miglia di distanza; vivere i repentini cambiamenti che comporta la sua vicinanza fisica; constatare la naturalezza con la quale egli riesce a scoprire e a tirare fuori i tuoi più intimi segreti. Se ci pensi è lo stupore che vedi nei suoi occhi nello scoprirti donna che ti fa sentire veramente tale...La domanda è quindi questa: chi è in grado di produrre questo miracolo? E' altamente improbabile che possa l'uomo X, con la quale si pensa di passare liberamente una piacevole serata: egli si limiterà certo ad applicare al meglio una tecnica, con ottimi risultati, ma non avrà alcun interesse a studiarti intimamente perchè anche lui sa che non ti dovrà mantenere. E' più probabile che possa farlo il tuo uomo, quello che ha interesse e piacere di iniziare con te un piacevole ed infinito percorso di ricerca dell'appagamento totale...In definitiva, se si vede il sesso come miracoloso l'uomo X non basta, se invece lo si vede come appagamento fisico va bene qualsiasi uomo e di qualsiasi età, ci mancherebbe...
Non è corretto però pensare che chi lega il sesso all'amore sia intorpidito da tabù o lo veda come esercizio fisico. Esercitare la propria facoltà di cedere quello che di più intimo ci sia a chi si considera eletto non significa non essere liberi, anzi, significa essere liberi anche dal proprio condizionamento fisico...E' ovvio che vivere senza sesso è altamente lesivo, ma l'ebbrezza che si prova nel riconoscersi nuovamente donna dopo eterni periodi di patimento ripaga; è il non essere a lungo in un dato stato che ne amplifica esponenzialmente il valore...

Sims
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1328
Iscritto il: 28 maggio 2006
Età: 37

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Sims » 26/09/2012, 22:55

elixa ha scritto:Dopo una accesa discussione con amici mi sono chiesta come mai all'alba del 2012 ci sono ancora persone che vedono il sesso come un tabù. Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. Secondo codeste persone "certe cose" come le chiamano loro andrebbero fatte solo ed esclusivamente con il "grande amore" o in alternativa il proprio partner. Conoso però altrettante persone, in particolare donne, che lo fanno ma non lo vogliono ammettere altrimenti sarebbero considerate "facili" dal popolo di pecoroni.
Mi batto spesso per la libertà di espressione e di pensiero e la vedo in maniera completamente diversa.
Per me il sesso è qualcosa di sublime, cerebrale e altamente erotico e se fatto in questo modo, a mio avviso, è tutto fuorchè fare sport!! Non capisco perchè dovrei precludermi l'oppurtunità di una serata piacevole in compagnia di una persona che mi piace, mi affascina anche se so perfettamente che dopo non ci sarà nulla di più di questo.
E quando affermo queste cose vengo spesso bollata non come quella che la pensa diversamente ma anzi, come quella "facile" "senza dignità" e che "sicuramente ci sta con chiunque" dunque non seria.
Detto questo per dire...
voi che idea avete del sesso? lo vedete come un tabù oppure come il naturale processo dei nostri istinti?
Io non parlo facilmente di sesso, mi manca proprio la terminologia :D , nel senso che - come penso tutti quelli che in casa non ne hanno avuto un avvicinamento positivo e naturale- o parlo con termini tecnici oppure cado nel volgare.
Rispetto alle mie abitudini sessuali, il mio atteggiamento è cambiato più volte nel corso degli anni e molto dipende dalle persone che incontro. In generale non riesco ad andare fino in fondo con una persona che non mi attrae anche mentalmente e se non provo qualcosa, ma non è una scelta o uno stile di vita, semplicemente il risultato di tante cose che fanno parte di me. Però conosco solo donne che hanno sposato il loro primo fidanzato (o quasi) e che mi fanno sentire molto emancipata :DD

Rimuovere l'utente 11898

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Rimuovere l'utente 11898 » 27/09/2012, 14:31

elixa ha scritto: Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. Secondo codeste persone "certe cose" come le chiamano loro andrebbero fatte solo ed esclusivamente con il "grande amore" o in alternativa il proprio partner.

