Forum di incontri online per conoscere e discutere con tanti nuovi amici da tutta Italia e vicino a dove vivi   MailAmici Incontri   Conosci, fatti conoscere, incontra nuove persone e organizza con loro uscite, raduni, gite, cene, pizzate, vacanze...  
Cosa Siamo Forum dell' Amicizia Incontri Online Bacheca Annunci Amicizia Scrivici
Indice del ForumIndice     FAQFAQ     IscrittiIscritti     GruppiGruppi     Linee Guida di MailAmiciLinee Guida     MailAmici su FacebookFacebook     MailAmici su twittertwitter     Feed RSS di MailAmici.it - Forum Incontri AmiciziaRSS Feed
CercaCerca     FotoAlbumFotoAlbum     Chat online di MailAmiciChat     ProfiloProfilo     Messaggi PrivatiMessaggi Privati     IscrizioneIscrizione     EntraEntra
La felicità... oggi!
Vai a pagina 1, 2  Successivo
   Rispondi
Autore Messaggio
templare1971
Ospite











MessaggioInviato: 13 Nov 2012 alle 19:39    Oggetto: La felicità... oggi! Rispondi citando

Le domande sulla propria esistenza nascono in presenza del dolore, della malattia, della morte e difficilmente in presenza della felicità che tutti rincorriamo, che cos’è per te la felicità?
Personalmente, sono felice quando ho la sensazione di poter essere me stesso e di poter influire positivamente sul corso della mia vita e di quella degli altri.
Esiste una felicità indotta dal piacere fisico o affettivo? E se sì, può creare una dipendenza ?
Torna in cima
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 14 Nov 2012 alle 00:09    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

templare1971 ha scritto:
Le domande sulla propria esistenza nascono in presenza del dolore, della malattia, della morte e difficilmente in presenza della felicità che tutti rincorriamo, che cos’è per te la felicità?
Personalmente, sono felice quando ho la sensazione di poter essere me stesso e di poter influire positivamente sul corso della mia vita e di quella degli altri.
Esiste una felicità indotta dal piacere fisico o affettivo? E se sì, può creare una dipendenza ?


Per me la felicita' vuol dire essere sereni, e credimi, essere sereni oggi non e' affatto semplice.
Raggiungere un equilibrio che ti possa far godere di tutto cio' che ti piace, che ti assicuri un benessere psico-fisico, che ti assicuri gli affetti esssenziali e' gia' uno zenit di felicita' per il mio modo di pensare.

Il piacere fisico non da' la felicita', accontenta i sensi.

Il piacere affettivo invece si, l'amore se vissuto serenamente e' una grande fonte di felicita', ma per me non devono mancare gli amici che sono indispensabili. Dipendenza? No, la ricerca della serenita' (o felicita') e' un dovere che abbiamo verso noi stessi, se ci amiamo e un bisogno assolutamente lecito.
Torna in cima
        
templare1971
Ospite











MessaggioInviato: 14 Nov 2012 alle 19:35    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
[...]



Per me la felicita' vuol dire essere sereni, e credimi, essere sereni oggi non e' affatto semplice.
Raggiungere un equilibrio che ti possa far godere di tutto cio' che ti piace, che ti assicuri un benessere psico-fisico, che ti assicuri gli affetti esssenziali e' gia' uno zenit di felicita' per il mio modo di pensare.

Il piacere fisico non da' la felicita', accontenta i sensi.

Il piacere affettivo invece si, l'amore se vissuto serenamente e' una grande fonte di felicita', ma per me non devono mancare gli amici che sono indispensabili. Dipendenza? No, la ricerca della serenita' (o felicita') e' un dovere che abbiamo verso noi stessi, se ci amiamo e un bisogno assolutamente lecito.


Anche se in parte hai già risposto, ti pongo un quesito:
Ti accontenteresti di una felicità "indotta artificialmente"... metti caso una grossa vincita, rinunciando a qualche affetto…
Oppure i propri valori familiari, pur con tutti i problemi che si possano incontrare, giorno dopo giorno….
Torna in cima
        
marcy71973
Nuovo Iscritto



Sesso: Sesso: Maschio
Età: 43
Segno: Bilancia
Località: cremona

Profilo
marcy71973 è offline 

MessaggioInviato: 14 Nov 2012 alle 20:23    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
[...]



