Viaggiare in California e America in generale

Vacanze, viaggi, esperienze, proposte, domande, consigli, storie

Regole del forum
Non per organizzare incontri, raduni e gite per cui esistono gli altri forum. No pubblicità, grazie
Rispondi
felix

Viaggiare in California e America in generale

Messaggio da felix » 13/11/2004, 21:11

Parte prima - Dollari

Purtroppo per viaggiare servono i soldi, e per andare negli States ne servono molti. Quando partite potete dimenticarvi di tutto, ma non dei soldi, in particolare della carta di credito. In America si paga tutto con la carta di credito, dal caffè al francobollo, dal taxi al pranzo e albergo.
Si consiglia di averne 2, nel caso in cui una non dovesse venire accettata. Ad esempio, l'American Express è quella che viene accettata meno, perchè fa pagare ai negozianti le commissioni più alte. Quindi se avete questa, procuratevene una seconda.
Avere una carta di credito costa poco più di un bancomat, e di solito non richiede commissioni per l'utilizzo (informatevi), ma solo un fisso mensile e solo se quel mese viene utilizzata. Inoltre ci si può accordare con la banca per pagare subito ed evitare i tassi dovuti al credito.
Prima di partire assicuratevi di avere credito illimitato, o, almeno, molto alto (5mila dollari per un paio di settimane vanno bene). Non perchè dobbiate spendere tutti quei soldi, ma perchè in caso di necessità è bene sapervi porre rimedio. Se vi ammalate o avete bisogno del pronto soccorso, una ricca carta di credito è ciò che vi salva. Al pronto soccorso si viene curati gratuitamente solo per stabilizzare le condizioni del paziente (insomma, se state morendo cercano di non farvi morire), ma per essere curati bisogna pagare. La prima cosa che vi chiedono in ospedale è la carta di credito. Nel caso in cui dobbiate essere operati .. beh sarebbe meglio tornare in Italia, 5mila dollari potrebbero non bastare. Quindi cercate di andare negli States molto in salute.
Molti taxi hanno tutto l'occorrente per pagare con la carta. Ma avere a disposizione qualche contante non fa male.
Ricordatevi la mancia quando pagate al ristorante. E' obbligatoria ... se non la date vi consiglio di non tornarci. :-) Quando vi portano il conto, in fondo c'è una riga che dovete compilare, in cui segnate la percentuale di mancia che volete lasciare. Ci sarà anche la stampa di una tabellina che indica a cosa corrisponde ogni percentuale. Poi vi verrà detratta dalla carta. E' importante lasciare la mancia perchè, a volte, costituisce una parte importante dello stipendio dei camerieri.
Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma ricordatevi, negli States i soldi sono tutto ... o quasi.

Ciao.

Avatar utente
Andyphone
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4133
Iscritto il: 11 settembre 2004
Sesso:
Età: 48


Messaggio da Andyphone » 14/11/2004, 14:46

Per risolvere il problema dell'assistenza medica in USA, consiglio una buona assicurazione valida per il periodo del vostro viaggio, non costa tanto e vi garantisce la copertura medica; se prenotate tutto con una agenzia ve la includeranno di sicuro. Naturalmente il miglior augurio è che non serva.

Ciao!
- Andy 'Andyphone' - Moderatore e Admin di MailAmici.it -
* leggete sempre le Linee Guida di MailAmici *