Per me il sesso è qualcosa di sublime, cerebrale e altamente erotico e se fatto in questo modo, a mio avviso, è tutto fuorchè fare sport!! Non capisco perchè dovrei precludermi l'oppurtunità di una serata piacevole in compagnia di una persona che mi piace, mi affascina anche se so perfettamente che dopo non ci sarà nulla di più di questo.

E quando affermo queste cose vengo spesso bollata non come quella che la pensa diversamente ma anzi, come quella "facile" "senza dignità" e che "sicuramente ci sta con chiunque" dunque non seria.
Beh, così in prima battuta, mi sento perfettamente in linea col tuo modo di vedere il sesso e la sua pratica. Ho avuto anch'io un'educazione sul genere di quella descritta da Sims, ma non per questo ne sono rimasto condizionato. Col tempo, ho maturato in relazione all'attività sessuale, una completa e disinibita interpretazione personale, svincolata appunto da luoghi comuni, tradizionalismi e falsi moralismi di facciata. Lo ritengo pure io una pratica naturale e normale per l'essere umano, da comprenderne e tollerarne le visioni personali, così come c'è qualcuno a cui interessa poco, chi lo fà solo per amore, e a chi invece piace come ebbrezza e appagamento dei sensi. Le variabili poi sono infinite.

Con riguardo all'ultima tua considerazione, esiste una larga fetta di pensiero opportunisticamente falso e bigotto, dove conta di più la facciata perbene, che non il dare corso alla propria istintività, pur nel rispetto degli altri, e di una componente fondamentale come il sentimento.

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 28/09/2012, 21:48

alilad81 ha scritto:[...]

In definitiva, se si vede il sesso come miracoloso l'uomo X non basta, se invece lo si vede come appagamento fisico va bene qualsiasi uomo e di qualsiasi età, ci mancherebbe...
Ho riletto il tuo intervento più di una volta perchè non ero sicura se ci avevo capito un mezzo concetto, sono una testaccia e faccio fatica a comprendere certe volte [smilie=muro.gif] , chiedo scusa...

Ma di certo quello che ho riportato quì sù mi è abbastanza chiaro e non sono daccordo per nulla con te..

1) " il miracolo" come dici tu, io me lo sono vissuto: sono stati fuochi d'artificio ed amore, insieme ed alternati, rendere l'idea non è semplice quà; comunque fidati è una cosa possibilissima...Non è che se in una coppia c'è amore poi non può esserci pure sesso, insomma si può "fare l'amore" e "fare del sesso"...

2) Seppure si voglia fare del sano sesso con un partner per cui non si prova alcun sentimento non è vero come dici tu che chiunque vada bene! ma che dici? [smilie=oo.gif] e poi anche il sesso "libero" o come cavolo lo vuoi chiamare non consiste in un mero atto meccanico, perchè altrimenti non ci sarebbero coinvolgimento ed appagamento.

templare1971

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da templare1971 » 28/09/2012, 22:52

Pallina, ho letto tutto l'ambaradan....

Non sei un testaccia; Sei una con la testa sulle spalle... e con le idee ben chiare.

Moralismo "zero" e credo delle proprie idee.

Complimenti

alilad81
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 153
Iscritto il: 21 marzo 2012
Età: 37

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da alilad81 » 28/09/2012, 23:26

Pallina5 ha scritto:[...]



Ho riletto il tuo intervento più di una volta perchè non ero sicura se ci avevo capito un mezzo concetto, sono una testaccia e faccio fatica a comprendere certe volte [smilie=muro.gif] , chiedo scusa...

Ma di certo quello che ho riportato quì sù mi è abbastanza chiaro e non sono daccordo per nulla con te..

1) " il miracolo" come dici tu, io me lo sono vissuto: sono stati fuochi d'artificio ed amore, insieme ed alternati, rendere l'idea non è semplice quà; comunque fidati è una cosa possibilissima...Non è che se in una coppia c'è amore poi non può esserci pure sesso, insomma si può "fare l'amore" e "fare del sesso"...