Per me la felicita' vuol dire essere sereni, e credimi, essere sereni oggi non e' affatto semplice.
Raggiungere un equilibrio che ti possa far godere di tutto cio' che ti piace, che ti assicuri un benessere psico-fisico, che ti assicuri gli affetti esssenziali e' gia' uno zenit di felicita' per il mio modo di pensare.

Il piacere fisico non da' la felicita', accontenta i sensi.

Il piacere affettivo invece si, l'amore se vissuto serenamente e' una grande fonte di felicita', ma per me non devono mancare gli amici che sono indispensabili. Dipendenza? No, la ricerca della serenita' (o felicita') e' un dovere che abbiamo verso noi stessi, se ci amiamo e un bisogno assolutamente lecito.



essere felici oggi un bel quesito,

io sono felice quando sto con le mie nipoti di setti anni quando le vedo sorridere per un piccolo risultato a scuola o mentre fanno ginnastica artistica,
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 14 Nov 2012 alle 21:06    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

templare1971 ha scritto:
[...]



Anche se in parte hai già risposto, ti pongo un quesito:
Ti accontenteresti di una felicità "indotta artificialmente"... metti caso una grossa vincita, rinunciando a qualche affetto…
Oppure i propri valori familiari, pur con tutti i problemi che si possano incontrare, giorno dopo giorno….


Non ho attaccamento ai soldi, vorrei avere il giusto per poter vivere con un basso profilo ma dignitosamente, non amo i lussi o gli sprechi, sono una persona molto semplice.
Mai, mai e poi mai rinuncerei alle persone che amo, ad un amico, quelle per me sono le vere ricchezze.
Torna in cima
        
Pallina5
Ospite











MessaggioInviato: 14 Nov 2012 alle 21:37    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

templare1971 ha scritto:
Le domande sulla propria esistenza nascono in presenza del dolore, della malattia, della morte e difficilmente in presenza della felicità che tutti rincorriamo, che cos’è per te la felicità?
Personalmente, sono felice quando ho la sensazione di poter essere me stesso e di poter influire positivamente sul corso della mia vita e di quella degli altri.
Esiste una felicità indotta dal piacere fisico o affettivo? E se sì, può creare una dipendenza ?


La felicità? un bicchiere di vino con un panino...e se poi nel panino mi ci metti il salame di cinghiale.. mangio
Torna in cima
        
lomarcan77
Nuovo Iscritto



Sesso: Sesso: Maschio
Età: 39
Segno: Capricorno
Località: Parma

Profilo
lomarcan77 è offline 

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 alle 09:28    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

Pallina5 ha scritto:

La felicità? un bicchiere di vino con un panino...e se poi nel panino mi ci metti il salame di cinghiale.. mangio


Il salame di cinghiale manco sapevo esistesse io Sorriso felice

Vi siete scordati la cosa più importante di tutto... la CIOCCOLATA!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 16 Nov 2012 alle 10:33    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

lomarcan77 ha scritto:
[...]



Il salame di cinghiale manco sapevo esistesse io Sorriso felice

Vi siete scordati la cosa più importante di tutto... la CIOCCOLATA!


E delle lasagne nessuno parla? Risata
Torna in cima
        
templare1971
Ospite











MessaggioInviato: 16 Nov 2012 alle 19:59    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
[...]



E delle lasagne nessuno parla? Risata


E dai!!
Lo sapevo che avremmo sconfinato nel culinare... In fin dei conti mangiare è una gran bella felicità! Una delle poche sicurezze della vita... magari un pò materiale, ma certamente unica.
E già che siamo in tema... le preferisci tradizionali (ragù, besciamella...) e/o di mare?
mangio
Torna in cima
        
templare1971
Ospite











MessaggioInviato: 16 Nov 2012 alle 20:01    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

lomarcan77 ha scritto:
[...]



Il salame di cinghiale manco sapevo esistesse io Sorriso felice

Vi siete scordati la cosa più importante di tutto... la CIOCCOLATA!


Passi la cioccolata... ma il salame di cinghiale, merita un assaggio... E' solitamente fatto di carne mista maiale/cinghiale e sicuramente ha le sue calorie... ma sai che felicità per il palato!
Torna in cima
        
Novembrine
Nuovo Iscritto



Sesso: Sesso: Femmina
Età: 26
Segno: Gemelli
Località: Nel genovese

Profilo
Novembrine è offline 

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 00:38    Oggetto: Rispondi citando

La felicità è un'emozione talmente labile che è così difficile raggiungerla così come è facile perderla.
La paragono ad un orgasmo ecco.
Quella è la felicità, è l'appagamento totale, la soddisfazione, il sorriso di serenità, la tranquillità, sentirsi parte del tutto...
Non è ovvio essere sempre così. Ci possono essere sprazzi di questi sentimenti, ma è così difficile che siano tutti assieme e perdurino per molto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 00:38    Oggetto: Re: La felicità... oggi! Rispondi citando

templare1971 ha scritto:
[...]



