Lavoro ma dove?

Lavorare, cercare lavoro, cambiare lavoro, esperienze lavorative, problemi

Moderatore: Sabrina

Regole del forum
No annunci cerco o offro lavoro
Rispondi
Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Lavoro ma dove?

Messaggio da Sabrina » 15/09/2004, 22:00

Vi assicuro per esperienza personale che trovare lavoro oggi non è per niente facile. Io sbatto contro porte chiuse ogni giorno e la cosa un pò mi sta stancando.

Avatar utente
Zenigata
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 38
Iscritto il: 14 settembre 2004
Età: 41


Messaggio da Zenigata » 15/09/2004, 22:47

Io, invece, sono quotidinamente vittima di quelli che ti vogliono sfruttare: "Sei ancora uno studente? Allora di dò 4 soldi".

giuseppe cappellano


Messaggio da giuseppe cappellano » 17/09/2004, 12:11

Io invece, a 50 anni riprendero fra poco formazione per Photoshop, Quark Xpress, In design, e l'uso dello scanner professionale ...tutto bei programmini grafici...perchè ancora una volta tuto cambio intorno a me...niente è facile ragazzi...

Avatar utente
Zenigata
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 38
Iscritto il: 14 settembre 2004
Età: 41


Messaggio da Zenigata » 17/09/2004, 14:59

Per esere competitivi bisogna sempre aggiornarsi.

giuseppe cappellano


Messaggio da giuseppe cappellano » 17/09/2004, 15:25

"aggiornato" si...ma la parola competizione, al livello individuale mi disturba un po...
Percio è verro che siamo tutti nella stessa gallera mondiale di competizione...senza mai prendere in conto l'individuo colla sua sensibilità, o la sua età o semplicemente di quello che pensa della "vita" e cos'è la vita sua.

Avatar utente
Andyphone
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4111
Iscritto il: 11 settembre 2004
Sesso:
Età: 48


Messaggio da Andyphone » 19/09/2004, 11:36

giuseppe cappellano ha scritto:"aggiornato" si...ma la parola competizione, al livello individuale mi disturba un po...
Percio è verro che siamo tutti nella stessa gallera mondiale di competizione...senza mai prendere in conto l'individuo colla sua sensibilità, o la sua età o semplicemente di quello che pensa della "vita" e cos'è la vita sua.
Questa cosa la sto notando anche io tutti i giorni; si rischia di perdere le individualità anche nel lavoro, valutando tutto in base a standard. Personalmente cerco di non farlo, ma il rischio di rimanere coinvolti è alto. Cosa fare?

Ciao!
- Andy 'Andyphone' - Moderatore e Admin di MailAmici.it -
* leggete sempre le Linee Guida di MailAmici *

Ospite


Messaggio da Ospite » 06/10/2004, 14:59

Condivido tale affermazione, ma bisogna anche pensare a che offriamo al mercato. Si è disposti a cambiare città? Quali corsi si sono frequentati? A quale livello di preparazione si è giunti? Queste sono domande che tutti si pongono, ma l'importante è non mollare. Così dicono in giro. Qualcuno, però non ce la fa. si dice che soluzioni non ce ne sono, e allora perchè il governo ha fatto una riforma che interessa proprio il mondo del lavoro? Sembra che non ci sia voglia di assumere, che non ci sia voglia di investire e soprattutto di cercare nuove risorse umane. Tutto ciò da che può dipendere? Sarà solo una difficoltà di assorbimento del mercato oppure i datori di lavoro si son messi paura per un euro troppo forte? Non so dirlo, però sarà bene pensarci.

felix

lavoro

Messaggio da felix » 02/11/2004, 18:08

Io sono sempre convinto che per trovare un buon lavoro bisogna costruirsi una buona rete di conoscenze. E' facile imparare ed essere bravi in una certa attivita', ma se non lo dimostri non c'e' niente da fare ...

fabry


Messaggio da fabry » 05/03/2005, 23:34

io mi sono appena licenziato da un call center dove ?? esisteva un fisso e ti pagavano solo quello che vendevi ai clienti

S.F.R.U.T.T.A.M.E.N.T.O

atir


Messaggio da atir » 12/07/2005, 23:36

:lol: Io lavoro nel sociale e anche se non gratificata dal punto di vista economico lo sono molto invece dagli utenti.