2) Seppure si voglia fare del sano sesso con un partner per cui non si prova alcun sentimento non è vero come dici tu che chiunque vada bene! ma che dici? [smilie=oo.gif] e poi anche il sesso "libero" o come cavolo lo vuoi chiamare non consiste in un mero atto meccanico, perchè altrimenti non ci sarebbero coinvolgimento ed appagamento.
In effetti credo che tu abbia compreso esattamente l'opposto del mio ragionamento... :D Anche io so che è possibilissimo avere amore e fuochi d'artificio insieme ed alternati; quando si ama veramente coesistono molto spesso anzi, così come fare l'amore e fare sesso in realtà coincide...Con la mia affermazione "chiunque va bene" non intendevo che si debba andare al bar e scegliere chi sta uscendo dalla porta perchè è più vicino ma che, se si è svincolati dalla ricerca di qualcosa di più profondo, è più probabile che un generico uomo X, incontrato anche la sera stessa, soddisfi i criteri di scelta...Ho ricondotto il "sesso libero" ad un puro atto meccanico appunto perchè, a mio avviso, offre solo appagamento fisico.. Ovviamente un'altra persona potrebbe esserne appagata anche mentalmente, per questo dicevo che la concezione è personalissima...Inoltre, il mio ragionamento verteva sul solito dilemma: " si può fare sesso senza amore?"...Mia risposta: che lo si possa fare è ovvio, se si ritenga, a torto o a ragione, che non ne valga la pena è un'altra cosa...

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 29/09/2012, 10:53

alilad81 ha scritto:[...]



In effetti credo che tu abbia compreso esattamente l'opposto del mio ragionamento... :D Anche io so che è possibilissimo avere amore e fuochi d'artificio insieme ed alternati; quando si ama veramente coesistono molto spesso anzi, così come fare l'amore e fare sesso in realtà coincide...Con la mia affermazione "chiunque va bene" non intendevo che si debba andare al bar e scegliere chi sta uscendo dalla porta perchè è più vicino ma che, se si è svincolati dalla ricerca di qualcosa di più profondo, è più probabile che un generico uomo X, incontrato anche la sera stessa, soddisfi i criteri di scelta...Ho ricondotto il "sesso libero" ad un puro atto meccanico appunto perchè, a mio avviso, offre solo appagamento fisico.. Ovviamente un'altra persona potrebbe esserne appagata anche mentalmente, per questo dicevo che la concezione è personalissima...Inoltre, il mio ragionamento verteva sul solito dilemma: " si può fare sesso senza amore?"...Mia risposta: che lo si possa fare è ovvio, se si ritenga, a torto o a ragione, che non ne valga la pena è un'altra cosa...
Adesso comprendo meglio ciò che intendi dire e non ho nulla da obbiettare al riguardo, sottolinerei solo che secondo me il problema stà proprio nel fatto che dato che sapendoche ognuno vive il sesso in una maniera personalissima forse forse bisogna essere più aperti a posizioni differenti dalle nostre, e non come al solito additare e giudicare( parlo in generale)....

Ps: quello che mi aveva forviato nel tuo intervento erano stati certi esempi, vedi quello del quindicenne con la sessantenne( sembrava, a me, che la sessantenne venisse "screditata" un pochetto; ed io mi auguro di esser ancora informa a quell'età ;) )

ciao :)

AnimaLibera
Nuovo Iscritto
Messaggi: 9
Iscritto il: 02 giugno 2011
Età: 36

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da AnimaLibera » 29/09/2012, 11:03

elixa ha scritto: lo vedete come un tabù oppure come il naturale processo dei nostri istinti?

Dovrebbe essere questo

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4418
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 43

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da george clooney » 29/09/2012, 22:43

elixa ha scritto:Dopo una accesa discussione con amici mi sono chiesta come mai all'alba del 2012 ci sono ancora persone che vedono il sesso come un tabù. Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. .
In effetti, malgrado al giorno d'oggi siamo continuamente bombardati da messaggi a sfondo sessuale (internet, tv...), c'è ancora la tendenza a vedere il sesso con pregiudizi. Queste limitazioni hanno origini antiche e ancora oggi, nonostante la libertà sessuale raggiunta, si fanno sentire molto. Il rischio, come in tutte le cose,è di esagerare da una parte o dall'altra...

alilad81
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 153
Iscritto il: 21 marzo 2012
Età: 37

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da alilad81 » 01/10/2012, 13:47

Pallina5 ha scritto:[...]