E dai!!
Lo sapevo che avremmo sconfinato nel culinare... In fin dei conti mangiare è una gran bella felicità! Una delle poche sicurezze della vita... magari un pò materiale, ma certamente unica.
E già che siamo in tema... le preferisci tradizionali (ragù, besciamella...) e/o di mare?
mangio


Di mare non le ho mai mangiate. Quale occasione migliore per regalarmi un picco di felicita'?
Torna in cima
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 00:45    Oggetto: Rispondi citando

Facciamo un elenco delle cose che potrebbero farmi felice, in ordine sparso

1) Una passeggiata in riva al mare
2) Una tavolata di amici
3) Guidare l'auto dei sogni
4) un bacio dalla persona che amo
5) Fare l'amore davanti ad un camino acceso
6) tre giorni in una beauty-farm
7)Una mostra del mio pittore preferito
8)visitare una citta' d'arte
9) un tramonto su una scogliera
10)il sorriso delle persone che amo
11)l'assenza di dolore
12) risate tra amici
13) una visita gradita
Torna in cima
        
templare1971
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 13:47    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
Facciamo un elenco delle cose che potrebbero farmi felice, in ordine sparso

1) Una passeggiata in riva al mare
2) Una tavolata di amici
3) Guidare l'auto dei sogni
4) un bacio dalla persona che amo
5) Fare l'amore davanti ad un camino acceso
6) tre giorni in una beauty-farm
7)Una mostra del mio pittore preferito
8)visitare una citta' d'arte
9) un tramonto su una scogliera
10)il sorriso delle persone che amo
11)l'assenza di dolore
12) risate tra amici
13) una visita gradita


Ciao Artemisia, buona giornata e ben ritrovata.
Mi permetto di risponderti, in ordine cronologico, secondo i miei pensieri:

1) - 9) Una passeggiata in riva al mare / Un tramonto su di una scogliera – Molto romantica e se ti trovi con la persona giusta, può regalarti sensazioni uniche! Immaginati il tramonto con i suoi colori, ma anche un alba.. con il sole che cresce alle nostre spalle (almeno in Toscana) e ci prende per mano accompagnandoci, in una nuova giornata.
E poi la luna, lato mare, che ci saluta facendoci “spallucce”, per la serie: “Tanto ci rivedremo…”; Un momento del genere, può essere paragonabile solamente al miglio verde…

2) - 12) - 13) Una tavolata di amici / Risate tra amici / Una visita gradita – Non si può chiedere di meglio, soprattutto se le amicizie sono vere e sincere; Magari dopo aver iniziato con un buon antipasto, potremmo provare con le lasagne di mare… che ne dici!

3) Guidare l'auto dei sogni – Magari può apparire un poco materialistico, ma stiamo parlando della nostra felicità e quindi, perché no… magari una bella Lamborghini;

4) un bacio dalla persona che amo – E’ come una ricarica… Ed al contrario della precedente, è gratis!

5) Fare l'amore davanti ad un camino acceso – L’unico problema sarebbe controllare il fuoco ogni tanto… Altrimenti sai che felicità se inizi a sentir feddo e/o ancora meglio se ti prende fuoco la coperta…!!! Nella realtà non è come essere in un film!

6) tre giorni in una beauty-farm – A chi lo dici… dalle mie parti ci sono un paio di centri, che solo a vederne i contenuti… altro che felicità e benessere, sarebbe quasi da prenderci la residenza! Comprendono centri estetici e beauty, centri massaggi tradizionali e orientali, centri di dimagrimento…. percorsi attraverso bagni turchi e bagni di vapore, saune e zone relax… Addirittura percorsi termali all’interno di grotte….

7) Una mostra del mio pittore preferito - Personalmente, adoro Fattori;

Figo visitare una città d'arte – Da come scrivi, sei una “esteta” della vita…. Anche l’arte è cultura e la cultura, se intesa come benessere del proprio “io”, può creare felicità; Se passi dalla Toscana, abbiamo qualche posto interessante da visitare… Potrei farti da Cicerone!

