Le donne che fanno il primo passo

Relazioni di coppia: esperienze, storie, delusioni, consigli

Regole del forum
Solo discussioni. Non annunci o ricerca di incontri per cui esistono gli altri forum
Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7477
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tempest » 16/05/2010, 14:12

Vorrei chiedere alle donne/ragazze del forum se hanno mai fatto il primo passo con un uomo/ragazzo per il quale avevano interesse, e se questo primo passo lo hanno mai fatto anche con sconosciuti, ad esempio persone viste in un locale, in palestra ad una festa, persino per strada ecc... Prendere l'iniziativa che frutti ha dato?
Agli uomini vorrei chiedere se amano che le donne facciano il primo passo, se sono stati corteggiati, se hanno gradito, se hanno detto "si" oppure "no" alle loro corteggiatrici.

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4303
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tropicsnow » 16/05/2010, 15:24

tempest ha scritto:Vorrei chiedere alle donne/ragazze del forum se hanno mai fatto il primo passo con un uomo/ragazzo per il quale avevano interesse, e se questo primo passo lo hanno mai fatto anche con sconosciuti, ad esempio persone viste in un locale, in palestra ad una festa, persino per strada ecc... Prendere l'iniziativa che frutti ha dato?
Agli uomini vorrei chiedere se amano che le donne facciano il primo passo, se sono stati corteggiati, se hanno gradito, se hanno detto "si" oppure "no" alle loro corteggiatrici.

io non l'ho mai fatto e neanche lo farei. se un uomo mi fa capire che ha dell'interesse allora io gli faccio capire se ricambio oppure no.


diversi amici uomini mi hanno detto che preferiscono essere loro a scegliere la donna e soprattutto che una donna più si fa desiderare e più la cosa li intriga. se una donna fa il primo passo loro non si tirano indietro ma costei non riveste per loro alcun interesse. c'è la possibilità che un uomo accetti l'avance solo perchè "ogni lasciata è persa". molti invece preferiscono la sfida della conquista a meno che un uomo non sia timido o incapace di prendere l'iniziativa allora andrebbe bene che sia la donna a corteggiare. a me un uomo così non piacerebbe.
se dovessi essere io a prendere l'iniziativa, come ho fatto per altre cose, quell'uomo perderebbe ai miei occhi molti punti perchè lo riterrei un pò debole e quindi protrei fare con lui ciò che voglio. dal mio punto di vista l'uomo deve fare l'uomo mentre la donna deve mantenere la sua femminilità lasciandosi corteggiare.
del resto è ciò che accade anche in natura, tra gli animali: avete mai visto una femmina che corteggia un maschio? le nostre convenzioni di esseri evoluti ci fanno dire che è normale che sia anche una donna a prendere l'iniziativa in virtù della parità dei sessi (che secondo me non può esistere su ogni piano perchè siamo per natura diversi). ma a quante donne non piacerebbe essere corteggiate? io sento solo donne lamentarsi perchè gli uomini di oggi non si comportano da uomini e devono fare tutto loro quindi sarebbe auspicabile il corteggiamento vecchio stile per uomini che ancora vogliano e sanno osare. ;)
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

clothilde

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da clothilde » 16/05/2010, 16:01

tempest ha scritto:Vorrei chiedere alle donne/ragazze del forum se hanno mai fatto il primo passo con un uomo/ragazzo per il quale avevano interesse, e se questo primo passo lo hanno mai fatto anche con sconosciuti, ad esempio persone viste in un locale, in palestra ad una festa, persino per strada ecc... Prendere l'iniziativa che frutti ha dato?
Agli uomini vorrei chiedere se amano che le donne facciano il primo passo, se sono stati corteggiati, se hanno gradito, se hanno detto "si" oppure "no" alle loro corteggiatrici.
HAHAHA Tempest, carino e interessante questo post !!!!!
(del tipo "non è che voglio sapere gli c***i tuoi", ma sono curiosa ! ) ..... :DD

allora vediamo di rispondere alle tue demande.... :O

-il primo passo con un uomo Si :shy:
-con uno sconosciuto SI (frutto: storia durata 1 anno... )
Comunque sono cose che spesso si fanno da giovane, poi è molto più difficile.....

Ciao :P

Avatar utente
Mister71
MailAmicissimo
MailAmicissimo
Messaggi: 1649
Iscritto il: 18 marzo 2008
Età: 48

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Mister71 » 16/05/2010, 17:51

tempest ha scritto:... ...
Agli uomini vorrei chiedere se amano che le donne facciano il primo passo, se sono stati corteggiati, se hanno gradito, se hanno detto "si" oppure "no" alle loro corteggiatrici.
E' simpatica questa domanda...

Si, è capitato più di una volta, ma tranne in un caso devo dirti che non è stato piacevole, per il semplice motivo che io non gradivo la persona, indipendentemente dalla causa specifica.
E al di là di questo è importante che non sia volgare, forse è anche ovvio, e che non abbia caratteristiche che siano sgradevoli, a parte l'estetica.
Quindi, l'intraprendenza è piacevole da osservare, dipende però da dove arriva.

Ciao...

Avatar utente
serena82
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1096
Iscritto il: 28 marzo 2009
Età: 37

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da serena82 » 16/05/2010, 18:52

tropicsnow ha scritto:[...]




io non l'ho mai fatto e neanche lo farei. se un uomo mi fa capire che ha dell'interesse allora io gli faccio capire se ricambio oppure no.


diversi amici uomini mi hanno detto che preferiscono essere loro a scegliere la donna e soprattutto che una donna più si fa desiderare e più la cosa li intriga. se una donna fa il primo passo loro non si tirano indietro ma costei non riveste per loro alcun interesse. c'è la possibilità che un uomo accetti l'avance solo perchè "ogni lasciata è persa". molti invece preferiscono la sfida della conquista a meno che un uomo non sia timido o incapace di prendere l'iniziativa allora andrebbe bene che sia la donna a corteggiare. a me un uomo così non piacerebbe.
se dovessi essere io a prendere l'iniziativa, come ho fatto per altre cose, quell'uomo perderebbe ai miei occhi molti punti perchè lo riterrei un pò debole e quindi protrei fare con lui ciò che voglio. dal mio punto di vista l'uomo deve fare l'uomo mentre la donna deve mantenere la sua femminilità lasciandosi corteggiare.
del resto è ciò che accade anche in natura, tra gli animali: avete mai visto una femmina che corteggia un maschio? le nostre convenzioni di esseri evoluti ci fanno dire che è normale che sia anche una donna a prendere l'iniziativa in virtù della parità dei sessi (che secondo me non può esistere su ogni piano perchè siamo per natura diversi). ma a quante donne non piacerebbe essere corteggiate? io sento solo donne lamentarsi perchè gli uomini di oggi non si comportano da uomini e devono fare tutto loro quindi sarebbe auspicabile il corteggiamento vecchio stile per uomini che ancora vogliano e sanno osare. ;)
Quoto tutto... Secondo me, è sempre la donna a fare il primo passo, che questo primo passo sia un sorriso invitante, un cenno con la mano, uno sguardo intrigante, o una vera e propria frase di presentazione, siamo sempre noi a dover condurre gli uomini...
L'uomo crede spesso di essere l'unico a sedurre e crede di avere tutto il merito ogni volta che seduce una donna, ma molte volte gran parte del lavoro viene fatto da noi fanciulle.
Mi aggiungo al club di quelle che non hanno mai fatto il primo passo... o meglio... sono una di quelle che hanno indotto l'uomo a fare il primo passo ;) e secondo me è la cosa più bella!!!
ogni persona brilla di luce propria in mezzo a tutte le altre

gian.k
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 89
Iscritto il: 03 febbraio 2010
Età: 44

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da gian.k » 16/05/2010, 20:56

serena82 ha scritto:[...]