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da Sabrina » 04/01/2006, 0:24

Sabrina ha scritto:Vi assicuro per esperienza personale che trovare lavoro oggi non è per niente facile. Io sbatto contro porte chiuse ogni giorno e la cosa un pò mi sta stancando.
E' passato più di un anno da quando apprii questo topic.. ebbene.. il lavoro lo ho trovato.. mi serve per arrivare economicamente a fine mese pero' non mi gratifica in nessun modo. Mi sembra di essere un automa.. non imparo nulla di nuovo e spero solo che venga fine giornata e fine settimana per essere a casa. E quando sono a casa mi sento così stanca che non ho voglia di uscire o di fare altro. Non mi vedo a proseguire in queste condizioni.. ho bisogno di qualcosa che stimoli la mia testa.. che mi faccia prendere iniziative e progredire. Sono forse una ingrata? Prima mi lamentavo di non avere un lavoro e ora mi lamento di averlo che non mi piace :| voi che ne dite?

Avatar utente
PEPPINO
Baby Amico
Baby Amico
Messaggi: 193
Iscritto il: 14 dicembre 2005
Età: 54

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da PEPPINO » 05/01/2006, 11:33

Sabrina ha scritto:[...]



E' passato più di un anno da quando apprii questo topic.. ebbene.. il lavoro lo ho trovato.. mi serve per arrivare economicamente a fine mese pero' non mi gratifica in nessun modo. Mi sembra di essere un automa.. non imparo nulla di nuovo e spero solo che venga fine giornata e fine settimana per essere a casa. E quando sono a casa mi sento così stanca che non ho voglia di uscire o di fare altro. Non mi vedo a proseguire in queste condizioni.. ho bisogno di qualcosa che stimoli la mia testa.. che mi faccia prendere iniziative e progredire. Sono forse una ingrata? Prima mi lamentavo di non avere un lavoro e ora mi lamento di averlo che non mi piace :| voi che ne dite?
cara Sabrina, non è una lamentela ma una osservazione che è condivisibile da molte persone , a volte il lavoro è monotono ,facciamo delle cose che l'informatica non è ancora riuscita ad accapparrarsi per ...sostituirci definitivamente , consola il fatto che comunque quel lavoro è utile alla comunità , in caso contrario non ci verrebbe chiesto!
Una cosa che mi stupisce è che leggendo i vari messaggi noto che nel "nord" la realtà lavorativa è meno brillante di quanto nel "sud" si immagini... ciao da peppino

sad68

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da sad68 » 05/01/2006, 12:46

Sabrina ha scritto:[...]



E' passato più di un anno da quando apprii questo topic.. ebbene.. il lavoro lo ho trovato.. mi serve per arrivare economicamente a fine mese pero' non mi gratifica in nessun modo. Mi sembra di essere un automa.. non imparo nulla di nuovo e spero solo che venga fine giornata e fine settimana per essere a casa. E quando sono a casa mi sento così stanca che non ho voglia di uscire o di fare altro. Non mi vedo a proseguire in queste condizioni.. ho bisogno di qualcosa che stimoli la mia testa.. che mi faccia prendere iniziative e progredire. Sono forse una ingrata? Prima mi lamentavo di non avere un lavoro e ora mi lamento di averlo che non mi piace :| voi che ne dite?
Direi che è già ora di cambiarlo!

Non scherzo, mi rendo conto che spesso in Italia il fatto di non rimanere a lungo in un posto di lavoro non è visto di buon'occhio, ma nei paesi anglosassoni (almeno a quanto mi dicono) è ritenuto un aspetto positivo della persona.

Lavoro nella stessa azienda da più di 5 anni e dopo i primi anni davvero piacevoli anche se pieni di difficoltà ora la situazione è diventata davvero monotona e da più di un anno sto cercando un'alternativa.

Direi che fino a 6 mesi fa il mercato del lavoro era praticamente fermo (probabilmente non venivano rimpiazzati neanche quelli che lasciavano le aziende) ultimamente però mi sembra si stia muovendo qualcosa (certo non voglio generalizzare, dipende sicuramente dall'area geografica e dal tipo di occupazione). Ora non hai l'angoscia di trovare un lavoro a tutti i costi quindi puoi valutare con più serenità eventuali offerte. Per contro la ricerca di un nuovo lavoro è sempre un'attività particolarmente stressante (almeno per me).