10) il sorriso delle persone che amo – Ineguagliabile, ti apre il cuore… sia che si presentino in un momento di gioia che di dolore;

11) l'assenza di dolore – Questo probabilmente sarebbe chiedere troppo!!!
Ciao!
Torna in cima
        
templare1971
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 13:56    Oggetto: Rispondi citando

Novembrine ha scritto:
La felicità è un'emozione talmente labile che è così difficile raggiungerla così come è facile perderla.
La paragono ad un orgasmo ecco.
Quella è la felicità, è l'appagamento totale, la soddisfazione, il sorriso di serenità, la tranquillità, sentirsi parte del tutto...
Non è ovvio essere sempre così. Ci possono essere sprazzi di questi sentimenti, ma è così difficile che siano tutti assieme e perdurino per molto.


"Un plus ultra", E' come superare il limite estremo, cioè il massimo della perfezione, dell'eleganza, dell'arte con cui magari si riesce a far nostra la vita e le proprie sensazioni...
Torna in cima
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 14:44    Oggetto: Rispondi citando

Templare, sei riuscito a rendere uniche le cose che io avevo elencato in modo sparso e apparentemente banale, in effetti sono cose semplici che ai piu' saranno sembrate bazzeccole, ma tu davvero le hai rese smaglianti

Bravo!

(P.S. Ehhhh, il fuoco va sempre controlalto, perche' se si spegne e' un guaio, ma se brucia troppo e' un grosso guaio Risata )
Torna in cima
        
templare1971
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 14:53    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
Templare, sei riuscito a rendere uniche le cose che io avevo elencato in modo sparso e apparentemente banale, in effetti sono cose semplici che ai piu' saranno sembrate bazzeccole, ma tu davvero le hai rese smaglianti

Bravo!

(P.S. Ehhhh, il fuoco va sempre controlalto, perche' se si spegne e' un guaio, ma se brucia troppo e' un grosso guaio Risata )


Le cose che appartengono ai nostri sentimenti, non sono mai banali!

Saranno pure semplici da elencare, potranno apparire di carattere universale magari... ma ognuno le fa proprie, associnando ad esse, momenti, ricordi, attimi di felicità estrema...
Il tutto nel calderone della vita, contribuisce a creare una memoria che bella o brutta che sia, ci rappresenta e ci rende noi stessi!
emo_pic_18
Torna in cima
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 15:18    Oggetto: Rispondi citando

templare1971 ha scritto:
[...]



Le cose che appartengono ai nostri sentimenti, non sono mai banali!

Saranno pure semplici da elencare, potranno apparire di carattere universale magari... ma ognuno le fa proprie, associnando ad esse, momenti, ricordi, attimi di felicità estrema...
Il tutto nel calderone della vita, contribuisce a creare una memoria che bella o brutta che sia, ci rappresenta e ci rende noi stessi!
emo_pic_18


Parole sagge, profonde e ricche di sentimento.... Sooo in Looove!
Torna in cima
        
Turbo
Nuovo Amico
Nuovo Amico



Sesso: Sesso: Maschio
Età: 58
Segno: Scorpione


Profilo
Turbo è offline 

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 19:02    Oggetto: Rispondi citando

Il concetto di felicità è qualcosa di estremamente soggettivo. Purtroppo è quella cosa che smette di esserlo nel preciso istante dove ti rendi conto che c'è. (di solito ti accorgi che sei stato felice "dopo" e non "durante" (e questo dipende dal fatto che nel momento che te ne accorgi ti scatta l'interrogativo sul "quanto" durerà quello stato. E nel momento stesso in cui ti fai questa domanda lo stato sparisce)
Naturalmente le risposte date fino ad ora sottolineano le cose che fanno piacere ad ognuno, ma ogni risposta riporta un qualcosa che non è rapportabile ne al momento ne alla personalità di un altro.
Ad esempio... per marcy la felicità è stare in mezzo ai bambini (se un tipo di "felicita'" venisse a me, mi metterei ad urlare come shrek nell'ultimo capitolo della sua saga) Confuso
si è parlato sulla "felicità = cibo" ma....sareste altrettanto "felici" se dovreste mangiare una carbonara quando siete già sazi, o mangiare della nutella mentre siete in preda ad attacco di colite?
Io posso essere felice quando mi trova ad un raduno di motori o mentre corro in pista durante qualche manifestazione motociclistica o automobilistica ("quando le ruote avevano i raggi" a Varano di Melegari, "Amici di fontana del garzeto" a Soragna, Italian F&F a Modena etc...) Ma lo sarei altrettanto se in quel giorno avessi l'influenza, il mal di schiena o desidererei essere in un altro posto con la persona che amo???
Non credo proprio.

