un libro che non consigliereste mai

Nuovi e vecchi, scrittori, titoli. Le vostre opinioni, critiche, suggerimenti... Per farsi una cultura 'vecchio stile'

Moderatore: Sabrina

Regole del forum
No pubblicità, grazie
mauzy

un libro che non consigliereste mai

Messaggio da mauzy » 23/10/2007, 13:30

la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo

Diver

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da Diver » 23/10/2007, 14:15

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo

Provate a finire "La guerra del Peloponneso" di Tucidide e poi mi dite...

Fu una sfida con mio padre, avevo solo 10 anni, .... quanto ho dormito....

;)

Zatarra


Messaggio da Zatarra » 23/10/2007, 16:30

...Mauzy...allora la lettura è come il caffè?... :DD :DD ...hai ragione ???, ma è pieno diritto del lettore interrompere la lettura di un libro...e, tipo Diver, congratulations x Tucidide... :O :O :O ...

io invece vado più sul "frivolo"...un libro che mi dettero anni e anni e anni fa da leggere d'estate alle medie..."Là dove soffia il Mistral" della Righini Ricci mi pare... :?

mauzy


Messaggio da mauzy » 26/10/2007, 13:04

Zatarra ha scritto:...Mauzy...allora la lettura è come il caffè?... :DD :DD ...hai ragione ???, ma è pieno diritto del lettore interrompere la lettura di un libro...e, tipo Diver, congratulations x Tucidide... :O :O :O ...

io invece vado più sul "frivolo"...un libro che mi dettero anni e anni e anni fa da leggere d'estate alle medie..."Là dove soffia il Mistral" della Righini Ricci mi pare... :?
Concordo in pieno sul non proseguire un libro che non piace... ma io predico bene e razzolo male perchè sono un testone.... anche se una lettura non mi appassiona, do sempre il beneficio del dubbio.. "dai che forse migliora" e mi faccio del male :)

MELI

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da MELI » 26/10/2007, 15:59

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo
In genere io termino tutti i libri che comincio, anche quando li trovo lenti o terribili, come quando ho letto "L'oblio" di Josephine Hart, ma un libro che non sono proprio riuscita a terminare, risale a diversi anni fa, è stato "Il senso di Smilla per la neve" di Peter Hoeg.
Non so se qualcuno l'ha letto, ma io l'ho trovato lento, ma veramente lento, e non sono proprio riuscita a terminarlo, e pensare che era un giallo e che avrebbe dovuto quindi suscitare l'attenzione del lettore...

Avatar utente
Sabrina
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1411
Iscritto il: 15 settembre 2004
Età: 50

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da Sabrina » 26/10/2007, 19:19

MELI ha scritto:[...]



In genere io termino tutti i libri che comincio, anche quando li trovo lenti o terribili, come quando ho letto "L'oblio" di Josephine Hart, ma un libro che non sono proprio riuscita a terminare, risale a diversi anni fa, è stato "Il senso di Smilla per la neve" di Peter Hoeg.
Non so se qualcuno l'ha letto, ma io l'ho trovato lento, ma veramente lento, e non sono proprio riuscita a terminarlo, e pensare che era un giallo e che avrebbe dovuto quindi suscitare l'attenzione del lettore...
:rolleyes: a me "il senso di smilla per la neve" invece è piaciuto..si non è il classico giallo...anzi lessi poi anche altri libri dello stesso autore.. (peter hoeg) pero' solo "i quasi adatti" mi piacque molto..
Libro invece che non consiglerei mai ... "rinascimento privato" della Bellonci.. me lo affibiarono alle superiori nelle vacanze estive.. e me lo sognavo pure na notte tanto mi risultava noioso :(

paperita
Nuovo Amico
Nuovo Amico
Messaggi: 503
Iscritto il: 27 novembre 2006
Età: 55

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da paperita » 30/10/2007, 18:42

Sabrina ha scritto:[...]