Ciao,
sad68

Avatar utente
lungo
Utente Escluso
Messaggi: 13
Iscritto il: 08 gennaio 2006
Età: 56

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da lungo » 08/01/2006, 18:31

Sabrina ha scritto:Vi assicuro per esperienza personale che trovare lavoro oggi non è per niente facile. Io sbatto contro porte chiuse ogni giorno e la cosa un pò mi sta stancando.
io lavoro da 26 in fabbrica e visto il mio stipendio ho dovuto cercarmi dei lavoretti part-time e ti dico che se li cerchi i lavori li trovi siamo noi che abbiamo paura di andare incontro a delle fregature visto come sta andando l'italia oggi e per questo ti dico se devi investire dei soldi che poi ti porteranno a guadagnare non investire MAI grosse cifre e se vai ad un colloquio mai andare da soli ma sempre con un conoscente anche se poi alla fine si decide con la propia testa :DD
lungo da novara
digstore on-line

dottorspok

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da dottorspok » 31/03/2006, 21:43

forse la soluzione migliore al problema lavoro l'ha data felix qualche post fa: è opportuno crearsi una buona rete di conoscenze.Effettivamente la competenza l'assumi direttamente sul posto di lavoro,ma il tutto sta nel cominciare,cosa quasi impossibile per chi non ha le conoscenze giuste.Io provengo da una famiglia non particolarmente "agganciata",papà è impiegato e mamma segretaria.Ho però un buon punto di riferimento.Mia zia ha investito il suo capitale nell'agenzia per cui lavorava(era un franchising come ce ne sono a bizzeffe) ed è riuscita a mettersi in proprio.Questo è stato possibile perchè,lavorando già all'interno di quel gruppo ha imparato a conoscerlo e a farsi conoscere.Ora è una donna realizzata.

Avatar utente
kim90
MailAmicissimo
MailAmicissimo
Messaggi: 1821
Iscritto il: 14 gennaio 2006
Età: 56

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da kim90 » 06/04/2006, 16:32

Sabrina ha scritto:Vi assicuro per esperienza personale che trovare lavoro oggi non è per niente facile. Io sbatto contro porte chiuse ogni giorno e la cosa un pò mi sta stancando.


Non solo è difficile trovare lavoro, ma se per caso riesci a trovare qualcosa ti accorgi degli aspetti più infidi che si nascondono dietro un posto di lavoro rimediato a fortuna, mi riferisco ovviamente ai privati. Oggi mi incacchio seriamente quando sento dire da alcuni pensionati benestanti: "i giovani di oggi non hanno voglia di lavorare", personalmente non essendo più ragazzo dato che sono un quarantenne, mi va di spezzare una lancia a favore dei giovani, perché in realtà il lavoro non c’è e quello che trovano è solo precariato e sfruttamento. Sfruttamento vuoi perché anche loro le aziende sono sull’orlo del precipizio per le elevate pressionio fiscali, vuoi perché il boom dell’immigrazione in Italia ha portato ad una svalutazione della prestazione della manodopera e dei servizi. Poi che ne diciamo del mobbing? Dove sta scritto che un dipendente deve essere trattato male per far funzionare le attività?
Lo vedo nel mio settore “impiantistica”, giovani ma anche meno giovani, sottoposti a 11 – 12 ore al giorno di lavoro pesante, straordinari non pagati, e poi trattatti senza sosta a malomodo dai cosiddetti capi. La minestra è quella, prendere o lasciare, tanto se uno va via ce ne sono migliaia poi disposti a prendere il tuo posto. Un meccanismo quello dell’attuale mondo del lavoro davvero contorto e complesso, non credo che ci possa essere una possibile inversione di tendenza. Siamo nel fondo.


Kim90

hantony

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da hantony » 07/04/2006, 17:29

Sabrina ha scritto:[...]