Adesso comprendo meglio ciò che intendi dire e non ho nulla da obbiettare al riguardo, sottolinerei solo che secondo me il problema stà proprio nel fatto che dato che sapendoche ognuno vive il sesso in una maniera personalissima forse forse bisogna essere più aperti a posizioni differenti dalle nostre, e non come al solito additare e giudicare( parlo in generale)....

Ps: quello che mi aveva forviato nel tuo intervento erano stati certi esempi, vedi quello del quindicenne con la sessantenne( sembrava, a me, che la sessantenne venisse "screditata" un pochetto; ed io mi auguro di esser ancora informa a quell'età ;) )

ciao :)
Infatti dicendo che è una cosa personalissima mi sembra che io mi sia tenuta aperta ad ogni posizione; di giudicare non me ne importa nulla, mi importerebbe solo se facessero qualcosa con il mio, credo a ragione no? :DD. E' giusto però che non si giudichino neanche le posizioni più classicistiche. Considerare moralista, ad esempio, chi considera il sesso legato all'amore è sbagliato: siamo tutti adulti, ognuno lo intenda come vuole e lo ricerchi in chi vuole, soprattutto lo ricerchi nel modo in cui sente che possa fare a sè stesso del bene...Se per esempio è di moda il sesso libero però ad una persona X lascia ancora più di amaro in bocca meglio niente no?
No, anche l'affermazione della sessantenne era stata intesa al contrario... :D . Se ci rifletti non la screditavo affatto dicendo che poteva farlo con un quindicenne, anzi... :DD Volevo dire che se si intende il sesso appunto svincolato da moltissimi fattori anche quello dell'età non costituisce un problema...

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 01/10/2012, 13:56

alilad81 ha scritto:[...]



Infatti dicendo che è una cosa personalissima mi sembra che io mi sia tenuta aperta ad ogni posizione; di giudicare non me ne importa nulla, mi importerebbe solo se facessero qualcosa con il mio, credo a ragione no? :DD. E' giusto però che non si giudichino neanche le posizioni più classicistiche. Considerare moralista, ad esempio, chi considera il sesso legato all'amore è sbagliato: siamo tutti adulti, ognuno lo intenda come vuole e lo ricerchi in chi vuole, soprattutto lo ricerchi nel modo in cui sente che possa fare a sè stesso del bene...Se per esempio è di moda il sesso libero però ad una persona X lascia ancora più di amaro in bocca meglio niente no?
No, anche l'affermazione della sessantenne era stata intesa al contrario... :D . Se ci rifletti non la screditavo affatto dicendo che poteva farlo con un quindicenne, anzi... :DD Volevo dire che se si intende il sesso appunto svincolato da moltissimi fattori anche quello dell'età non costituisce un problema...
Ciao,

Volevo rispondere ora, ma devo "scappare", però ti anticipo che ho intercettato alcuni pensieri sui quali mi ritrovo... riprenderò più tardi...

Avatar utente
Turbo
Nuovo Amico
Nuovo Amico
Messaggi: 425
Iscritto il: 30 settembre 2012
Età: 60