:rolleyes: a me "il senso di smilla per la neve" invece è piaciuto..si non è il classico giallo...anzi lessi poi anche altri libri dello stesso autore.. (peter hoeg) pero' solo "i quasi adatti" mi piacque molto..
Libro invece che non consiglerei mai ... "rinascimento privato" della Bellonci.. me lo affibiarono alle superiori nelle vacanze estive.. e me lo sognavo pure na notte tanto mi risultava noioso :(
:girlie: anch'io come Sabrina ho letto i"l senso di smilla ..." e direi niente male :!:
quest'estate ho acquistato "faccia di cuore" di Luca Tiraboschi, è una spaventosa storia d'amore(gener noir): la storia di un bambino nato da una coppia di sposi ormai avanti con l'età e completamente squilibrati che, per l'eccessivo amore verso il proprio e per salvarlo dal male che secondo loro si identifica con il mondo intero, lo fanno crescere all'interno di una casa "prigione" e lo sottopongono a ogni tipo di plagio, addirittura costringendolo a dormire con una maschera a forma di cuore che gli deforma il cranio. L'assurdo è che il ragazzo, ignaro dell'esistenza di null'altro che non fosse determinato dai genitori è felice. Il suo castello di carte si sgretola, però, quando in casa entrano quattro ladri fuggiti di prigione. Loro gli sveleranno la presenza di un mondo totalmente sconosciuto: la vita.
:shy: mi ha fatto accapponare la pelle :shy: questo è uno dei libri che non ho prestato a nessuno :(
non tutti possono vedere i sogni alla stessa maniera!!!

Polly76

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da Polly76 » 31/10/2007, 10:12

MELI ha scritto:[...]



In genere io termino tutti i libri che comincio, anche quando li trovo lenti o terribili, come quando ho letto "L'oblio" di Josephine Hart, ma un libro che non sono proprio riuscita a terminare, risale a diversi anni fa, è stato "Il senso di Smilla per la neve" di Peter Hoeg.
Non so se qualcuno l'ha letto, ma io l'ho trovato lento, ma veramente lento, e non sono proprio riuscita a terminarlo, e pensare che era un giallo e che avrebbe dovuto quindi suscitare l'attenzione del lettore...
Devo dire che "Il senso di smilla per la neve" è l'unico libro che non sono riuscita a terminare e sono felice di aver incontrato un'altra persona che ha avuto la mia stessa impressione :D !!!!

Polly

Avatar utente
ISOLOTTA
Nuovo Amico
Nuovo Amico
Messaggi: 560
Iscritto il: 23 agosto 2007
Età: 46

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da ISOLOTTA » 31/10/2007, 11:33

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo
"La pioggia prima che cada" di Jonathan Coe...se amate quello scrittore statene alla larga! la delusione è grande!
Lotti

mauzy

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da mauzy » 02/11/2007, 23:27

ISOLOTTA ha scritto:[...]



"La pioggia prima che cada" di Jonathan Coe...se amate quello scrittore statene alla larga! la delusione è grande!
Veramente? holetto "La banda dei Brocchi" e "La famiglia Winshaw" e ne ero entusiasta.... :(
comunque se vi capitasse tra le mani un libro intitolato "Ho sognato di te" statene alla larga (l'autore l'ho rimosso), il peggior regalo di compleanno che abbia mai ricevuto... mai regalare libri che non si siano prima letti!

Avatar utente
ISOLOTTA
Nuovo Amico
Nuovo Amico
Messaggi: 560
Iscritto il: 23 agosto 2007
Età: 46

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da ISOLOTTA » 05/11/2007, 9:17

mauzy ha scritto:[...]



Veramente? holetto "La banda dei Brocchi" e "La famiglia Winshaw" e ne ero entusiasta.... :(
comunque se vi capitasse tra le mani un libro intitolato "Ho sognato di te" statene alla larga (l'autore l'ho rimosso), il peggior regalo di compleanno che abbia mai ricevuto... mai regalare libri che non si siano prima letti!
Si si, li ho letti tutti...e sono tutti stupendi...l'ultimo invece, non so che gli sia preso, sarà invecchiato di botto? mboh!
Lotti

paul1968
Utente Escluso
Messaggi: 13
Iscritto il: 15 ottobre 2007
Età: 52

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da paul1968 » 13/11/2007, 17:58

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
allora,in genere prendo solo libri che mi possono interessare,quindi raramente non mi sono piaciuti.
l'unico libro che ho lasciato lì dopo 6 (sei!) pagine
è stato "i promessi sposi"

ma probabilmente è solo questione di gusti.