Quoto tutto... Secondo me, è sempre la donna a fare il primo passo, che questo primo passo sia un sorriso invitante, un cenno con la mano, uno sguardo intrigante, o una vera e propria frase di presentazione, siamo sempre noi a dover condurre gli uomini...
L'uomo crede spesso di essere l'unico a sedurre e crede di avere tutto il merito ogni volta che seduce una donna, ma molte volte gran parte del lavoro viene fatto da noi fanciulle.
Mi aggiungo al club di quelle che non hanno mai fatto il primo passo... o meglio... sono una di quelle che hanno indotto l'uomo a fare il primo passo ;) e secondo me è la cosa più bella!!!
Brava!!
Gli uomini vanno anche incoraggiati, non si può guardare le persone dall'alto verso il basso e pretendere che qualcuno provi ad "attaccare bottone"!
;)

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4303
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tropicsnow » 16/05/2010, 21:06

serena82 ha scritto:[...]



Quoto tutto... Secondo me, è sempre la donna a fare il primo passo, che questo primo passo sia un sorriso invitante, un cenno con la mano, uno sguardo intrigante, o una vera e propria frase di presentazione, siamo sempre noi a dover condurre gli uomini...

Mi aggiungo al club di quelle che non hanno mai fatto il primo passo... o meglio... sono una di quelle che hanno indotto l'uomo a fare il primo passo ;) e secondo me è la cosa più bella!!!
infatti... la donna può giocare la carta della seduzione, lasciar trasparire il suo interesse magari creando anche la situazione adatta ma deve essere l'uomo a fare il primo passo, a dichiararsi. secondo me non c'è nulla di più bello negli affari di cuore che rispettare questo gioco di ruoli ;)
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 16/05/2010, 21:59

gian.k ha scritto:[...]
Gli uomini vanno anche incoraggiati, non si può guardare le persone dall'alto verso il basso e pretendere che qualcuno provi ad "attaccare bottone"!
;)
Qualche volta le donne lo fanno apposta di mostrare indifferenza. Si fingono disinteressate per costringere l'uomo a fare il primo passo, e dare così inizio alla danza che solo a lei piace condurre.....ihihih....

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 16/05/2010, 22:11

tempest ha scritto: Agli uomini vorrei chiedere se amano che le donne facciano il primo passo, se sono stati corteggiati, se hanno gradito, se hanno detto "si" oppure "no" alle loro corteggiatrici.
Da giovanotto di provincia, imbranato e tentennante, avrei sempre desiderato fosse la donna a farmi capire che avrei potuto sporgermi dal mio limbo di timidezza, e quindi provare a fare qualche passo. Debbo dire che mi è pure capitato, ed in maniera anche abbastanza esplicita e sfacciata, tanto che ancora adesso mi chiedo se il loro scopo fosse proprio quello, oppure unicamente ridere di me. :shy: :) Ovviamente declinai l'offerta.

Con il tempo, maturando un minimo di sicurezza e sfrontatezza pure io (quando ci vuole per lo meno... 8) ), non ho più trovato signorine che si slanciano in corteggiamenti o induzioni più o meno chiare e dirette. Diciamo però che quasi tutte le donne fanno capire il loro interesse. Ognuna in qualche modo lancia messaggi e ammicca discretamente, apprezzando qualcuna il corteggiamento classico, qualcun'altra più risoluta e desiderosa di andare presto al sodo.
Quindi diciamo che primo passo si o no, per me è indifferente, preferendo piuttosto il sottile gioco dell'avvicinamento e dell'equivoco. 8) ;)

margot

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da margot » 17/05/2010, 8:51

tropicsnow ha scritto:[...]




io non l'ho mai fatto e neanche lo farei. se un uomo mi fa capire che ha dell'interesse allora io gli faccio capire se ricambio oppure no.


diversi amici uomini mi hanno detto che preferiscono essere loro a scegliere la donna e soprattutto che una donna più si fa desiderare e più la cosa li intriga. se una donna fa il primo passo loro non si tirano indietro ma costei non riveste per loro alcun interesse. c'è la possibilità che un uomo accetti l'avance solo perchè "ogni lasciata è persa". molti invece preferiscono la sfida della conquista a meno che un uomo non sia timido o incapace di prendere l'iniziativa allora andrebbe bene che sia la donna a corteggiare. a me un uomo così non piacerebbe.
se dovessi essere io a prendere l'iniziativa, come ho fatto per altre cose, quell'uomo perderebbe ai miei occhi molti punti perchè lo riterrei un pò debole e quindi protrei fare con lui ciò che voglio. dal mio punto di vista l'uomo deve fare l'uomo mentre la donna deve mantenere la sua femminilità lasciandosi corteggiare.
del resto è ciò che accade anche in natura, tra gli animali: avete mai visto una femmina che corteggia un maschio? le nostre convenzioni di esseri evoluti ci fanno dire che è normale che sia anche una donna a prendere l'iniziativa in virtù della parità dei sessi (che secondo me non può esistere su ogni piano perchè siamo per natura diversi). ma a quante donne non piacerebbe essere corteggiate? io sento solo donne lamentarsi perchè gli uomini di oggi non si comportano da uomini e devono fare tutto loro quindi sarebbe auspicabile il corteggiamento vecchio stile per uomini che ancora vogliano e sanno osare. ;)
Non sono affatto d'accordo. Anch'io non ci ho mai provato con un ragazzo, ma per quanto mi riguarda è una questione di insicurezza e non mi piace costruire teorie per giustificare i miei limiti. Ammiro molto le donne che sicure di sè, sempre con stile e buongusto, approcciano con gli uomini, anche se io non ne sono capace.
Non ho ben chiaro cosa significhi che "l'uomo deve fare l'uomo", ma un impostazione come la tua, basata sul concetto di contrapposizione di ruoli, anzichè di confronto tra persone, non mi piace.
Francamente non credo che l'esempio del mondo animale possa offrire un valido contributo all'argomentazione. Per fortuna siamo umani, agli istinti aggiungiamo ragione e consapevolezza, quindi non me la sentirei di paragoarci a loro.