E' passato più di un anno da quando apprii questo topic.. ebbene.. il lavoro lo ho trovato.. mi serve per arrivare economicamente a fine mese pero' non mi gratifica in nessun modo. Mi sembra di essere un automa.. non imparo nulla di nuovo e spero solo che venga fine giornata e fine settimana per essere a casa. E quando sono a casa mi sento così stanca che non ho voglia di uscire o di fare altro. Non mi vedo a proseguire in queste condizioni.. ho bisogno di qualcosa che stimoli la mia testa.. che mi faccia prendere iniziative e progredire. Sono forse una ingrata? Prima mi lamentavo di non avere un lavoro e ora mi lamento di averlo che non mi piace :| voi che ne dite?
Ciao sono Antonello
io lavoro in un mobilificio , mi gratifica molto , ma ultimamente il mercato non gira molto bene e quindi passiamo intere settimane in cassa integrazione . Per questo stò valutando l'idea di mettermi in proprio .
Non ti reputo un ingrata Sabrina semplicemente il lavoro che fai non è il lavoro dei tuoi sogni , come dici tu non ti gratifica quindi reputo giusto pensare a qualcosa di proprio che ti stimoli mentalmente.
Se te lo posso chiedere in che settore pensavi di metterti? Io adoro viaggiare e quindi pensavo al turismo ! Tu che ne pensi ?
Mi farebbe piacere avere anche altri consigli comunque , fatemi sapere quello che pensate della mia idea :D
Antonello

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da Sabrina » 07/04/2006, 20:56

hantony ha scritto:[...]


Ciao sono Antonello
io lavoro in un mobilificio , mi gratifica molto , ma ultimamente il mercato non gira molto bene e quindi passiamo intere settimane in cassa integrazione . Per questo stò valutando l'idea di mettermi in proprio .
Non ti reputo un ingrata Sabrina semplicemente il lavoro che fai non è il lavoro dei tuoi sogni , come dici tu non ti gratifica quindi reputo giusto pensare a qualcosa di proprio che ti stimoli mentalmente.
Se te lo posso chiedere in che settore pensavi di metterti? Io adoro viaggiare e quindi pensavo al turismo ! Tu che ne pensi ?
Mi farebbe piacere avere anche altri consigli comunque , fatemi sapere quello che pensate della mia idea :D
Antonello
Interessante il turismo.. pero' io proprio non ne so nulla :) Io vorrei tanto avere un negozio tipo Enoteca.. oppure una libreria di quelle dove trovi tutto.. pure l'impossibile :D

Adoro tutto quello che mi fa stare a contatto con la gente.. e pure quello che mi fa stare al pc il più possibile.. ok sembra una contraddizione ma io son cosi' :D:D:D

Comunque ci sto pensando e lavorando per trovare di meglio :)

Ciao ciao

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da Sabrina » 11/04/2006, 8:58

hantony ha scritto:[...]


Ciao sono Antonello
io lavoro in un mobilificio , mi gratifica molto , ma ultimamente il mercato non gira molto bene e quindi passiamo intere settimane in cassa integrazione . Per questo stò valutando l'idea di mettermi in proprio .
Non ti reputo un ingrata Sabrina semplicemente il lavoro che fai non è il lavoro dei tuoi sogni , come dici tu non ti gratifica quindi reputo giusto pensare a qualcosa di proprio che ti stimoli mentalmente.
Se te lo posso chiedere in che settore pensavi di metterti? Io adoro viaggiare e quindi pensavo al turismo ! Tu che ne pensi ?
Mi farebbe piacere avere anche altri consigli comunque , fatemi sapere quello che pensate della mia idea :D
Antonello
Oggi direi che sono un po' delusa.. una altro rifiuto ad una domanda di lavoro che avevo fatto poco tempo fa.. cercano sempre troppa esperienza oppure persone più giovani.. la cosa devo dire che è molto demoralizzante.. veramente molto. ufff Va bhe..

ciao ciao

Spirito di Rame

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da Spirito di Rame » 11/04/2006, 14:32

Sabrina ha scritto:
E' passato più di un anno da quando apprii questo topic..
[....]