felix

In auto

Messaggio da felix » 20/11/2004, 15:39

Seconda parte - Viaggiare in auto

Il mezzo più comodo per spostarsi in America è l'auto. Non costa molto noleggiare un'auto, e la benzina costa poco più di un quarto rispetto all'Italia. C'è da notare che le auto là sono di cilindrata superiore, e quindi bevono molto ... Per il noleggio e il rifornimento va bene la solita carta di credito.
Non bisogna mai dimenticare che le auto sono automatiche. Si usa la D per andare (drive), la P per fermarsi (park). Non esiste il pedale della frizione, perciò è bene legarsi il piede sinistro. :-) Infatti il pedale del freno è grande quanto un libro, e d'istinto, prima di fermarsi, si tenta di premere la frizione. Pensate cosa possa accadere se si premesse improvvisamente il freno a fondo credendo che sia la frizione (mettetevi le cinture prima di provare!).
Di solito tutte le auto hanno l'aria condizionata e migliaia di optional.
Gli americani, abituati alla guida automatica, guidano abbastanza male. La loro guida è del tipo acceso/spento. Nel senso che per fare un metro accelerano tutto per poi inchiodare all'improvviso. Quindi state lontani da un americano che fa manovra! ;-)
Agli incroci i semafori si trovano dalla parte opposta della strada. Evitate di attraversare un incrocio pensando di non avere il semaforo.
Se la polizia vi ferma ... fermatevi. Non scendete mai dall'auto, rischiate di farvi fare molto male. Aprite il finestrino e tenete le mani sul volante aspettando che qualcuno si avvicini. Poichè in America tutti possono avere un'arma, un tentativo di nascondere le mani o di scendere dall'auto potrebbe essere recepito come un attacco ai poliziotti, e loro sono autorizzati a difendersi.
La patente italiana vale anche negli Stati Uniti, ovviamente non se vi trasferite là.
Non superate mai il limite di velocità. Vi tolgono punti e possono arrestarvi. Tra gli optional di cui vi ho parlato c'è la possibilità di fissare il limite massimo di velocità a cui può andare l'auto, così non sarete tentati dalle strade immense e, a prima vista, deserte.
Sono gradite aggiunte e commenti.
Alla prossima.

Kiki


Messaggio da Kiki » 21/11/2004, 18:49

Ciao Felix! Sei simpatico nel descrivere queste informazioni sugli States .. il fatto di "legarsi" il piede sinistro per non avere la tentazione di premere la frizione mi ha fatto morire dalle risate.

Allora, qualche info la aggiungo io:
JET LAG.
Un'espressione che ritorna continuamente nei dialoghi. Un termine dietro il quale si nasconde il semplice Cambio Di Fuso tra Europa e Stati Uniti. Un salto indietro nel tempo che all'andata fa molto comodo (un volo in partenza alle 12 arriva a LA alle 19.30) e che risulta utilissimo anche al ritorno quando si passa la notte sopra l'Atlantico. Le origini britanniche dei primi coloni nel Nuovo Mondo si riconoscono nel modo in cui anche in California si indicano le ORE: Non esiste, infatti, oltreoceano, l'idea delle 24 ore, quanto piuttosto quella delle 12 ore am (ante meridiem cioè prima di mezzogiorno) e delle 12 pm (post meridiem, cioè da mezzogiorno a mezzanotte). Le 6 pm corrispondono alle 18 italiane, ma se vi chiedono che ora è e voi rispondete le 18, losangeliani e sanfranciscani si metteranno a ridere, correggendovi e chiedendovi subito da dove venite.. Queste informazioni orarie sono indispensabili per decidere quando chiamare in California e viceversa.

Kiki


Messaggio da Kiki » 22/11/2004, 21:07

NELLA PATRIA DELLE FREEWAY ...
l'auto regna sovrana. Ma i turisti le preferiscono di gran lunga l'aereo, soprattutto se non hanno tempo a sufficenza per coprire via terra le notevoli distanze fra il nord e il sud dello stato (California) e vogliono comunque conoscerlo anche solo per piccoli assaggi. Il caso dei collegamenti tra LA e San Francisco spiega bene che cosa intendano gli americani per gli spostamenti interni fra importanti città: esiste un SERVIZIO SHUTTLE che fa la spola ogni ora, e il prezzo del biglietto - per un volo di 45 minuti o poco più - è in diretta concorrenza con quello dei pullman. Ecco perchè alle volte c'è la moda di fare base con l'albergo a San Francisco e concedersi una gita di un giorno a LA o viceversa. E lo stesso si può fare tra Sacramento e LA, come fra San Diego e San Francisco. Con la sicurezza di trovare sempre posto anche presentandosi all'ultimo momento senza biglietto.