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Turbo » 01/10/2012, 14:14

elixa ha scritto:Dopo una accesa discussione con amici mi sono chiesta come mai all'alba del 2012 ci sono ancora persone che vedono il sesso come un tabù. Persone che pensano al sesso come una cosa da palestra, squallida e volgare. Secondo codeste persone "certe cose" come le chiamano loro andrebbero fatte solo ed esclusivamente con il "grande amore" o in alternativa il proprio partner. Conoso però altrettante persone, in particolare donne, che lo fanno ma non lo vogliono ammettere altrimenti sarebbero considerate "facili" dal popolo di pecoroni.
Mi batto spesso per la libertà di espressione e di pensiero e la vedo in maniera completamente diversa.
Per me il sesso è qualcosa di sublime, cerebrale e altamente erotico e se fatto in questo modo, a mio avviso, è tutto fuorchè fare sport!! Non capisco perchè dovrei precludermi l'oppurtunità di una serata piacevole in compagnia di una persona che mi piace, mi affascina anche se so perfettamente che dopo non ci sarà nulla di più di questo.
E quando affermo queste cose vengo spesso bollata non come quella che la pensa diversamente ma anzi, come quella "facile" "senza dignità" e che "sicuramente ci sta con chiunque" dunque non seria.
Detto questo per dire...
voi che idea avete del sesso? lo vedete come un tabù oppure come il naturale processo dei nostri istinti?
Ma io non me lo pongo nemmeno il problema. Il sesso e' una conseguenza non un "traguardo".
Gia parlarne mi scoccia un po'...il sesso si fa, non si discute. Che poi la causa scatenante sia un emozione sentimentale o na nottata di baldoria non ha la minima importanza. Ma se mi trovo in una situazione scontata e la tipa (invece di lasciarsi andare) mi fa problemi, non ci sono ne santi ne madonne: fora da le ball senza manco il saluto. (e non perche' non me l'ha data, ma perche' nei confronti di moralisti, bacchettoni e baciapile io non provo il minimo traaporto e non do la minima considerazione)
Si, :D sono uno "snob" al contrario. :D

Avatar utente
arietina76
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4467
Iscritto il: 15 luglio 2009
Età: 42

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da arietina76 » 01/10/2012, 14:24

Turbo ha scritto:[...]



Ma io non me lo pongo nemmeno il problema. Il sesso e' una conseguenza non un "traguardo".
Gia parlarne mi scoccia un po'...il sesso si fa, non si discute. Che poi la causa scatenante sia un emozione sentimentale o na nottata di baldoria non ha la minima importanza. Ma se mi trovo in una situazione scontata e la tipa (invece di lasciarsi andare) mi fa problemi, non ci sono ne santi ne madonne: fora da le ball senza manco il saluto. (e non perche' non me l'ha data, ma perche' nei confronti di moralisti, bacchettoni e baciapile io non provo il minimo traaporto e non do la minima considerazione)
Si, :D sono uno "snob" al contrario. :D
forse, prima del "fora da le ball senza manco il saluto", non sarebbe male domandarsi il perchè lei ti fa dei problemi.... :rolleyes:

Avatar utente
Turbo
Nuovo Amico
Nuovo Amico
Messaggi: 425
Iscritto il: 30 settembre 2012
Età: 60

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Turbo » 01/10/2012, 14:50

arietina76 ha scritto:[...]



forse, prima del "fora da le ball senza manco il saluto", non sarebbe male domandarsi il perchè lei ti fa dei problemi.... :rolleyes:
Ma manco per idea. Mica ho la pretesa di accollarmi i problemi degli altri o peggio di capirli o di spiegarli.
Quello potrei farlo con la mia compagna, ma solo in presenza del rapporto gia consolidato
Ma se (cito na situazione tipo) dopo una stracorsa in moto o in macchina (parlo di corse vere, non la corsettina nella macchinina sulla strada per andare al mare), dopo na bella serata pogando, bevendo e baciandosi e strusciandosi, me viene a presefntare il conto delle sue seghe mentali...scusa la franchezza e il cinismo ma il "vaffa" se lo becca tutto.
Come gia detto io sono una bestia brada, non lo psicanalista o il padre confessore del mio prossimo

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 01/10/2012, 15:04

alilad81 ha scritto:[...]



Infatti dicendo che è una cosa personalissima mi sembra che io mi sia tenuta aperta ad ogni posizione; di giudicare non me ne importa nulla, mi importerebbe solo se facessero qualcosa con il mio, credo a ragione no? :DD. E' giusto però che non si giudichino neanche le posizioni più classicistiche. Considerare moralista, ad esempio, chi considera il sesso legato all'amore è sbagliato: siamo tutti adulti, ognuno lo intenda come vuole e lo ricerchi in chi vuole, soprattutto lo ricerchi nel modo in cui sente che possa fare a sè stesso del bene...Se per esempio è di moda il sesso libero però ad una persona X lascia ancora più di amaro in bocca meglio niente no?
No, anche l'affermazione della sessantenne era stata intesa al contrario... :D . Se ci rifletti non la screditavo affatto dicendo che poteva farlo con un quindicenne, anzi... :DD Volevo dire che se si intende il sesso appunto svincolato da moltissimi fattori anche quello dell'età non costituisce un problema...
Come promesso arieccomi :D

Il punto che hai fatto emergere ora è che il sesso vada "svincolato" e quindi se ne possa parlare tranquillamente; bisogna riconoscere però che non è possibile parlare di sesso con chiunque e non si deve nemmeno pretendere di poterlo fare, ci vuole rispetto anche in questo senso.