Ne ho sentite moltissime di donne che si lamentavano esattamente per gli stessi motivi citati da te. Se guardiamo un po' più in profondità, probabilmente la frustrazione che condiziona queste loro affermazioni nasce da un mancato appagamento della loro vanità (perchè non sono corteggiate). Ed ecco che tutta la colpa viene data agli uomini.
Secondo me, nel 2010, dopo tutte le battaglie, vinte o perse, che hanno fatto le donne per emanciparsi, è quanto meno avvilente sentire che ancora ci sono ruoli da uomo e da donna. Io non nego delle differenze costitutive, ma continuerò a battermi perchè venga messa in pratica la parità tra uomini e donne.
Una donna può conservare tutto il fascino che accompagna la consapevolezza senza perdere un grammo di femminilità. Niente contro di te, tropic, ma un discorso come il tuo, forse qualche decennio fa poteva avere senso, ma che una donna si debba adattare al ruolo di preda, accettando passivamente quanto messo in moto da un uomo, mi sembra un tantino anacronistico.

Il tuo discorso potrebbe inoltre essere interpretato in un altro modo: forse non ci provi, non tanto perchè è un ruolo "maschile", ma perchè ti spaventa metterti in gioco e subire un eventuale rifiuto, quindi preferisci dare a loro la responsabilità di provarci. Se un uomo subisce un rifiuto è normale, se lo subisce la donna no perchè ne soffrirebbe. Ma ti pare? Moltissimi uomini rimarrebbero male per un rifiuto, anche loro hanno una sensibilità ed un orgoglio, proprio come noi.
Mi sembra tutto troppo comodo, mettersi lì, aspettare che un ci provi e scegliere. Il problema è che così facendo non ti attivi affinchè le cose accadano, potrai aspettare anche all'infinito, ma se un uomo non ti corteggia non puoi nenmmeno scegliere. Molto meglio mettere da parte insicurezze e agire se davvero si vuole una cosa. Tutto questo lo dico anche a me stessa, perchè forse, anzichè dare colpa agli altri è meglio guardare in faccia le nostre incapacità per poterle superare.

Ciao

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4303
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tropicsnow » 17/05/2010, 10:30

margot ha scritto:
Anch'io non ci ho mai provato con un ragazzo, ma per quanto mi riguarda è una questione di insicurezza e non mi piace costruire teorie per giustificare i miei limiti. Ammiro molto le donne che sicure di sè, sempre con stile e buongusto, approcciano con gli uomini, anche se io non ne sono capace.

il tuo intervento mi ha fatto molto sorridere e l'ho anche apprezzato... :D

il punto non è la mancanza di sicurezza. quando un uomo mi ha veramente interessato gliel'ho fatto capire chiaramente nel modo citato da serena82, non sono stata lì ad aspettare poi sta all'uomo fare il primo passo se ciò non avviene vuol dire che non c'è interesse dall'altra parte. non è anche questo un rifiuto? è come se l'uomo avesse detto di no...

quanto ai ruoli di cui parlavo, mi riferivo al fatto che si tratta di interpretare un ruolo nella fase del corteggiamento e della seduzione. è un gioco, è quello di cui parlava shadow: il gioco dell'avvicinamento e dell'equivoco e, aggiungerei anche delle provocazioni. non ci sono donne "preda" o meglio ci sono donne che giocano a fare la preda: si fanno rincorrere per poi lasciarsi catturare :D
tutto questo rende la fase iniziale molto divertente e fa accrescere anche il desiderio. almeno per me...
l'amore è un gioco e, se lo si sa fare, fa crescere anche la complicità.

una donna che serve tutto su un piatto d'argento, come fa una mia amica, ottiene che l'uomo accetti l'avance ma subito dopo parte verso altri lidi. è lei a proporsi ogni volta perchè, come dicevi tu, non bisogna stare lì ad aspettare che le cose accadano, ma finora non ha ottenuto niente e la cosa paradossale è che non solo le donne ma perfino gli uomini le hanno detto di non mettere le mani così avanti! insomma occorre la giusta misura anche in queste cose... :)

ciao
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Avatar utente
Mister71
MailAmicissimo
MailAmicissimo
Messaggi: 1649
Iscritto il: 18 marzo 2008
Età: 48

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Mister71 » 17/05/2010, 11:10

margot ha scritto:[...]



Non sono affatto d'accordo. Anch'io non ci ho mai provato con un ragazzo, ma per quanto mi riguarda è una questione di insicurezza e non mi piace costruire teorie per giustificare i miei limiti. Ammiro molto le donne che sicure di sè, sempre con stile e buongusto, approcciano con gli uomini, anche se io non ne sono capace.
Non ho ben chiaro cosa significhi che "l'uomo deve fare l'uomo", ma un impostazione come la tua, basata sul concetto di contrapposizione di ruoli, anzichè di confronto tra persone, non mi piace.
Francamente non credo che l'esempio del mondo animale possa offrire un valido contributo all'argomentazione. Per fortuna siamo umani, agli istinti aggiungiamo ragione e consapevolezza, quindi non me la sentirei di paragoarci a loro.

Ne ho sentite moltissime di donne che si lamentavano esattamente per gli stessi motivi citati da te. Se guardiamo un po' più in profondità, probabilmente la frustrazione che condiziona queste loro affermazioni nasce da un mancato appagamento della loro vanità (perchè non sono corteggiate). Ed ecco che tutta la colpa viene data agli uomini.
Secondo me, nel 2010, dopo tutte le battaglie, vinte o perse, che hanno fatto le donne per emanciparsi, è quanto meno avvilente sentire che ancora ci sono ruoli da uomo e da donna. Io non nego delle differenze costitutive, ma continuerò a battermi perchè venga messa in pratica la parità tra uomini e donne.
Una donna può conservare tutto il fascino che accompagna la consapevolezza senza perdere un grammo di femminilità. Niente contro di te, tropic, ma un discorso come il tuo, forse qualche decennio fa poteva avere senso, ma che una donna si debba adattare al ruolo di preda, accettando passivamente quanto messo in moto da un uomo, mi sembra un tantino anacronistico.