Chi non ama staccare i piedi da terra e neppure mettersi al volante spaventato dalla mole di traffico che ha visto dall'alto mentre atterrava sappia che i mitici AMTRAK, i pullman protagonisti di moltissime storie all'interno di racconti e films, svolgono tutt'oggi il loro lavoro. Partono dalle immancabili apposite stazioni pure immortalate da Hollywood in centinaia di pellicole. E dirigono verso qualunque punto della California come dell'intero continente americano.

Per quanto riguarda il traffico automobilistico, le due "anime" della California sono differenti. A San Francisco non è mai caotico, nonostante le grandi arterie siano state uno dei catalizzatori della fusione di abitati su entrambe le sponde della baia. Mentre a LA - come insegnano i films e come racconta chi c'è stato - può capitare di restare bloccati per ore per via di un incidente o anche solo perchè un'uscita è stata temporaneamente chiusa.
Comunque ci sono i Taxi, i tanto noti CABLE CARS che si fermano ovunque dopo aver intercettato il tradizionale "segnale convenuto" del dito alzato o del grido "Taxi" magari compiendo un'improvvisa inversione a U o facendo stridere le gomme per la frenata. Però, bisogna ricordarsi che nelle ore di punta, a San Francisco è meglio fare due passi sino all'apposito parcheggio, mentre nella sconfinata LA bisogna ricorrere a una chiamata apposita direttamente presso l'albergo. Difficile prevedere che tipo di taxi arriverà: può essere sia un modello un pò antiquato come quello di "Radio days", sia un'esemplare più all'avanguardia. E' altrettanto difficile immaginare chi sarà al volante: un Afro che inonderà l'abitacolo di musiche rap o gospel, un Indiano che stordirà i passeggeri con incenso e altri profumi orientali, un Chicano tutto salsa e ritmi caraibici. Quanto ai costi, sono più o meno in linea con quanto si paga in Italia. I tassametri vengono regolarmente fatti partire e si paga a fine corsa quanto da loro indicato; tranne a LA, dove per via della sconfinata estensione esistono tariffe fisse per andare dall'aeroporto in ciascuna delle città che formano la megalopoli. Il prezzo include le tasse e i bagagli al seguito, ma non i tunnel e i ponti a pagamento ( il viaggiatore è tenuto a saldarli di persona: il tassista non tirerà fuori un dollaro) e l'immancabile mancia. E non aspettatevi di ricevere il resto!!!

felix


Messaggio da felix » 16/12/2004, 13:30

Con un po' di ritardo ...

Terza Parte - Il viaggio in aereo

Aggiungo qualcosa a quanto già detto da kiki.
Un viaggio in aereo andata/ritorno per la California, costa circa 1200 euro in classe economica. Se si preferisce, con qualche centinaia di euro in più si può prendere un open ticket, con data di ritorno non prestabilita. Consiglio, ovviamente, di risparmiare sul biglietto utilizzando viaggi last-minute o offerte speciali delle compagnie aeree, con le quali si può arrivare a pagare poco più della metà.
Non esiste, al momento, un volo diretto dall'Italia per Los Angeles. Bisogna fare scalo all'estero. Lo scalo assolutamente consigliato è Parigi. Da qui si arriva direttamente a Los Angeles. Oltre ad essere una bella città da visitare, a Parigi, a parte casi sfortunati, non si perde mai la coincidenza. Inoltre è importante fare scalo in una capitale europea, piuttosto che negli Stati Uniti. In Europa i controlli sono tranquilli e abbastanza veloci. Uno scalo in America rischia di farvi perdere qualsiasi coincidenza e di farvi passare la notte in aeroporto. Là i controlli sono terribili e si passano ore in coda all'ufficio immigrazione. Pensate cosa potrebbe accadere se davanti a voi, al controllo, trovaste un iraniano che magari è lì solo per una vacanza. Come minimo dovrete trovarvi un passatempo per qualche ora e sperare che il prossimo volo ritardi ... ma di molto. :-)
Anche per i voli interni, cioè tra città americane abbastanza distanti tra loro, c'è lo stesso problema. Quindi evitate di programmare un viaggio che richieda continui spostamenti in aereo, potrebbe essere più indimenticabile di una vacanza "on the road", ma non per lo stesso motivo. :-)

Alla prossima

Kiki


Messaggio da Kiki » 16/12/2004, 20:39

Ciao Felix, che bello riaverti tra noi!