Però credo che la nostra amica Elixa non dia affatto del moralista a chi vede il sesso complementare all'amore, anzi mi pare che l'amore, la religione e tutto il resto, lei non li citi nemmeno.Quello che desidererebbe è poterne parlare appunto senza poi esser giudicata a sua volta.. E' di sicuro lei la prima a non voler dare definizioni ed etichettature varie.

cinque
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1370
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 44

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da cinque » 01/10/2012, 16:32

alilad81 ha scritto:[...]



I, ma l'ebbrezza che si prova nel riconoscersi nuovamente donna dopo eterni periodi di patimento ripaga; è il non essere a lungo in un dato stato che ne amplifica esponenzialmente il valore...
io rispetto il tuo modo di pensare, ma quest'ultima frase mi lascia grandi dubbi;sentirsi donna abbisogna di ETERNI periodi di astinenza ; presevarsi per mantenere il valore di una cosa vuol dire che non farlo significa sporcarsi?????
si puo' anche avere un bel periodo con una storia non impegnata in attesa dell'amore che comunque sarà altro.
Pallina5 ha scritto:[...]



H e poi anche il sesso "libero" o come cavolo lo vuoi chiamare non consiste in un mero atto meccanico, perchè altrimenti non ci sarebbero coinvolgimento ed appagamento.
su questo concordo con la nostra dalila al contrario; il sesso libero è un atto fisico.
quello che mi lascia dubbiosa (e qualche forumista deve averlo già detto ad elixa, airlander) è che continuare con storie brevissime porta ad un cinismo ed a una certa svalutazione dell'amore, ed a continue disillusioni e, diciacemolo, talvolta, anche umiliazioni (perchè guarda di uomini che dopo ti dicono "fuori dalle balle" ce ne sono). anche aderire al mito di "sex and the city" porta ad una certa insoddisfazione, soprattutto se lo si fa in continuazione, senza storie importanti in mezzo; almeno è quello che io vedo nelle mie amiche....

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 01/10/2012, 17:37

cinque ha scritto:[...]

su questo concordo con la nostra dalila al contrario; il sesso libero è un atto fisico.
quello che mi lascia dubbiosa (e qualche forumista deve averlo già detto ad elixa, airlander) è che continuare con storie brevissime porta ad un cinismo ed a una certa svalutazione dell'amore, ed a continue disillusioni e, diciacemolo, talvolta, anche umiliazioni (perchè guarda di uomini che dopo ti dicono "fuori dalle balle" ce ne sono). anche aderire al mito di "sex and the city" porta ad una certa insoddisfazione, soprattutto se lo si fa in continuazione, senza storie importanti in mezzo; almeno è quello che io vedo nelle mie amiche....
Se dobbiamo esser precisi allora diciamo che il sesso è un atto fisico e punto... che si sia in coppia o che si sia single, ma mi pare un pò terra-terra così :O

Mi spiace per le tue amiche ma credo che non dovrebbero riporre speranze in qualcuno " da una sera e via"...

Sono daccordo con te lo stile "sex and the city" non è il massimo ed ecco perchè non è proprio nelle mie corde!

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7119
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da tempest » 01/10/2012, 17:59

cinque ha scritto:[...]


io rispetto il tuo modo di pensare, ma quest'ultima frase mi lascia grandi dubbi;sentirsi donna abbisogna di ETERNI periodi di astinenza ; presevarsi per mantenere il valore di una cosa vuol dire che non farlo significa sporcarsi?????
si puo' anche avere un bel periodo con una storia non impegnata in attesa dell'amore che comunque sarà altro.
io non penso che alilad intendesse questo.Personalmente ho inteso che volesse dire che fare sesso dopo un periodo di astinenza, renda l'esperienza più appagante nella sua "novità", come un risveglio dei sensi e della femminilità.