Sono forse una ingrata? Prima mi lamentavo di non avere un lavoro e ora mi lamento di averlo che non mi piace :| voi che ne dite?
ciao sabry, no non sei un'ingrata!
me lo chiedo spesso anche io ma so che non è così.
capisco quel che provi perchè anche io mi trovo in una situazione simile.
qui va tutto bene, lo stipendio è buono, posso stare su internet tutto il giorno, nessuno col fiato sul collo...
però non cresco, anzi, sono sempre più limitata, anche perchè la tecnologià aumenta di anno in anno... non ho grandi prospettive qui dentro, a parte quella di continuare così vita natural durante...
penso spesso a qualche mia amica che vive situazioni di lavoro molto, molto,ma molto peggiori...e mi sento male...
ma cosa devo fare se io vorrei sentirmi più impegnata? più presa dal mio lavoro??
oltretutto la mia è una grande azienda, praticamente privata, in cui le cose funzionano veramente male... a qualsiasi vertice possibile (dal misero capufficio al massimo supremo...) solo grandi raccomandati, ma non è questo il guaio! la cosa peggiore è che sono le persone che ne sanno meno in tutta l'azienda, non hanno cognizione di causa, non sanno niente nè fare niente!!!!!! e quindi, nel mio ufficio, mi sento anche frustrata, a dover fare anche il lavoro x es del mio capufficio che sa usare 1programma, il +semplice! contro tutti quelli con cui lavoro io!
ma questo è solo 1 esempio, xkè qui è così ad ogni angolo in cui ti volti...
io cerco di tenere duro, anche perchè qui non ho sbocchi simili, nè possibilità di prendere lo stesso stipendio...
ma voglio iscrivermi all'università, ad erboristeria, magari poi potrei aprirne una, oppure...chissà??
non abbatterti e continua a cercare e a inventare...

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da Sabrina » 11/04/2006, 21:23

Spirito di Rame ha scritto:[...]



ciao sabry, no non sei un'ingrata!
me lo chiedo spesso anche io ma so che non è così.
capisco quel che provi perchè anche io mi trovo in una situazione simile.
qui va tutto bene, lo stipendio è buono, posso stare su internet tutto il giorno, nessuno col fiato sul collo...
però non cresco, anzi, sono sempre più limitata, anche perchè la tecnologià aumenta di anno in anno... non ho grandi prospettive qui dentro, a parte quella di continuare così vita natural durante...
penso spesso a qualche mia amica che vive situazioni di lavoro molto, molto,ma molto peggiori...e mi sento male...
ma cosa devo fare se io vorrei sentirmi più impegnata? più presa dal mio lavoro??
oltretutto la mia è una grande azienda, praticamente privata, in cui le cose funzionano veramente male... a qualsiasi vertice possibile (dal misero capufficio al massimo supremo...) solo grandi raccomandati, ma non è questo il guaio! la cosa peggiore è che sono le persone che ne sanno meno in tutta l'azienda, non hanno cognizione di causa, non sanno niente nè fare niente!!!!!! e quindi, nel mio ufficio, mi sento anche frustrata, a dover fare anche il lavoro x es del mio capufficio che sa usare 1programma, il +semplice! contro tutti quelli con cui lavoro io!
ma questo è solo 1 esempio, xkè qui è così ad ogni angolo in cui ti volti...
io cerco di tenere duro, anche perchè qui non ho sbocchi simili, nè possibilità di prendere lo stesso stipendio...
ma voglio iscrivermi all'università, ad erboristeria, magari poi potrei aprirne una, oppure...chissà??
non abbatterti e continua a cercare e a inventare...

Io cerco di non abbattermi.. pero' mi sento frustrata.. a fare scemenze ripetitive.. a non dover mai usare la testa.. alla fine dei conti non sono poi tanto stupida ho avuto esperienze di responsabilita' nel passato.. e ora non si valorizzano proprio per niente.. io posso lavorare anche 12 ore al giorno ..pero' se sento che sto migliorando..se capisco che sono valorizzata.. altrimenti gia 8 ore son pesanti utili solo a portare a casa uno stipendio. Vero che mi serve ma.. esistono solo i soldi nella vita?

ciao ciao

hantony

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da hantony » 13/04/2006, 10:08

Sabrina ha scritto:[...]