Il tuo discorso potrebbe inoltre essere interpretato in un altro modo: forse non ci provi, non tanto perchè è un ruolo "maschile", ma perchè ti spaventa metterti in gioco e subire un eventuale rifiuto, quindi preferisci dare a loro la responsabilità di provarci. Se un uomo subisce un rifiuto è normale, se lo subisce la donna no perchè ne soffrirebbe. Ma ti pare? Moltissimi uomini rimarrebbero male per un rifiuto, anche loro hanno una sensibilità ed un orgoglio, proprio come noi.
Mi sembra tutto troppo comodo, mettersi lì, aspettare che un ci provi e scegliere. Il problema è che così facendo non ti attivi affinchè le cose accadano, potrai aspettare anche all'infinito, ma se un uomo non ti corteggia non puoi nenmmeno scegliere. Molto meglio mettere da parte insicurezze e agire se davvero si vuole una cosa. Tutto questo lo dico anche a me stessa, perchè forse, anzichè dare colpa agli altri è meglio guardare in faccia le nostre incapacità per poterle superare.

Ciao


Ciao...

Quello che dici è molto interessante e anche largamente condivisibile, però penso che alla fine ognuno scelga "il modello" di comportamento nel quale crede o suppone di stare più a proprio agio, sulla base di quello che ritiene sia vero oppure giusto.
Tu hai espresso un certo modo di vedere, dal quale potrebbe manifestarsi un comportamento se non fosse per una certa timidezza, mentre Tropic vede la cosa in modo diverso, e anche il suo comportamento sarà altrettanto differente, senza pensare, magari, che uno sia migliore dell'altro. Dipende anche dalla persona che incontri, e dalla misura in cui questa, con il suo modo di fare e di essere, si "incastrerà" con il tuo.

Ci sono uomini che si sentono intrigati dalla possibilità che la donna che gli interessa faccia un pò la difficile, quindi in una situazione un pò da conquista. Io invece, in una situazione così mi stanco presto, comincio a percepire la noia perché non concepisco quel genere di modo di essere in una ragazza, preferendo quello un pò più spontaneo e naturale, quasi acqua e sapone di chi non mette in moto nessuna tattica. Secondo me l'interesse deve essere manifestato e basta, nei modi che appaiono più opportuni, oppure il disinteresse, senza fare finta che una cosa sia diversa da quella che è, però questo non vale per tutti, e non è che il mio modello è migliore di un altro. In questo caso, ciò che sarebbe "eccitante" per qualcuno, non lo sarebbe per chi la pensa come me. Una certa modalità funziona quando entrambe le persone hanno un modo di essere coerente con quella, come un vestito della misura adatta. La donna che pensa di dover fare da preda si troverà più a suo agio in una situazione in cui il lui di turno sarà convinto di dover recitare il ruolo del predatore.
Insomma, mi sembra che anche qui bisogna incontrare "l'altra metà" giusta...

Ciao...

Avatar utente
Merlino
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 3372
Iscritto il: 03 luglio 2006
Età: 43

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Merlino » 17/05/2010, 11:21

tempest ha scritto:Vorrei chiedere alle donne/ragazze del forum se hanno mai fatto il primo passo con un uomo/ragazzo per il quale avevano interesse, e se questo primo passo lo hanno mai fatto anche con sconosciuti, ad esempio persone viste in un locale, in palestra ad una festa, persino per strada ecc... Prendere l'iniziativa che frutti ha dato?
Agli uomini vorrei chiedere se amano che le donne facciano il primo passo, se sono stati corteggiati, se hanno gradito, se hanno detto "si" oppure "no" alle loro corteggiatrici.
Personalmente sono capitate sia ragazze che abbiano fatto il primo passo sia ragazze con le quali ho fatto io il primo passo.

Personalmente, non vedo tutta 'sta gran differenza fra le due situazioni: dipende tutto dalla persona che si ha di fronte.

La modalità di conoscenza (chi fa il primo passo) è solo un contorno!

Saluti.

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4303
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tropicsnow » 17/05/2010, 11:22

Mister71 ha scritto:

Ciao...

Quello che dici è molto interessante e anche largamente condivisibile, però penso che alla fine ognuno scelga "il modello" di comportamento nel quale crede o suppone di stare più a proprio agio, sulla base di quello che ritiene sia vero oppure giusto.
Tu hai espresso un certo modo di vedere, dal quale potrebbe manifestarsi un comportamento se non fosse per una certa timidezza, mentre Tropic vede la cosa in modo diverso, e anche il suo comportamento sarà altrettanto differente, senza pensare, magari, che uno sia migliore dell'altro. Dipende anche dalla persona che incontri, e dalla misura in cui questa, con il suo modo di fare e di essere, si "incastrerà" con il tuo.

Ci sono uomini che si sentono intrigati dalla possibilità che la donna che gli interessa faccia un pò la difficile, quindi in una situazione un pò da conquista. Io invece, in una situazione così mi stanco presto, comincio a percepire la noia perché non concepisco quel genere di modo di essere in una ragazza, preferendo quello un pò più spontaneo e naturale, quasi acqua e sapone di chi non mette in moto nessuna tattica. Secondo me l'interesse deve essere manifestato e basta, nei modi che appaiono più opportuni, oppure il disinteresse, senza fare finta che una cosa sia diversa da quella che è, però questo non vale per tutti, e non è che il mio modello è migliore di un altro. In questo caso, ciò che sarebbe "eccitante" per qualcuno, non lo sarebbe per chi la pensa come me. Una certa modalità funziona quando entrambe le persone hanno un modo di essere coerente con quella, come un vestito della misura adatta. La donna che pensa di dover fare da preda si troverà più a suo agio in una situazione in cui il lui di turno sarà convinto di dover recitare il ruolo del predatore.
Insomma, mi sembra che anche qui bisogna incontrare "l'altra metà" giusta...

Ciao...

esatto. si tratta di un gioco più che di una tattica che ovviamente non deve durare tantissimo altrimenti stanca. inoltre bisogna trovare anche la persona con cui "giocare": l'altro sa che la donna è interessata e che si farà rincorrere per un pò altrimenti la donna non accetterebbe neanche di farsi rincorrere! ;)
finora ho trovato una sola persona con cui l'ho fatto ed è stato intrigante e divertente....

se si incontra invece un altro tipo di persona che ha un'altra modalità di corteggiamento allora ci si adatterà alle nuove "regole"...

eh sì, bisogna trovare la metà giusta ;) :D
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

margot

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da margot » 17/05/2010, 12:02

tropicsnow ha scritto:[...]




il tuo intervento mi ha fatto molto sorridere e l'ho anche apprezzato... :D

il punto non è la mancanza di sicurezza. quando un uomo mi ha veramente interessato gliel'ho fatto capire chiaramente nel modo citato da serena82, non sono stata lì ad aspettare poi sta all'uomo fare il primo passo se ciò non avviene vuol dire che non c'è interesse dall'altra parte. non è anche questo un rifiuto? è come se l'uomo avesse detto di no...