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7119
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da tempest » 01/10/2012, 18:06

Turbo ha scritto:[...]


se mi trovo in una situazione scontata e la tipa (invece di lasciarsi andare) mi fa problemi, non ci sono ne santi ne madonne: fora da le ball senza manco il saluto. (e non perche' non me l'ha data, ma perche' nei confronti di moralisti, bacchettoni e baciapile io non provo il minimo traaporto e non do la minima considerazione)
Si, :D sono uno "snob" al contrario. :D
Non è detto che non te la dia perchè è una moralista, forse ha cambiato idea e non se la sente. E' legittimo cambiare idea anche nella situazione "scontata" ( come la chiami tu ), non ha firmato una cambiale baciandoti e/o bevendo con te.

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 01/10/2012, 18:16

tempest ha scritto:[...]


Non è detto che non te la dia perchè è una moralista, forse ha cambiato idea e non se la sente. E' legittimo cambiare idea anche nella situazione "scontata" ( come la chiami tu ), non ha firmato una cambiale baciandoti e/o bevendo con te.
[smilie=brav.gif] [smilie=brav.gif]

cinque
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1370
Iscritto il: 19 marzo 2012
Età: 44

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da cinque » 01/10/2012, 18:20

Pallina5[u] ha scritto:[...]



Se dobbiamo esser precisi allora diciamo che il sesso è un atto fisico e punto...[/u] che si sia in coppia o che si sia single, ma mi pare un pò terra-terra così :O

Mi spiace per le tue amiche ma credo che non dovrebbero riporre speranze in qualcuno " da una sera e via"...

Sono daccordo con te lo stile "sex and the city" non è il massimo ed ecco perchè non è proprio nelle mie corde!
no, non sono d'accordo. a parte le mie amiche (adulte e vaccinate ) credo che spesso le donne inconsapevolmente mettano nel sesso di una notte qualche aspettativa (non speranze di un futuro insieme, ma aspettativa relazionale), forse anche per retaggio culturale (la stessa elixa parla di atto sublime e celebrale ); basta andare a napoli e vedere il museo e capire che è terra terra :DD. il sesso è quel che è da sempre.
la sessualità in una storia che potenzialmente inizia con altra prospettiva o in una coppia è tutta altra questione. alilad l'ha spiegato meglio di me ;io non sono capace a scrivere cosi' bene.
tempest ha scritto:[...]


io non penso che alilad intendesse questo.Personalmente ho inteso che volesse dire che fare sesso dopo un periodo di astinenza, renda l'esperienza più appagante nella sua "novità", come un risveglio dei sensi e della femminilità.
ah allora non ho capito nulla..
non ci arrivo a ricordare questo nic, è didfficile e fatico a leggere da destra asinistra. nei quiz non ci riuscivo mai.... ;)
notte

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 01/10/2012, 18:50

cinque ha scritto:[...]


no, non sono d'accordo. a parte le mie amiche (adulte e vaccinate ) credo che spesso le donne inconsapevolmente mettano nel sesso di una notte qualche aspettativa (non speranze di un futuro insieme, ma aspettativa relazionale), forse anche per retaggio culturale (la stessa elixa parla di atto sublime e celebrale ); basta andare a napoli e vedere il museo e capire che è terra terra :DD. il sesso è quel che è da sempre.
la sessualità in una storia che potenzialmente inizia con altra prospettiva o in una coppia è tutta altra questione. alilad l'ha spiegato meglio di me ;io non sono capace a scrivere cosi' bene.
[...]
Ho fatto quell'affermazione con ironia,ma non sono riuscita evidentemente a trasmetterla per iscritto( non è mica semplice.. :) )...

Secondo me diciamo le stesse cose sai?infatti io non ho nulla da obbiettare a quanto dici sopra e anzi l'hai spiegato molto chiaramente...
L'unica cosa è che secondo me quando Elixa parla di "atto sublime e cerebrale" non si riferisca proprio al discorso delle aspettative...