In conclusione la "felicità" è un qualcosa di inafferrabile come la nebbia (anche quella c'è ma non riuscirai mai ad imprigionarla)...

Credo che la risposta più vicina a questa dissertazione possa essere data leggendo "Lettera sulla Felicità" di Epicuro Occhiolino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Pallina5
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 19:10    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia ha scritto:

11)l'assenza di dolore



"Il dolore distilla l'anima tra un sorriso ed una lacrima."

non è l'assenza del dolore a facilitare la felicità, ma la presenza di quest'ultima a rendere sopportabile il primo
Torna in cima
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 19:23    Oggetto: Rispondi citando

Pallina5 ha scritto:
[...]




"Il dolore distilla l'anima tra un sorriso ed una lacrima."

non è l'assenza del dolore a facilitare la felicità, ma la presenza di quest'ultima a rendere sopportabile il primo


questa frase e' semplicemente meravigliosa.
Torna in cima
        
Turbo
Nuovo Amico
Nuovo Amico



Sesso: Sesso: Maschio
Età: 58
Segno: Scorpione


Profilo
Turbo è offline 

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 20:13    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia ha scritto:


Pallina5 ha scritto:
[...]




"Il dolore distilla l'anima tra un sorriso ed una lacrima."

non è l'assenza del dolore a facilitare la felicità, ma la presenza di quest'ultima a rendere sopportabile il primo




questa frase e' semplicemente meravigliosa.


Confuso Evvabbè...però.... Confuso

Se parlava di felicità e si finisce a filosofeggià sul dolore.... Triste
eppure templare lo ha specificato molto bene ...

templare1971 ha scritto:
Le domande sulla propria esistenza nascono in presenza del dolore, della malattia, della morte


allora me ce metto pure io....

Lo sai ched'è la Bolla de Sapone?
l'astuccio trasparente d'un sospiro.
Uscita da la canna vola in giro,
sballottolata senza direzzione,
pe' fasse cunnalà come se sia
dall'aria stessa che la porta via.

Una farfalla bianca, un certo giorno,
ner vede quela palla cristallina
che rispecchiava come una vetrina
tutta la robba che ciaveva intorno,
j'agnede incontro e la chiamò: - Sorella,
fammete rimirà! Quanto sei bella!

Er celo, er mare, l'arberi, li fiori
pare che t'accompagnino ner volo:
e mentre rubbi, in un momento solo,
tutte le luci e tutti li colori,
te godi er monno e te ne vai tranquilla
ner sole che sbrilluccica e sfavilla.-

La bolla de Sapone je rispose:
- So' bella, sì, ma duro troppo poco.
La vita mia, che nasce per un gioco
come la maggior parte de le cose,
sta chiusa in una goccia... Tutto quanto
finisce in una lagrima de pianto.


Ma a che gioco si gioca? a deprimersi? Confuso
Forse la verità è che è più facile darsi dei negativi che pensare positivo ....
O no? Rassegnato
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 22:32    Oggetto: Rispondi citando

Turbo, tutto e' nato dalla mia ultima nota sulla felicita', definita assenza di dolore, perche' quando hai un dolore grande sia fisico che interiore e' un po' difficile pensare di essere felici a menoche' uno non sia masochista e ci goda a stare da bestia.

Siccome io sono una persona che ama stare bene ho pensato che gia' il fatto di non stare male significava essere felici.

Pero' e' anche vero che il dolore fa parte della vita ed e' inutile e stupido volerlo rifiutare o evitare a tutti i costi, tanto lui arrivera' prima o poi. Non per questo dobbiamo sbatterci la bottiglia sugli attributi come faceva il buon Tafazzi (te lo ricordi?) Risata
Torna in cima
        
Turbo
Nuovo Amico
Nuovo Amico



Sesso: Sesso: Maschio
Età: 58
Segno: Scorpione


Profilo
Turbo è offline 

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 22:59    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
Turbo, tutto e' nato dalla mia ultima nota sulla felicita', definita assenza di dolore, perche' quando hai un dolore grande sia fisico che interiore e' un po' difficile pensare di essere felici a menoche' uno non sia masochista e ci goda a stare da bestia.