Volevo comunque puntualizzare una cosa, perchè ci sto passando adesso e insomma credo di avere delle informazioni abbastanza veritiere.

Ho fatto impazzire qualche agenzia di viaggi per avere informazioni sui voli e quello che per adesso è risultato il più economico è un volo con la KLM partenza da Firenze con scalo ad Amsterdam e costa 515 euro con le tasse con arrivo a San Francisco e partenza da Los Angeles o viceversa oppure arrivo e partenza solo San Francisco o solo LA (per chi insomma non fa un "on the road" o lo fa ma torna alla città di arrivo). Oppure le altre tariffe che mi sono state proposte non cambiano poi molto, per esempio con Alitalia si va a spendere circa 550 euro sempre con le tasse incluse e non sono tariffe discout oppure last minute perchè io le ho richieste all'incirca per metà/fine gennaio e per adesso i prezzi sarebbero questi. Ovviamente in economy class. :D

musicablack

Info Prima di partire

Messaggio da musicablack » 12/02/2005, 13:11

Info Utili prima di partire per gli states

Il passaporto per entrare negli Stati Uniti d'America
[url]http://www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passaporto_usa.htm[/url]

Ministero della salute
[url]http://www.ministerosalute.it/assistenza/assistenza.jsp[/url]

USA Airports and Airlines
[url]http://www.officialusa.com/travel/airlines/[/url]

Dormire in USA
[url]http://www.usarooms.co.uk/index.shtml[/url]
[url]http://www.travel-hotels-usa.com/[/url]

Ambasciata Italiana nel mondo..in caso di problemi :lol:
[url]http://www.esteri.it/ita/2_11_6.asp[/url]

..se vi serve altro fatemi pure sapere...

ciaooo

gabri2005


Messaggio da gabri2005 » 20/06/2005, 11:20

ciao Felix!

ci sei tornato più volte in california???
quanto tempo ti sei trattenuto là?

...ci hai vissuto o cosa?

baci!

jscripter


Messaggio da jscripter » 17/07/2005, 11:27

grazie x le vostre info sugli States.
ci son stato da piccolo e organizzarono tutto
i miei, se mai dovessi tornarci in futuro queste
indicazioni mi torneranno utili.

del mio viaggio di allora mi ricordo che facemmo
una settimana col tour guidato in pullmann in diversi
luoghi signficativi (gran canyon, parchi dello utah, las
vegas, i cow boys, scottsdale, ecc.), e poi una settimana per
conto nostro on the road los angeles - san francisco.
è una combinazione che consiglio, un mix tra visite guidate
e visite per i fatti propri.

in America è tutto grande, come dice una canzone, anche se ci
sono enormi differenze ad esempio tra la caotica New York e la
più vivibile San Francisco, la città USA più bella visitata.
Los Angeles invece non mi piacque per niente.
poi ci sono le regioni meno abitate, anch'esse col loro fascino, come
appunto il Gran Canyon o lo Utah mormonico.

in generale però un europeo è difficile che si senta a casa sua in America.
quasi ovunque ti sembra di vivere una messa in scena e molti americani
si atteggiano come se stessero in un film, mancando di semplicità e autenticità. almeno questa è stata la mia impressione, specie nelle big City e in posti tipo Las Vegas.
??? è da vedere almeno una volta.

dea


Messaggio da dea » 30/09/2005, 9:27

Io sto per tornare in America,dovrei partire i primi di dicembre e tornare per la befana,purtroppo neanche questa volta vedrò LA.
Torno nella grande mela,con la scusa ufficiale di problemi di salute ma in via del tutto confidenziale,vi dirò che soffrò di nostalgia da ormai 5 anni!
Se qualcuno magari pùo darmi delle dritte sui voli gli ne sarei grata!!
Poi vi porto una maglietta!!!

wuolker
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 48
Iscritto il: 30 settembre 2005
Età: 43