quanto ai ruoli di cui parlavo, mi riferivo al fatto che si tratta di interpretare un ruolo nella fase del corteggiamento e della seduzione. è un gioco, è quello di cui parlava shadow: il gioco dell'avvicinamento e dell'equivoco e, aggiungerei anche delle provocazioni. non ci sono donne "preda" o meglio ci sono donne che giocano a fare la preda: si fanno rincorrere per poi lasciarsi catturare :D
tutto questo rende la fase iniziale molto divertente e fa accrescere anche il desiderio. almeno per me...
l'amore è un gioco e, se lo si sa fare, fa crescere anche la complicità.

una donna che serve tutto su un piatto d'argento, come fa una mia amica, ottiene che l'uomo accetti l'avance ma subito dopo parte verso altri lidi. è lei a proporsi ogni volta perchè, come dicevi tu, non bisogna stare lì ad aspettare che le cose accadano, ma finora non ha ottenuto niente e la cosa paradossale è che non solo le donne ma perfino gli uomini le hanno detto di non mettere le mani così avanti! insomma occorre la giusta misura anche in queste cose... :)

ciao
Non mi pare che le mie affermazioni siano impregnate di ingenuità nè tantomeno sciocche, per cui mi sfugge il motivo per cui ti abbiano fatto sorridere. Se è un modo, immotivato, di screditare le tesi altrui, lo trovo di cattivo gusto.

Comunque, la considerazione del corteggiamento come gioco ci sta, ma nulla ha che fare con l'essere uomini o donne. Se vogliamo adattarci al maschilismo imperante, del tipo l'uomo dovrebbe fare così e la donna colà, lo trovo molto triste.

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7477
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tempest » 17/05/2010, 12:33

Merlino ha scritto:[...]



Personalmente sono capitate sia ragazze che abbiano fatto il primo passo sia ragazze con le quali ho fatto io il primo passo.

Personalmente, non vedo tutta 'sta gran differenza fra le due situazioni: dipende tutto dalla persona che si ha di fronte.

La modalità di conoscenza (chi fa il primo passo) è solo un contorno!

Saluti.
Chi fà il primo passo, in effetti, non è di per se' importante, ma trovo interessante leggere i diversi approcci.
Naturalmente il cosiddetto "primo passo" può consistere in una parola, in un gesto, in uno sguardo, non attribuisco necessariamente a questa espressione un corteggiamento esplicito o "sfacciato", ma anche una dimostrazione di interesse delicata seppur chiara.
Personalmente appartengo al gruppo di donne ( o meglio di persone ) che non fà il primo passo per timidezza e per insicurezza, non sono mai stata in grado di dimostrare bene il mio interesse.
La cosa che mi dispiace di più è il fatto di non essere mai stata capace di giocare con lo sguardo, una parte del corteggiamento iniziale molto piacevole per chi la sa condurre bene. Mi dispiace anche di non essere in grado di approcciare un uomo con una piccola scusa e di poter in questo modo tastare il terreno, insomma, sono, per carattere, destinata ad un ruolo più passivo.
margot ha scritto:Moltissimi uomini rimarrebbero male per un rifiuto, anche loro hanno una sensibilità ed un orgoglio, proprio come noi.
Mi sembra tutto troppo comodo, mettersi lì, aspettare che un ci provi e scegliere. Il problema è che così facendo non ti attivi affinchè le cose accadano, potrai aspettare anche all'infinito, ma se un uomo non ti corteggia non puoi nemmeno scegliere
Sono d'accordo sulla parte evidenziata, se nessuno si fa avanti non si sceglie nemmeno. Sarebbe più auspicabile, a mio avviso, un equilibrio tra iniziativa e passività.

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4303
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tropicsnow » 17/05/2010, 14:44

margot ha scritto:
Non mi pare che le mie affermazioni siano impregnate di ingenuità nè tantomeno sciocche, per cui mi sfugge il motivo per cui ti abbiano fatto sorridere. Se è un modo, immotivato, di screditare le tesi altrui, lo trovo di cattivo gusto.
ho detto sorridere non ridere. mi ha fatto sorridere perchè alla tua età la pensavo allo stesso modo e avevo la stessa veemenza. il mio non voleva essere uno screditare le tue tesi. non essere suscettibile.

col tempo e l'esperienza ho scoperto cosa è meglio per me, non è detto che ciò sia meglio per tutti, come ciò che vale per te potrebbe non valere per altri. ad esempio, un tempo pensavo che un uomo presente, romantico, attento ad ogni cosa fosse il meglio per me. mi son resa conto che non è affatto così. un uomo troppo opprimente, troppo appiccicoso, dalle eccessive romanticherie e che lasciava a me l'iniziativa di tante cose alla fine è diventato noioso e soffocante e il rapporto stagnante tanto che mi son decisa a chiuderlo.

giustamente dici che non ci sono ruoli precostituiti e io concordo con te ma bisogna vedere se all'interno di uno specifico rapporto, tra quelle due persone, ciò funziona. mister qui ha ragione quando dice che bisogna trovare l'"incastro" giusto...
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Artemisia

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Artemisia » 17/05/2010, 16:40

tropicsnow ha scritto:[...]




io non l'ho mai fatto e neanche lo farei. se un uomo mi fa capire che ha dell'interesse allora io gli faccio capire se ricambio oppure no.


diversi amici uomini mi hanno detto che preferiscono essere loro a scegliere la donna e soprattutto che una donna più si fa desiderare e più la cosa li intriga. se una donna fa il primo passo loro non si tirano indietro ma costei non riveste per loro alcun interesse. c'è la possibilità che un uomo accetti l'avance solo perchè "ogni lasciata è persa". molti invece preferiscono la sfida della conquista a meno che un uomo non sia timido o incapace di prendere l'iniziativa allora andrebbe bene che sia la donna a corteggiare. a me un uomo così non piacerebbe.
se dovessi essere io a prendere l'iniziativa, come ho fatto per altre cose, quell'uomo perderebbe ai miei occhi molti punti perchè lo riterrei un pò debole e quindi protrei fare con lui ciò che voglio. dal mio punto di vista l'uomo deve fare l'uomo mentre la donna deve mantenere la sua femminilità lasciandosi corteggiare.
del resto è ciò che accade anche in natura, tra gli animali: avete mai visto una femmina che corteggia un maschio? le nostre convenzioni di esseri evoluti ci fanno dire che è normale che sia anche una donna a prendere l'iniziativa in virtù della parità dei sessi (che secondo me non può esistere su ogni piano perchè siamo per natura diversi). ma a quante donne non piacerebbe essere corteggiate? io sento solo donne lamentarsi perchè gli uomini di oggi non si comportano da uomini e devono fare tutto loro quindi sarebbe auspicabile il corteggiamento vecchio stile per uomini che ancora vogliano e sanno osare. ;)
QUOTO in tutto e per tutto Tropic!
Non l'ho mai fatto e credo che mai lo farò...un pò per il mio carattere introverso....un pò perchè sono una di quelle ragazze "vecchio stampo", che preferisce che siano gli uomini a fare il primo passo...Però mai dire mai...poi dipende dalle situazioni e da altri fattori...