Interessante il turismo.. pero' io proprio non ne so nulla :) Io vorrei tanto avere un negozio tipo Enoteca.. oppure una libreria di quelle dove trovi tutto.. pure l'impossibile :D

Adoro tutto quello che mi fa stare a contatto con la gente.. e pure quello che mi fa stare al pc il più possibile.. ok sembra una contraddizione ma io son cosi' :D:D:D

Comunque ci sto pensando e lavorando per trovare di meglio :)

Ciao ciao
Ciao Sabrina
belle le tue idee sia quella dell'enoteca che la libreria :)
che dirti anch'io non saprei come gestire un agenzia viaggi , ma credo che con un pò di pazienza e buona volontà si può tutto nella vita !
Quando ho cominciato al mobilificio non sapevo neanche la differenza fra un faggio e un noce , ma ora li riconosco a occhi chiusi anche solo dall'odore!
Enoteca +persone+ pc ?????? non credo sia l'opzione giusta :D
sicuramente libreria+persone+pc questo si mi suona meglio
Cè un agenzia che cerca personale nelle vicinanze di casa mia , ma non so che fare avevo tutte le intenzioni di aprire qualcosa di mio, per non tirtovarmi più nella stessa situazione di adesso !
Che dite ci provo? Faccio un pò di esperienza e poi mi butto nel mercato da solo? Che dilemma mamma mia ............
adesso devo scappare
buona giornata e se non ci si sente buona Pasqua a tuttiiiiiii
Antonello

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da Sabrina » 13/04/2006, 10:48

hantony ha scritto:[...]



Ciao Sabrina
belle le tue idee sia quella dell'enoteca che la libreria :)
che dirti anch'io non saprei come gestire un agenzia viaggi , ma credo che con un pò di pazienza e buona volontà si può tutto nella vita !
Quando ho cominciato al mobilificio non sapevo neanche la differenza fra un faggio e un noce , ma ora li riconosco a occhi chiusi anche solo dall'odore!
Enoteca +persone+ pc ?????? non credo sia l'opzione giusta :D
sicuramente libreria+persone+pc questo si mi suona meglio
Cè un agenzia che cerca personale nelle vicinanze di casa mia , ma non so che fare avevo tutte le intenzioni di aprire qualcosa di mio, per non tirtovarmi più nella stessa situazione di adesso !
Che dite ci provo? Faccio un pò di esperienza e poi mi butto nel mercato da solo? Che dilemma mamma mia ............
adesso devo scappare
buona giornata e se non ci si sente buona Pasqua a tuttiiiiiii
Antonello
BHe forse.. fare un po' di esperienza prima di aprire qualcosa di tuo.. bhe potrebbe esserti molto utile.. :D e poi quando apri qualcosa dimmelo.. chissa' magari passo dai libri ai viaggi :D:D:D poi parma non è cosi' lontana :)

ciao ciao

hantony

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da hantony » 18/04/2006, 20:21

Sabrina ha scritto:[...]



BHe forse.. fare un po' di esperienza prima di aprire qualcosa di tuo.. bhe potrebbe esserti molto utile.. :D e poi quando apri qualcosa dimmelo.. chissa' magari passo dai libri ai viaggi :D:D:D poi parma non è cosi' lontana :)

ciao ciao
We Sabry :)
che dici ci vieni a fare un giretto a Parma? Vuoi che ti controllo gli orari dei treni? :D Dai stò scherzando ;)
Come sono andate le feste pasquali? Le mie sul divano :'( con il piede fasciato
Certo che se avessi avuto l'agenzia viaggi non mi restava tutto questo tempo per giocare a calcio e non mi sarei slogato una caviglia.
La cena è pronta buona serata a tutti
Antonello
p.s. Sabry nelle agenzie viaggi ci sono tanti bei libri con tante figure se vuoi posso farla passare per una libreria :) ( cosa si fa per farsi notare da voi donne ;) )

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: Lavoro ma dove?

Messaggio da Sabrina » 18/04/2006, 21:29

hantony ha scritto:[...]



We Sabry :)
che dici ci vieni a fare un giretto a Parma? Vuoi che ti controllo gli orari dei treni? :D Dai stò scherzando ;)
Come sono andate le feste pasquali? Le mie sul divano :'( con il piede fasciato
Certo che se avessi avuto l'agenzia viaggi non mi restava tutto questo tempo per giocare a calcio e non mi sarei slogato una caviglia.
La cena è pronta buona serata a tutti
Antonello
p.s. Sabry nelle agenzie viaggi ci sono tanti bei libri con tante figure se vuoi posso farla passare per una libreria :) ( cosa si fa per farsi notare da voi donne ;) )

Tu non ci crederai ma.. piacenza e parma sono molto vicine eppure io son stata solo una volta .. e penso di tornarci presto perche' mi era piaciuta tantissimo.. ha un centro storico affascinante. :D

ciao antonello :D:D:D

ciao ciao