Messaggio da wuolker » 02/10/2005, 19:08

Ciao Felix.
Da come ne parli deduco che tu sia stato in America .
inanzitutto ti ringrazio di aver parlato dell'America e di averci inondato di informazioni .
2 domande: da come Hai scritto penso convenga andarci con un viaggio organizzato, per essere piu tranquilli , 2domanda qualè il periodo migliore per visitare l'America ?
Mi piacerebbe tanto fare un bel viaggio in america .
Ciao a tutti .
Sono un ragazzo di 28 anni, come detto sopra , mi piace viaggiare, leggere e le arti, marziali.
mi sono iscritto per fare nuove amicizie.

dreobox


Messaggio da dreobox » 11/08/2006, 4:21

dea ha scritto:Io sto per tornare in America,dovrei partire i primi di dicembre e tornare per la befana,purtroppo neanche questa volta vedrò LA.
Torno nella grande mela,con la scusa ufficiale di problemi di salute ma in via del tutto confidenziale,vi dirò che soffrò di nostalgia da ormai 5 anni!
Se qualcuno magari pùo darmi delle dritte sui voli gli ne sarei grata!!
Poi vi porto una maglietta!!!
ragazzi complimenti per il forum, io mercoledi' devo andare in california per 3 mesi, non parliando dei casini che quegli incompetenti della CTS mi hanno fatto fare ora ho un altro pensiero: cosa posso portare nelle valigie? (pc, cell, notebook, cibo su barattoli di vetro (marmellata per regalo)) o cos'altro? grazie.

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50


Messaggio da Sabrina » 11/08/2006, 14:31

dreobox ha scritto:[...]



ragazzi complimenti per il forum, io mercoledi' devo andare in california per 3 mesi, non parliando dei casini che quegli incompetenti della CTS mi hanno fatto fare ora ho un altro pensiero: cosa posso portare nelle valigie? (pc, cell, notebook, cibo su barattoli di vetro (marmellata per regalo)) o cos'altro? grazie.
Ciao... ben arrivato qui :D io non ho la minima idea di che puoi mettere in valigia.. pero ti consiglio di presentarti nella sezione "io sono.." così ti fai conoscere dagli altri iscritti:D

ciao ciao

dreobox


Messaggio da dreobox » 09/07/2009, 7:12

Tanto per farvi sapere...ancora sono in USA, ho la mia bella compagnia e una moglie californiana fantastica :)

Ospite


Messaggio da Ospite » 09/07/2009, 12:49

dreobox ha scritto:Tanto per farvi sapere...ancora sono in USA, ho la mia bella compagnia e una moglie californiana fantastica :)
Complimenti! :)

Avatar utente
Andyphone
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4133
Iscritto il: 11 settembre 2004
Sesso:
Età: 48


Messaggio da Andyphone » 09/07/2009, 12:55

dreobox ha scritto:Tanto per farvi sapere...ancora sono in USA, ho la mia bella compagnia e una moglie californiana fantastica :)
Complimenti! Vedi cosa succede a viaggiare a volte :-D
- Andy 'Andyphone' - Moderatore e Admin di MailAmici.it -
* leggete sempre le Linee Guida di MailAmici *

Ospite

Re: In auto

Messaggio da Ospite » 09/07/2009, 13:14

felix ha scritto:Gli americani, abituati alla guida automatica, guidano abbastanza male. La loro guida è del tipo acceso/spento. Nel senso che per fare un metro accelerano tutto per poi inchiodare all'improvviso. Quindi state lontani da un americano che fa manovra! ;-)
Acc...Piu' che vero! :D

[img]http://www.shof.msrcsites.co.uk/driver.jpg[/img]

george clooney
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 5946
Iscritto il: 21 giugno 2008
Età: 45


Messaggio da george clooney » 09/07/2009, 19:13

Andyphone ha scritto:[...]



Complimenti! Vedi cosa succede a viaggiare a volte :-D
Eccome!! A volte un viaggio ti cambia la vita!

dreobox


Messaggio da dreobox » 09/07/2009, 19:52

...sono venuto in California perche' stavo gia' con lei in Italia, non e' tutto proprio casuale casuale :)
Ciao