Siccome io sono una persona che ama stare bene ho pensato che gia' il fatto di non stare male significava essere felici.

Pero' e' anche vero che il dolore fa parte della vita ed e' inutile e stupido volerlo rifiutare o evitare a tutti i costi, tanto lui arrivera' prima o poi. Non per questo dobbiamo sbatterci la bottiglia sugli attributi come faceva il buon Tafazzi (te lo ricordi?) Risata


No, non ricordo Tafazzi, però mi ricordo Albanese che faceva su per giù lo stesso gesto (epifanio che si menava sugli attributi cin una paletta schiacciamosche) Risata

Non è per il tuo interveento, figurati Smile ma ho notato (non in questo forum, ma dappertutto) che quando si inizia un discorso sulla felicità, di solito si va a parare sulla sofferenza (e non sono mai riuscito a capire il perchè)
Non è forse perchè in un flash di egoismo atavico (suggerito e percepito naturalmente in maniera inconscia) si preferisce dividere la sofferenza piuttosto che la gioia? Forse se fosse davvero così, la cosa sarebbe molto triste e preoccupante
Rassegnato
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 17 Nov 2012 alle 23:52    Oggetto: Rispondi citando

Turbo ha scritto:
[...]



No, non ricordo Tafazzi, però mi ricordo Albanese che faceva su per giù lo stesso gesto (epifanio che si menava sugli attributi cin una paletta schiacciamosche) Risata

Non è per il tuo interveento, figurati Smile ma ho notato (non in questo forum, ma dappertutto) che quando si inizia un discorso sulla felicità, di solito si va a parare sulla sofferenza (e non sono mai riuscito a capire il perchè)
Non è forse perchè in un flash di egoismo atavico (suggerito e percepito naturalmente in maniera inconscia) si preferisce dividere la sofferenza piuttosto che la gioia? Forse se fosse davvero così, la cosa sarebbe molto triste e preoccupante
Rassegnato



Perche' quando si parla di felicita' si parla di sofferenza? Perche' quando si parla del bene si parla anche del male, quando si parla di fedelta' poi saltano fuori le corna e via dicendo....come rappresenta il disegno del TAO, non puoi parlare di un concetto senza tirare in ballo il suo opposto.
Torna in cima
        
Turbo
Nuovo Amico
Nuovo Amico



Sesso: Sesso: Maschio
Età: 58
Segno: Scorpione


Profilo
Turbo è offline 

MessaggioInviato: 18 Nov 2012 alle 00:20    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
[...]




Perche' quando si parla di felicita' si parla di sofferenza? Perche' quando si parla del bene si parla anche del male, quando si parla di fedelta' poi saltano fuori le corna e via dicendo....come rappresenta il disegno del TAO, non puoi parlare di un concetto senza tirare in ballo il suo opposto.


Dai Smile conosco molto bene lao tze e il tao te king, il concetto della tigre del drago e dei tre dantian del chi gong (non a caso ne ho tatuato uno sul braccio sinistro) Smile
La rappresentazione grafica dello jin e dello yang (il disegno del tao) rappresenta l'armonia della sfera dinamica, ma anche se "neutra" (il dantian mediano) canalizza il flusso degli altri due dantian , quello superiore (il drago, lo jing) e quello inferiore (la tigre lo yang).
Naturalmente tale concetto taoista (e antimoralista) è l'antitesi precisa della filosofia confuciana (e moralista) ed anche se è una filosofia (e come tutte le filosofie è pallosa e tediosa) può essere in un certo senso definita una linea di pensiero positiva e come tale tende ad allontanare il concetto di "sofferenza" non ad alimentarlo Smile
Diciamocelo francamente...la tendenza a piangersi addosso è una tendenza inequivocabile della natura umana. Non serve andare a parare sulle filosofie orientali per giustificare la "gaiezza" (che non è sinonimo di felicità) o per evocare la sofferenza...
Penso che tutto parta dall'insana tendenza di seguire il luogo comune (oggigiorno un pò accantonato ma pur sempre una remora attuale) che "siamo nati per soffrire".... Ma dato che (personalmente) non sono ne un frate trappista, ne un "zenoniano" convinto, preferisco crearmi intorno un "terreno" in cui la spensieratezza cancelli e uccida il pathos d'animo.... in altre parole : "gente allegra il ciel l'aiuta".
ps.
Preferisco essere truzzo, trucido e animale piuttosto che farmi certe dissertazioni. Non per elogiare la beata ignoranza, ma lo spremersi il cervello sul "come" e "perchè" di una cosa ti fa perdere la visuale di tutta la bellezza che ti gira intorno.

ps.
ho insegnato la filosofia dello jin e yang per 10 anni, quelle di sopra non sono considerazioni fatte dopo una veloce lettura su wikipedia Risata

per concludere... "meglio trucido e 'gnorante ma contento, che filosofo e colto ma triste".... o no? ah ah ah ah ah ah ah Risata
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 18 Nov 2012 alle 00:34    Oggetto: Rispondi citando

Turbo ha scritto:
[...]