mauzy

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da mauzy » 14/11/2007, 19:07

paul1968 ha scritto:[...]



allora,in genere prendo solo libri che mi possono interessare,quindi raramente non mi sono piaciuti.
l'unico libro che ho lasciato lì dopo 6 (sei!) pagine
è stato "i promessi sposi"

ma probabilmente è solo questione di gusti.
"I promessi sposi".... lo ricollego all'epoca delle superiori in cui effettivamente qualsiasi libro costretto a leggere era un tortura... ma a distanza di anni ho ripreso alcuni e devo ammettere di essermi ricreduto

paul1968
Utente Escluso
Messaggi: 13
Iscritto il: 15 ottobre 2007
Età: 52

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da paul1968 » 15/11/2007, 4:52

mauzy ha scritto:[...]



"I promessi sposi".... lo ricollego all'epoca delle superiori in cui effettivamente qualsiasi libro costretto a leggere era un tortura... ma a distanza di anni ho ripreso alcuni e devo ammettere di essermi ricreduto
io l'ho preso per curiosità
(ho fatto solo le medie)......
se quello è un esempio degli studi superiori........sono contento di aver lasciato perdere.

Avatar utente
idiana
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1186
Iscritto il: 12 giugno 2007
Età: 36

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da idiana » 15/11/2007, 10:30

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo
Non sono una grande lettrice...in realtà a meno che non si tratti di argomenti universitari non leggo mai.. :shy:

Anche io durante gli anni del liceo ho dovuto sopportare l'infame compito di leggere e commentare un libro...fortunatamente solo per tre estati.

Un anno avevamo la libertà di sceglierlo da noi...e non mi sarei potuta gambizzare più di così :O

Ho letto il giorno della civetta di Leonardo Sciascia...da svenarsi...una noia mortale e l'ho trovato anche molto confusionario...in realtà ho ancora il dubbio di non averci capito un piffero :rolleyes: :O ma non ho ancora il coraggio di riprenderlo...mi ha traumatizzata! :DD

:ciao:
Ogni ombra per quanto profonda è minacciata dalla luce del mattino...

Avatar utente
*Rose*
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 774
Iscritto il: 05 novembre 2007
Età: 55

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da *Rose* » 15/11/2007, 16:24

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo

il libro più terribile per me..mai riuscita ad arrivare fino alla pag, 30 non sono mai riuscita ad andare più in la è...."LE LUCI DI ATLANDIDE" di MARION ZIMMER BRADLEY... considerando che è un mattone da 445 pag.. roba da regalare al peggior nemico. :yoman:
La vita è come una scatola di cioccolatini...non sai mai cosa ti capita -<-<-@

Ospite

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da Ospite » 15/11/2007, 18:19

Di solito leggo tutto i libri che compro o prendo in prestito bibliotecario ma un libro recente che ho restituito è stato : "Lo sherpa (Jamling Tenzing Norgay)".

Purtroppo non sono riuscito ad arrivare al 3 capitolo... eppure a me piacciono le escursioni.

Del mondo orientale ho letto molto, ma Lo Sherpa con mio malincuore pur commentato bene da tanti, l'ho riportato in biblioteca e l'ho sostituito con L'universo in un guscio di noce di Stephen Hawking, che invece mi ha galvanizzato tanto, scritto veramente bene!!!

luna77

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da luna77 » 15/12/2007, 12:53

"Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcìa Marquez...l'ho trovato inquietante, ancora adesso quando passo davanti alla libreria e lo vedo mi vengono i brividi, prenderlo in mano poi...non so, mi fa stare male. Se volete leggerlo vedete voi...io non lo farei...

sharkjoe

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da sharkjoe » 12/05/2008, 21:11

luna77 ha scritto:"Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcìa Marquez...l'ho trovato inquietante, ancora adesso quando passo davanti alla libreria e lo vedo mi vengono i brividi, prenderlo in mano poi...non so, mi fa stare male. Se volete leggerlo vedete voi...io non lo farei...
L'ho letto anch'io!! cent'anni di sfiga così non s'era mai vista.

boringsunday

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da boringsunday » 12/05/2008, 22:49

luna77 ha scritto:"Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcìa Marquez...l'ho trovato inquietante, ancora adesso quando passo davanti alla libreria e lo vedo mi vengono i brividi, prenderlo in mano poi...non so, mi fa stare male. Se volete leggerlo vedete voi...io non lo farei...
Nooo! "Cent'anni di solitudine" è uno dei miei libri preferiti! Io ADORO Marquez... Ho letto praticamente tutto quello che ha scritto e mi è piaciuto quasi tutto. "Quasi" perchè l'ultimo, "Memoria delle mie ******* tristi", in effetti è un pò deludente e, anche se è abbastanza "breve", ci ho messo un pò a finirlo.