Rimuovere l'utente 11898

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Rimuovere l'utente 11898 » 01/10/2012, 20:51

cinque ha scritto:[...]
...continuare con storie brevissime porta ad un cinismo ed a una certa svalutazione dell'amore, ed a continue disillusioni e, diciacemolo, talvolta, anche umiliazioni (perchè guarda di uomini che dopo ti dicono "fuori dalle balle" ce ne sono). anche aderire al mito di "sex and the city" porta ad una certa insoddisfazione, soprattutto se lo si fa in continuazione, senza storie importanti in mezzo; almeno è quello che io vedo nelle mie amiche....
Già l'aderire ad un mito in generale, a me puzza di grande immaturità e fragilità. Però nel campo delle relazioni umane, è impossibile pianificare quante storie serie e quante "una botta e via". Pure fare una scelta imperitura, sia da una parte che dall'altra, mi appare quanto meno pretestuoso. Poi c'è la circostanza della delusione emotiva, del genere "basta uomini... mi hanno stufato...", oppure "...le donne sono tutte....XXXX..." che condizionano nel bene e nel male l'innamoramento, ma anche la stessa attività sessuale.
L'insoddisfazione a mio parere è solo frutto della carenza di ciò che si vuole. Ovvio che, desiderare una famiglia, e trovare sulla propria strada unicamente dei marpioni "mordi e fuggi", crea non poca frustrazione. Ma anche attendere con pervicacia il "principe azzurro", e sbattere la porta in faccia ad ogni ragazzo, mi sembra un facile veicolo per riempire poi un forum di lacrime e disgrazie.

templare1971

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da templare1971 » 01/10/2012, 20:57

Shadow750 ha scritto:[...]



Già l'aderire ad un mito in generale, a me puzza di grande immaturità e fragilità. Però nel campo delle relazioni umane, è impossibile pianificare quante storie serie e quante "una botta e via". Pure fare una scelta imperitura, sia da una parte che dall'altra, mi appare quanto meno pretestuoso. Poi c'è la circostanza della delusione emotiva, del genere "basta uomini... mi hanno stufato...", oppure "...le donne sono tutte....XXXX..." che condizionano nel bene e nel male l'innamoramento, ma anche la stessa attività sessuale.
L'insoddisfazione a mio parere è solo frutto della carenza di ciò che si vuole. Ovvio che, desiderare una famiglia, e trovare sulla propria strada unicamente dei marpioni "mordi e fuggi", crea non poca frustrazione. Ma anche attendere con pervicacia il "principe azzurro", e sbattere la porta in faccia ad ogni ragazzo, mi sembra un facile veicolo per riempire poi un forum di lacrime e disgrazie.
Shadow750: Chapeau!

Rimuovere l'utente 11898

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Rimuovere l'utente 11898 » 01/10/2012, 20:59

templare1971 ha scritto:[...]
Shadow750: Chapeau!
Grazie a te per l'apprezzamento... :) adesso attendiamo la replica di lady cinque... 8) ;)

Pallina5

Re: Il sesso e i moralisti

Messaggio da Pallina5 » 01/10/2012, 21:07

Shadow750 ha scritto:[...]



Già l'aderire ad un mito in generale, a me puzza di grande immaturità e fragilità. Però nel campo delle relazioni umane, è impossibile pianificare quante storie serie e quante "una botta e via". Pure fare una scelta imperitura, sia da una parte che dall'altra, mi appare quanto meno pretestuoso. Poi c'è la circostanza della delusione emotiva, del genere "basta uomini... mi hanno stufato...", oppure "...le donne sono tutte....XXXX..." che condizionano nel bene e nel male l'innamoramento, ma anche la stessa attività sessuale.
L'insoddisfazione a mio parere è solo frutto della carenza di ciò che si vuole. Ovvio che, desiderare una famiglia, e trovare sulla propria strada unicamente dei marpioni "mordi e fuggi", crea non poca frustrazione. Ma anche attendere con pervicacia il "principe azzurro", e sbattere la porta in faccia ad ogni ragazzo, mi sembra un facile veicolo per riempire poi un forum di lacrime e disgrazie.
Grazie,grazie.. volevo esprimere tutto ciò che hai detto tu ma mica mi è riuscito, forse perchè il dono della chiarezza non è propriamente "donna"( almeno non "Donna-Pallina")