Elsker

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Elsker » 17/05/2010, 19:15

tempest ha scritto:Vorrei chiedere alle donne/ragazze del forum se hanno mai fatto il primo passo con un uomo/ragazzo per il quale avevano interesse, e se questo primo passo lo hanno mai fatto anche con sconosciuti, ad esempio persone viste in un locale, in palestra ad una festa, persino per strada ecc... Prendere l'iniziativa che frutti ha dato?
Agli uomini vorrei chiedere se amano che le donne facciano il primo passo, se sono stati corteggiati, se hanno gradito, se hanno detto "si" oppure "no" alle loro corteggiatrici.
Più che altro è lusingante che una donna ti corteggi facendo il primo passo. A me è capitato diverse volte e mi ha fatto piacere solo quando non era un approccio aggressivo. Spesso ho detto di si :P
Ho ricevuto anche un mazzo di rose una volta. Di norma comunque preferisco essere io a scegliere. E' come per pagare il conto, i tempi cambiano. :D

Avatar utente
tropicsnow
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 4303
Iscritto il: 05 aprile 2009
Età: 38

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tropicsnow » 17/05/2010, 19:45

Elsker ha scritto:

A me è capitato diverse volte... Di norma comunque preferisco essere io a scegliere.
questo è ciò di cui parlavo nel mio primo post... :)
Elsker ha scritto: E' come per pagare il conto, i tempi cambiano. :D
certo i tempi cambiano per fortuna e oggi le donne sono quasi tutte indipendenti e in grado di pagare anche un conto al ristorante.
io però faccio delle differenze: se un uomo mi sta corteggiando mi aspetto che il conto lo paghi lui, la trovo una forma di cavalleria.

noto però che la cavalleria è quasi scomparsa tra i ragazzi mentre sopravvive ancora presso uomini un pò più maturi e che sanno come si fa a corteggiare una donna :)
"Ho visto cose bellissime grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione, e quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare".

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 17/05/2010, 20:16

Shadow750 ha scritto:[...]



Da giovanottA , imbranatA e tentennante, avrei sempre desiderato fosse L'UOMO a farmi capire che avrei potuto sporgermi dal mio limbo di timidezza, e quindi provare a fare qualche passo.

Con il tempo, maturando un minimo di sicurezza e sfrontatezza pure io (quando ci vuole per lo meno... 8) ), non ho più trovato signorine che si slanciano in corteggiamenti o induzioni più o meno chiare e dirette. Diciamo però che quasi tutte le donne fanno capire il loro interesse. Ognuna in qualche modo lancia messaggi e ammicca discretamente, apprezzando qualcuna il corteggiamento classico, qualcun'altra più risoluta e desiderosa di andare presto al sodo.
Quindi diciamo che primo passo si o no, per me è indifferente, preferendo piuttosto il sottile gioco dell'avvicinamento e dell'equivoco. 8) ;)
ho cambiato le frasi di shadow declinandole al femminile. ;)
questo è unico dei pochi campi nella mia vita in cui posso essere soddisfatta di me perchè anche io ero come shadow.
condivido shadow tranne l'ultima frase.
per me non c'è alcuna differenza: che sia uno o l'altro che paga, chi corteggia chi, per me sono sciocchezze: chiedo scusa a tropic, ma quel che descrive lei (fare capire etc etc) è il primo passo, tanto che poi l'uomo se non ci sta lo dice (e non è vero che tutti gli uomini dicono sempre si' , come dice giustamente tropic). in definitiva nel caso descritto la donna dice già di si', l'uomo ci prova; non c'è differenza che il contrario: è un incontro.
quindi i passi li fanno entrambi, al di là dei ruoli. ovviamente a mio parere entrambi non devono essere troppo sfrontati(come l'amica di tropic), ma educati e non precipitosi.
dico sinceramente che il gioco della seduzione a me annoia da morire: pane la pane, vino al vino è il mio motto.
e qui lascio la cosa a shadow e tropic: il sottile gioco dell'equivoco e non so cosa...dell'avvicinamento??????????????? bohhhhhhhhhhhh
e se in tutti gli altri campi della mia vita (in particolare nel lavoro) non ha funzionato il mio manicheismo, in questo campo si': meglio un no o un si' chiaro che un ni o un so. mi sa shadow che sono poco femminile, secondo il tuo archetipo di donna ! :DD
è invece un problema per le persone molto timide, come dice d'essere tempest. di questi tempi, tempest, col gioco di sguardi ci fai poco!!!!! :DD ;) ;)

sto scherzando eh.. si ride ! mica stiamo parlando dei morti in fabbrica o dela disoccupazione o delle lotte femminili !

Elsker

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Elsker » 17/05/2010, 20:55

tropicsnow ha scritto:[...]



questo è ciò di cui parlavo nel mio primo post... :)

[...]



certo i tempi cambiano per fortuna e oggi le donne sono quasi tutte indipendenti e in grado di pagare anche un conto al ristorante.
io però faccio delle differenze: se un uomo mi sta corteggiando mi aspetto che il conto lo paghi lui, la trovo una forma di cavalleria.

noto però che la cavalleria è quasi scomparsa tra i ragazzi mentre sopravvive ancora presso uomini un pò più maturi e che sanno come si fa a corteggiare una donna :)
La prima volta che mi è capitato che una donna insistesse per pagarmi il conto, non ero molto a mio agio, poi capisci che non c'è nulla di male. Concordo con te che se corteggi scegli il ristorante, il vino e paghi, per cavalleria (quelle cose un pò all'antica che però sanno ancora di bello :D )

Avatar utente
kim90
MailAmicissimo
MailAmicissimo
Messaggi: 1821
Iscritto il: 14 gennaio 2006
Età: 56

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da kim90 » 17/05/2010, 21:26

tropicsnow ha scritto:[...]

una donna più si fa desiderare e più la cosa li intriga. quindi sarebbe auspicabile il corteggiamento vecchio stile per uomini che ancora vogliano e sanno osare. ;)
Ne sei proprio convinta?
Non credo sia una regola, anzi quando si tende troppo la corda può spezzarsi, certamente non dico che la donna debba svendersi appena si sente attratta da qualcuno, ma è anche vero che il farsi desiderare non rappresenta sempre l’arma vincente.
A me personalmente una donna che tira alla lunga e mantiene le distanze mi sortisce l'effetto opposto, è gioco forza che tali comportamenti ostacolino la possibilità di tentare un approccio relazionale, alla fine sono io poi a rinunciare, dato che tale comportamento può facilmente lasciare presagire un contesto di rifiuto!
Della serie “chi scappa non mi vuole”.
Io credo che questo preconcetto, il farsi desiderare, sia legato ad un vecchio retaggio culturale dove si vedeva lo spasimante che correva e la donna che lo ignorava.
Ci saranno rimasti alcuni segugi imperterriti che insistono sulla preda, ma sicuramente sarà una esigua minoranza. Dico vi prego siamo nel 2010, anche "Tappo" lo ha capito! ;)


_

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 17/05/2010, 21:39

margot ha scritto:[...]
Non ho ben chiaro cosa significhi che "l'uomo deve fare l'uomo", ma un impostazione come la tua, basata sul concetto di contrapposizione di ruoli, anzichè di confronto tra persone, non mi piace.
Francamente non credo che l'esempio del mondo animale possa offrire un valido contributo all'argomentazione. Per fortuna siamo umani, agli istinti aggiungiamo ragione e consapevolezza, quindi non me la sentirei di paragoarci a loro.