Però uno che non sono mai riuscita a finire è "La piccola Dorrit" di Charles Dickens. Quando era solo una bambina mia mamma iniziò a leggermelo ma ci annoiammo a morte entrambe e lo "abbandonammo". Ci riprovammo ancora un paio di volte ma con lo stesso risultato. Da adolescente lo ripresi nuovamente due o tre volte, ma anche quei tentativi fallirono miseramente. A quel punto ci ho riununciato! Credo di non aver mai superato pagina 50! :D

Avatar utente
tempest
UltraAmico
UltraAmico
Messaggi: 8205
Iscritto il: 05 agosto 2007
Sesso:
Età: 50

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da tempest » 29/06/2008, 0:00

boringsunday ha scritto:[...]



Però uno che non sono mai riuscita a finire è "La piccola Dorrit" di Charles Dickens. Quando era solo una bambina mia mamma iniziò a leggermelo ma ci annoiammo a morte entrambe e lo "abbandonammo". Ci riprovammo ancora un paio di volte ma con lo stesso risultato. Da adolescente lo ripresi nuovamente due o tre volte, ma anche quei tentativi fallirono miseramente. A quel punto ci ho riununciato! Credo di non aver mai superato pagina 50! :D[/color]
a me invece "La piccola Dorrit" è piaciuto, Dickens è uno dei miei autori preferiti, ma stranamente ci sono alcuni suoi libri che non sono riuscita a finire: "Casa Desolata" e " La bottega dell'antiquario".


Comunque un libro che non cosiglierei mai è "I Vicere" di Federico De Roberto. Non riesco nemmeno a descriverlo... confuso, pesantissimo, brutto!! :-O
Eppure è considerato un capolavoro.

anna78

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da anna78 » 29/06/2008, 17:39

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo
Il libro che non sono riuscita mai a terminare è "Siddahrtha"di Hesse.

feliciosa

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da feliciosa » 11/07/2008, 13:46

luna77 ha scritto:"Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcìa Marquez...l'ho trovato inquietante, ancora adesso quando passo davanti alla libreria e lo vedo mi vengono i brividi, prenderlo in mano poi...non so, mi fa stare male. Se volete leggerlo vedete voi...io non lo farei...
urketta... l'ho comperato stamattina... se leggeo prima mi risparmivo i soldi....
ho appna finito l'ultimo di girgo faletti... io ho letto tutti i suoi precedenti e questo è un po deludente inparagone agli altri

Claudia84

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da Claudia84 » 22/11/2008, 18:35

anna78 ha scritto:[...]



Il libro che non sono riuscita mai a terminare è "Siddahrtha"di Hesse.
Quello è uno dei miei libri preferiti!
Quando finii di leggerlo mi ricordo che entrai in fissa per il buddismo e tutto ciò che lo poteva riguardare.. ihih! una quasi crisi mistica!
:O

Avatar utente
senzaorario
MailAmico
MailAmico
Messaggi: 1264
Iscritto il: 16 aprile 2007
Sesso:
Età: 54

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da senzaorario » 22/11/2008, 23:32