Dai Smile conosco molto bene lao tze e il tao te king, il concetto della tigre del drago e dei tre dantian del chi gong (non a caso ne ho tatuato uno sul braccio sinistro) Smile
La rappresentazione grafica dello jin e dello yang (il disegno del tao) rappresenta l'armonia della sfera dinamica, ma anche se "neutra" (il dantian mediano) canalizza il flusso degli altri due dantian , quello superiore (il drago, lo jing) e quello inferiore (la tigre lo yang).
Naturalmente tale concetto taoista (e antimoralista) è l'antitesi precisa della filosofia confuciana (e moralista) ed anche se è una filosofia (e come tutte le filosofie è pallosa e tediosa) può essere in un certo senso definita una linea di pensiero positiva e come tale tende ad allontanare il concetto di "sofferenza" non ad alimentarlo Smile
Diciamocelo francamente...la tendenza a piangersi addosso è una tendenza inequivocabile della natura umana. Non serve andare a parare sulle filosofie orientali per giustificare la "gaiezza" (che non è sinonimo di felicità) o per evocare la sofferenza...
Penso che tutto parta dall'insana tendenza di seguire il luogo comune (oggigiorno un pò accantonato ma pur sempre una remora attuale) che "siamo nati per soffrire".... Ma dato che (personalmente) non sono ne un frate trappista, ne un "zenoniano" convinto, preferisco crearmi intorno un "terreno" in cui la spensieratezza cancelli e uccida il pathos d'animo.... in altre parole : "gente allegra il ciel l'aiuta".
ps.
Preferisco essere truzzo, trucido e animale piuttosto che farmi certe dissertazioni. Non per elogiare la beata ignoranza, ma lo spremersi il cervello sul "come" e "perchè" di una cosa ti fa perdere la visuale di tutta la bellezza che ti gira intorno.

ps.
ho insegnato la filosofia dello jin e yang per 10 anni, quelle di sopra non sono considerazioni fatte dopo una veloce lettura su wikipedia Risata

per concludere... "meglio trucido e 'gnorante ma contento, che filosofo e colto ma triste".... o no? ah ah ah ah ah ah ah Risata


Guarda che non mi devi provare i tuoi studi, io non volevo insegnare niente a nessuno perche' non ho nessun titolo per farlo, la mia era solo una considerazione e basta. Il piangersi addosso e' tipicamente latino, non lo trovi nelle culture teutoniche ne' anglosassoni, tantomeno quelle orientali. Non parliamo degli americani che tengono veri e propri corsi sul come essere felici in mille modi, anche quando ti cade un meteorite in testa. Sorriso felice

Certo che e' meglio vedere tutto il piu' positivo possibile, ma non mi piace nemmeno questa mania di non voler mai sondare i dispiaceri: se li analizzi gia' li vedi meno grandi di quel che senti.
E poi, a me piace parlare di tutto Risata

Comunque, meglio intelligente e allegro, l'ignorante rompe sempre i cabbasisi anche quando sta bene, perche' la stupidita' e' irritante.
Torna in cima
        
Turbo
Nuovo Amico
Nuovo Amico



Sesso: Sesso: Maschio
Età: 58
Segno: Scorpione


Profilo
Turbo è offline 

MessaggioInviato: 18 Nov 2012 alle 00:59    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia ha scritto:
[...]



Guarda che non mi devi provare i tuoi studi, io non volevo insegnare niente a nessuno perche' non ho nessun titolo per farlo, la mia era solo una considerazione e basta. Il piangersi addosso e' tipicamente latino, non lo trovi nelle culture teutoniche ne' anglosassoni, tantomeno quelle orientali. Non parliamo degli americani che tengono veri e propri corsi sul come essere felici in mille modi, anche quando ti cade un meteorite in testa. Sorriso felice

Certo che e' meglio vedere tutto il piu' positivo possibile, ma non mi piace nemmeno questa mania di non voler mai sondare i dispiaceri: se li analizzi gia' li vedi meno grandi di quel che senti.
E poi, a me piace parlare di tutto Risata

Comunque, meglio intelligente e allegro, l'ignorante rompe sempre i cabbasisi anche quando sta bene, perche' la stupidita' e' irritante.