Secondo me, nel 2010, dopo tutte le battaglie, vinte o perse, che hanno fatto le donne per emanciparsi, è quanto meno avvilente sentire che ancora ci sono ruoli da uomo e da donna. Io non nego delle differenze costitutive, ma continuerò a battermi perchè venga messa in pratica la parità tra uomini e donne.
tropicsnow ha scritto:[...]
mi ha fatto sorridere perchè alla tua età la pensavo allo stesso modo e avevo la stessa veemenza. il mio non voleva essere uno screditare le tue tesi. non essere suscettibile.

col tempo e l'esperienza ho scoperto cosa è meglio per me, non è detto che ciò sia meglio per tutti, come ciò che vale per te potrebbe non valere per altri. ad esempio, un tempo pensavo che un uomo presente, romantico, attento ad ogni cosa fosse il meglio per me. mi son resa conto che non è affatto così. un uomo troppo opprimente, troppo appiccicoso, dalle eccessive romanticherie e che lasciava a me l'iniziativa di tante cose alla fine è diventato noioso e soffocante e il rapporto stagnante tanto che mi son decisa a chiuderlo.


Spero di non appesantire troppo il post, ma il sunto di questi due interventi tutti al femminile, mi è piaciuto davvero tanto. Il vostro contraltare è molto stimolante circa la riflessione sull'età, l'esperienza e la maturità in un campo complesso e spesso contradditorio come quello dell'incontro e della seduzione fra uomo e donna.
L'irruenza dottrinale della gioventù, dove l'esperienza è ancora ad uno stadio ibrido, porta a connotare il tutto di esaltante ideologia di ruoli, dove proprio la parità, il costume e la lealtà di scontro è a dir poco imprescindibile. L'intellettualità è molto forte, così come una visione globale di chiarezza di posizioni e assenza di qualsiasi strategia. Pure io come margot e tropicsnow da giovane (perchè adesso è vecchia??? 8) ) volevo avere ben chiare le regole, e rifiutavo interpretazioni secondarie, dove non fosse tutto definito da rigore e logicità. Successivamente mi è apparso molto più chiaro quell'aspetto "animalesco" che giustamente irrita Margot, così come le regole e le dinamiche prestabilite, sono in realtà tante volte solo l'ancora di salvataggio a cui mi aggrappavo per gustificare le mie serate in bianco.
Per fortuna che poi si sviluppa quell'individualità a cui fa riferimento tropic. Ci si crea un proprio metodo e tattica, cercando ovviamente di non stravolgere la propria personalità. Magari ci si può perfino accorgere che, ciò che prima rifiutavi a priori come negativo, tutto sommato ti intriga e ti stuzzica, e anche usare metodi non troppo diretti o canonici, ti fa scoprire di avere potenzialità che non credevi, e ottenere risultati a dir poco strabilianti. In amore e in guerra tutto è concesso si diceva, ed effettivamente adesso ne comprendo il fondamento di verità.
Complimenti e un inchino con baciamano a tutte e due. Sono cavalleresco o no? ;)

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 17/05/2010, 21:54

parola ha scritto:[...]
mi sa shadow che sono poco femminile, secondo il tuo archetipo di donna !

sto scherzando eh.. si ride ! mica stiamo parlando dei morti in fabbrica o della disoccupazione o delle lotte femminili !
Simpaticissima e frizzante parola, non saprei risponderti così su due piedi. Questo anche perché, sebbene rimanga dell’idea che, l’intraprendere quel gioco per tanti come te inutile e stufante, a me non dispiace affatto, ritengo di apprezzare anche le persone dirette, chiare e senza troppi giri di pensieri e di parole. Dipende molto anche dalle situazioni e dal feeling che si crea. Tieni presente che, io come tanti uomini, davanti ad una scoperta chiara e rapida delle carte da parte femminile, non attendiamo poi molto oltre l’aperitivo e i due passi sul lungo mare. Non so se mi sono spiegato….
Quindi dai, perché saltare tutto così in fretta, e non lasciare quella certa suspance e aria di complice equivocità, tanto piacevole da respirare e così stuzzicante per cuore e cervello? Il si e il no solitamente per le donne non ha un confine così netto, quindi giocherelliamoci un pochino con la dovuta maniera e rispetto, mentre magari con utilità si cerca di scoprire e levare qualcosa di più interessante e pregno dei soliti vestiti?
Sto scherzando pure io eh! Se volete passiamo a discutere del buco dell’ozono e dell’insostenibile leggerezza dell’essere….
8) ;)

gian.k
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 89
Iscritto il: 03 febbraio 2010
Età: 44

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da gian.k » 17/05/2010, 21:58

margot ha scritto:[...]



Non mi pare che le mie affermazioni siano impregnate di ingenuità nè tantomeno sciocche, per cui mi sfugge il motivo per cui ti abbiano fatto sorridere. Se è un modo, immotivato, di screditare le tesi altrui, lo trovo di cattivo gusto.

Comunque, la considerazione del corteggiamento come gioco ci sta, ma nulla ha che fare con l'essere uomini o donne. Se vogliamo adattarci al maschilismo imperante, del tipo l'uomo dovrebbe fare così e la donna colà, lo trovo molto triste.
Più che ingenuità mi pare che tu abbia dimostrato una certa maturità mentale, e una visione del mondo molto intelligente e costruttiva: complimenti!

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 7477
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 49

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da tempest » 17/05/2010, 22:15

Shadow750 ha scritto:[...]