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo
Il titolo del topic mi aveva fatto pensare che ti riferissi ad eventuali valori negativi professati, piu o meno esplicitamente, dall'autore, invece, leggendo il tuo post dichiari di riferirti alla pesantezza del libro. Beh, nel mio caso sono stati tanti, ma il sottoscritto non è attendibile, perchè ha voglia di leggere o meno a seconda della sua serenità . Figurati che perfino "il pendolo di Foucault " ho smesso di leggerlo dopo 20 pagine. Pero' penso che casi
piu universali siano , ad esempio "la monadologia" di Leibniz , " Il giorno" di Giuseppe Parini, , le "opere" di Nietzche in genere ( che trovo essere "mattoni" da leggere , oltre che inculcare valori disumani ) . Un libro che mi ha messo paura per la difficoltà del linguaggio usato è stato "l'artista armato" di Stefano Zecchi: provate a leggerlo poi mi dite se non vi ci vuole un dizionario accurato per capire.....
la realtà non ha bisogno di essere verosimile, perchè è vera.
L.Pirandello

zapaterina


Messaggio da zapaterina » 02/12/2008, 10:37

Ho provato tre volte a leggere "Se questo è un uomo " di Primo Levi, e per tre volte ho dovuto smettere. Non perchè sia un libro noioso, anzi è scritto molto bene. Fin troppo bene, credo. Levi usa un linguaggio asciutto, che lascia poco alla retorica o alla autocommiserazione (a volte fin troppo cara ai sopravvissuti). Per questo non l'ho retto e non l'ho mai regalato ad alcuno. e' come un pugno allo stomaco...

The Etherealmirror


Messaggio da The Etherealmirror » 11/01/2012, 16:49

"Il deserto dei Tartari" di Buzzati è un libro in cui (volutamente) latita l'azione: la misteriosa comparsa del cavallino nero e l'episodio di Angustina sono gli unici che dinamizzano un pò il quadro. Gli intenti di Buzzati evidentemente sono altri, principalmente rappresentare, tramite metafora, il tema dell'attesa vana (a volte patetica direi...in questa ottica, probabilmente il suo lavoro ha colto nel segno anche se l'impressione complessiva che se ne trae non è, a mio avviso, propriamente entusiasmante). In definitiva, non è un libro che mi ha particolarmente arricchito. Non mi sento dunque di consigliarlo nonostante non manchi di suscitare motivi di riflessione.

londra

Re: un libro che non consigliereste mai

Messaggio da londra » 05/03/2012, 9:17

mauzy ha scritto:la lettura è un piacere.. ma se non è bello il libro che piacere è?
ok per il vostro libro preferito, ma ne avete anche qualcuno che non vi è piaciuto o che non siete riusciti a terminare?
io ad esempio non consiglierei mai "Incontro d'amore in un paese in guerra" di L. Sepulveda.... dopo aver letto altri suoi romanzi, questo ho veramente faticato a finirlo
Undici minuti, di Coelho. A tratti interessante, in fin dei conti scadente. Credo sia stata la prima volta che ho lasciato un libro a metà: troppo insignificante. Ma l'avrà scritto davvero lui? Mah, il dubbio c'è e non è solo mio.

Rolletta


Messaggio da Rolletta » 18/10/2012, 22:36

Ciao!
Anche io sono una che quando inizia a leggere va fino alla fine: devo vincere io, non il libro! Perciò in un libro, più che la pesantezza noto la qualità... un libro che non mi è piaciuto proprio per niente è "La solitudine dei numeri primi" di Paolo Giordano. è di un pessimismo unico e assolutamente assurdo come intreccio, pur non volendolo effettivamente. Per fortuna è piccolissimo.

Ma io sono strana, però: ho trovato molto più bello "Il Milione" di Marco Polo che ho letto, per conto mio, a 13 anni!

Xandr
Nuovo Amico
Nuovo Amico
Messaggi: 405
Iscritto il: 18 marzo 2008
Età: 33


Messaggio da Xandr » 27/10/2012, 20:06

Rolletta ha scritto:Ciao!
Anche io sono una che quando inizia a leggere va fino alla fine: devo vincere io, non il libro! Perciò in un libro, più che la pesantezza noto la qualità... un libro che non mi è piaciuto proprio per niente è "La solitudine dei numeri primi" di Paolo Giordano. è di un pessimismo unico e assolutamente assurdo come intreccio, pur non volendolo effettivamente. Per fortuna è piccolissimo.

Ma io sono strana, però: ho trovato molto più bello "Il Milione" di Marco Polo che ho letto, per conto mio, a 13 anni!
Pensa che mi aveva sempre incuriosito "La solitudine dei numeri primi", ma non mi sono mai messo a cercarlo poi. [smilie=ciau.gif]