Ma no, Smile non era per ostentare i miei studi Smile certe robe (pensa te) le ho insegnate come approfondimento delle arti marziali (se sfogli l'Hagakure, il libro dei 5 anelli, i signori della guerra, i ching intesi come il libro dei mutamenti....ne trovi a iosa sulle interpretazioni del tao (me facevo certe risate a commentarlo) Risata
A me piace l'america...incasinata come sta eppure c'ha st'energia positiva che le sprizza da tutti i pori (che poi si inguaiano la salute a botta di Mc Donald di pastelle, di buonismi politici e religiosi è tutto da dire)...
Anche i greci avevano sta fissa del pathos (tant'è vero che la parola l'hanno inventata loro prima ancora dei latini) quindi non ci dovremmo meravigliare se ancora oggi la maggior parte della gente si rovina l'esistenza ad "innaffiare" le radici de sta turba mentale come se fosse na bella pianta da far crescere e fruttare Confuso

Tornando all'argomento del topic vorrei concludere chiedendomi "in fondo cos'è la felicità???"

Citazione:
l'ombraa di un sogno fuggente....
la favola che presto svanisce....
il vero e immortale....


(o quello della citazione era "l'amore" ??? Rassegnato Non ricordo più ! Triste a me piace parlare, ma a riflettere troppo su ste robe me viene uno di quei mal de testa.... aaaahiiiii a capoccia !!!! Triste


Figo Figo Figo
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
        
Pallina5
Ospite











MessaggioInviato: 18 Nov 2012 alle 17:49    Oggetto: Rispondi citando

Turbo ha scritto:
[...]


Ma a che gioco si gioca? a deprimersi? Confuso
Forse la verità è che è più facile darsi dei negativi che pensare positivo ....
O no? Rassegnato


Anticipatamente chiedo scusa a Templare se gli "rubo" spazio un secondo...ma lui è Mago e capirà Smile

Nessun gioco.. e nessuna depressione in atto caro Turbo.. Anzi il senso che dò io a quella citazione è proprio l'opposto di quello che forse gli hai attribuito tu... Io, per quel che mi riguarda dico:" nonostante tutto ancora sono e posso essere felice, o perlomeno trovare attimi di felicità..."..

Da un pò di tempo a questa parte il "dolore"( un dolore che non puoi risolvere tu ma solo il destino) accompagna me e mio figlio ogni giorno, c'è pure quando non si fà sentire...ma , ancora mica ho capito bene come, entrambi riusciamo in qualche modo a "sbattercene" ed a vivere attimi felici appunto... La sua passione per le auto, la musica, le corse in bici..le mie e le sue "cose", quelle che ci rendono felici, non ce le scordiamo...

No, non è difficile esser felici, soprattutto se hai la fortuna di avere qualcuno accanto che ti mostri come si fà... e se ce la fà un ragazzino a cui la vita ha deciso di "rompere " le scatole, non vedo perchè un adulto dovrebbe mettersi a piagnuccolare...

Ciao!
Torna in cima
        
Artemisia
Ospite











MessaggioInviato: 18 Nov 2012 alle 20:40    Oggetto: Rispondi citando

Pallina5 ha scritto:
[...]

No, non è difficile esser felici, soprattutto se hai la fortuna di avere qualcuno accanto che ti mostri come si fà... e se ce la fà un ragazzino a cui la vita ha deciso di "rompere " le scatole, non vedo perchè un adulto dovrebbe mettersi a piagnuccolare...

Ciao!


Bello questo passo, non c'e' niente che trasmetta energia positiva come una persona che lotta per essere felice.
Torna in cima
        
Mostra prima i messaggi di:   
   Rispondi    Indice del forum -> Amicizia Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 


Forum Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
 
- Cosa Siamo - - Forum - - Incontri - - Annunci - - Scrivici -
     

Cerca su MailAmici:

Ricerche recenti:

 
Incontri online in rete su Internet
Amicizia Online su Internet
Copyright ©2017 by MailAmici
Powered by
Progetto-Internet.it