Tieni presente che, io come tanti uomini, davanti ad una scoperta chiara e rapida delle carte da parte femminile, non attendiamo poi molto oltre l’aperitivo e i due passi sul lungo mare. Non so se mi sono spiegato….Quindi dai, perché saltare tutto così in fretta, e non lasciare quella certa suspance e aria di complice equivocità, tanto piacevole da respirare e così stuzzicante per cuore e cervello? Il si e il no solitamente per le donne non ha un confine così netto, quindi giocherelliamoci un pochino con la dovuta maniera e rispetto, mentre magari con utilità si cerca di scoprire e levare qualcosa di più interessante e pregno dei soliti vestiti?
Sto scherzando pure io eh! Se volete passiamo a discutere del buco dell’ozono e dell’insostenibile leggerezza dell’essere….
8) ;)
Scusa Shadow, mi intrometto un attimo tra te e parola...
una dimostrazione chiara di interesse da parte di una donna che scopre, come dici tu, le sue carte ;) , non è necessariamente un "si" al sesso subito. La dimostrazione di interesse apre le porte ad un percorso che sarà diverso a seconda delle persone e delle circostanze, non confonderei quindi il "primo passo" con il "primo rapporto sessuale" :DD
Io sono simile a parola, preferisco un po' di chiarezza ai giochi, mi piace giocare solo dopo, quando le cose sono avviate, non mi farei inseguire per vezzo da un uomo che mi piace, non sia mai che scappi.... :!:

PS il buco dell'ozono non lo sento nominare dagli anni '80... ora si parla dei ghiacciai che si sciolgono 8)

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 17/05/2010, 22:32

tempest ha scritto:[...]



Scusa Shadow, mi intrometto un attimo tra te e parola...
una dimostrazione chiara di interesse da parte di una donna che scopre, come dici tu, le sue carte ;) , non è necessariamente un "si" al sesso subito. La dimostrazione di interesse apre le porte ad un percorso che sarà diverso a seconda delle persone e delle circostanze, non confonderei quindi il "primo passo" con il "primo rapporto sessuale" :DD
Io sono simile a parola, preferisco un po' di chiarezza ai giochi, mi piace giocare solo dopo, quando le cose sono avviate, non mi farei inseguire per vezzo da un uomo che mi piace, non sia mai che scappi.... :!:

PS il buco dell'ozono non lo sento nominare dagli anni '80... ora si parla dei ghiacciai che si sciolgono 8)
quoto. sei forte, tempest... l'ozono dove è finito???'
l'avranno preso i maya aspettando il 2012.... :angel:
non parlavo di sesso: parlavo di quel che dite voi: una che scappa, l'altro che cerca, uno dice no, l'altro ni, ma che pizza...
come dicono tempest e kim , e se quell'altro se ne va ? era una cosa che facevo per timidezza da adolescente... mica sono una top model che la gente mi aspetta quanto penelope ha aspettato odissseo !
poi a dirvela tutto shadow io non ho capito un bel nulla: da giovane volevi che tutto fosse stabilito da regole e dalla logicità (a me risulta che da giovani tu sia stato inesperto), ora ti dedichi all'istinto, ma usi le "tattiche". il tuo post precedente mi risulta di difficile comprensione!
ma scusami shadow una donna dopo i 27 anni aspetta ancora tattiche ? ne hai inventate di nuove??? :DD :DD ;)
non vuole costruire qualcosa con maturità e chiarezza di intenti????
p.s: da adolescente adoravo kundera e l'insostenibile leggerezza dell'essere. ero molto tortuosa e complicata, ah ah, magari all'epoca ti avrei capito. ora sono piu' pratica... bisogna pur campare nella vita !!!! :DD :DD :DD
p.s: la mia tattica è : ho bisogno di avere qualcuno vicino a me; mi piaci molto, vedo in te i valori giusti, la personalità giusta, la timidezza giusta e varie cose e aspetti (anche fisici) che mi attraggono. vogliamo provarci? questa è la mia tattica! il sesso viene molto dopo !
insomma non ho tempo per i giochi e non ho l'età... voglio una cosa seria ed infatti l'ho avuta due volte, soprattutto l'ultima.
lo so non è molto femminile, ma penso d'essere sincera senza pensare se ero uomo o donna . lo sarei ancora di piu' a quest'età (ma spero non mi capiti d'averne bisogno)

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 18/05/2010, 0:08

tempest ha scritto:[...]
Scusa Shadow, mi intrometto un attimo tra te e parola...
una dimostrazione chiara di interesse da parte di una donna che scopre, come dici tu, le sue carte ;) , non è necessariamente un "si" al sesso subito. La dimostrazione di interesse apre le porte ad un percorso che sarà diverso a seconda delle persone e delle circostanze, non confonderei quindi il "primo passo" con il "primo rapporto sessuale" :DD
La tua intromissione è giusto un piacere tempest. :) Nessuna confusione da parte mia, che sono peraltro una persona attenta e rispettosa dei vari tempi di reazione. Difatti la mia voleva essere più che altro una provocazione, alla rapidità di vedute e comprensioni reciproche fra le parti, che auspicava parola citando il famoso motto "pane al pane e vino al vino". Una palesata volontà di chiarezza e intendimento, saltando quella fase per così dire di circospezione e presa delle misure, non necessariamente porta ad un'unione di tipo fisico. Su questo si è già discusso comunque, e mi sono anche espresso a riguardo, in un apposito quanto recente topic.
tempest ha scritto:[...]
Io sono simile a parola, preferisco un po' di chiarezza ai giochi, mi piace giocare solo dopo, quando le cose sono avviate, non mi farei inseguire per vezzo da un uomo che mi piace, non sia mai che scappi.... :!:

PS il buco dell'ozono non lo sento nominare dagli anni '80... ora si parla dei ghiacciai che si sciolgono 8)
Non comprendo il giocare dopo francamente. O forse non mi è chiara la dinamica di fase. Il gioco per me fà parte degli inizi, del momento nebuloso e poco definito, dove appunto ciascuno saggia le potenzialità e gli interessi. Una volta stabilito il contatto, e ancor di più aperta la strada del reciproco scambio, si sono già fatti progressi e il tirarsi indietro o il tergiversare potrebbe anche dar luogo a incomprensioni e malintesi.

PS mi sto portando appresso fin dagli anni 80 certi detti e metafore. In un certo qual modo mi sono rinnovato poco. Su certi giochi invece, seguo volentieri programmi di aggiornamento costante.... ;)

Ospite

Re: Le donne che fanno il primo passo

Messaggio da Ospite » 18/05/2010, 8:47

tempest ha scritto:[...]



, mi piace giocare solo dopo, quando le cose sono avviate, non mi farei inseguire per vezzo da un uomo che mi piace, non sia mai che scappi.... :!:

8)
penso dipenda dall'esperienza; quando si è giovani si vuole mettere alla prova l'altro, si rischia di perdere meno, si gioca (io non l'ho mai fatto con le persone che mi interessavano davvero: secondo me il gioco non collima con un sentimento o un'emozione vera, ma so che non sono tutti uguali); coi problemi della vita adulta non riuscirei a stare a giocare a rimpiattino.
cosa intendi, pero', per gioco dopo la prima fase, immagino nella seconda fase, all'inizio della conoscenza (dopo anni è difficile giocare perchè arriva qualcosa di profondo?)??? lo scherzo, la seduzione, schermaglie amorose in una coppia sicura???